venerdì 22 novembre 2013

Libri "firmati"


Vedo la gente morta, io invece, una decina di anni fa, vedevo libri del Il codice da Vinci ovunque e sentivo spesso persone che lo commentavano (al bar, sul treno, al mare, durante una passeggiata nel centro storico) :/
In quella estate venne mio zio (e sua moglie) a trovarmi e tutte e 2 leggevano il libro di Dan Brown e alla sera ogni tanto si scambiavano commenti....la resistenza cedette e decisi di comprarlo.
Piaciuto molto, certo i temi trattati han contribuito a renderlo famoso, alcuni si possono definire blasfemi, ma me ne sono altamente sbattuto e mi son gustato pienamente la lettura ^_^.
Quando uscì Angeli e Demoni andai a comprarlo subito, non vedevo l'ora di leggerlo e bello pure quello ma il finale era da defenestrazione.
Uscirono La verità del ghiaccio e Crypto, belli pure questi ma con meno incisività, meno forza nella narrazione, anche meno suspense. Il giudizio su Dan Brown era calato ma poi constatai che quei romanzi erano stati scritti prima de Il codice da Vinci e questo mi rincuorò, l'autore aveva via via migliorato la propria tecnica narrativa sino all'apoteosi (sì ok ho esagerato XD) dell'ultimo libro, per questo ero impaziente di leggere, quando seppi della uscita, Il simbolo perduto. Una delusione totale, se dovessi dare un giudizio sarebbe tempo e soldi buttati, e "fortuna" che lo avevo comprato all'ipercoop pagando 20 euro invece di 24.
Ora nelle librerie c'è il suo ultimo romanzo, Inferno, al costo di 25 euro; il costo non dipende dal numero di pagine come il prezzo di un dvd non dipende dalla durata del film, però 25 euro son tanti, troppi per un semplice romanzo, sbaglio a pensare che costi tanto solo per il nome dell'autore (ho visto romanzi anche a 30 euro -.-''')? Mi torna in mente quando anni fa uscì un modello di cellulare sui 150 euro, e ci stava lo stesso modello, identico in tutto per tutto ma color oro e con la firma di due famosi stilisti, al costo di 500 euro. Se per la moda lo comprendo (ma che lo condivida è tutt'altra faccenda)  che la firma faccia aumentare il prezzo, nei libri no, lo trovo senza senso, a maggior ragione quando ci sono ottimi romanzi sui 10-12 euro e questo mi indispone all'acquisto (nel caso specifico ancora di più dopo la delusione de Il simbolo perduto). In molti casi la versione digitale costa molto di meno, che sia un modo per spingere la diffusione degli ebook? Anche fosse, 25 euro e più per un romanzo rimangono una follia, sicuramente non comprerò Inferno ora, forse più in là quando uscirà la versione economica...forse. 


Michele

Nessun commento:

Posta un commento