mercoledì 22 gennaio 2014

Ciclo di romanzi nella stessa edizione




Mentre oggi spolveravo la scaffalatura (eggià! non ho una libreria ma una fredda scaffalatura metallica :( ), mi son soffermato a guardare i romanzi di Jack Whyte, il ciclo delle Cronache di Camelot. Serie stupenda (costituita da 8 romanzi) che consiglio a tutti, narra la storia di come Artù divenne re, partendo da 2 generazioni prima della sua nascita. Non è il classico racconto fantasy con incantesimi, streghe, magie e tutto ciò che di fantastico viene di solito descritto quando si parla di Artù; gli eventi raccontati da Jack Whyte si svolgono nella Britannia post romana, sullo sfondo della caduta dell'impero Romano e si concentrano sulle condizioni storiche del tempo; ovviamente le azioni e i dialoghi dei personaggi son romanzati, ma il tutto si basa su reali fatti storici. Le cronache di Camelot mi hanno talmente appassionato che solo in questa occasione mi son affezionato ai personaggi, rallegrandomi e dispiacendomi per le vicende a loro accadute.
Tanto che ci sono metto pure il giudizio il mio tesssoro.
Perché mi son soffermato su tale serie? Per l'orrenda esposizione visiva e vado a spiegarmi.
Qualche anno fa, durante la fiera che si svolge nella mia città ogni anno (si svolge da 549 anni U_U), ad una bancarella di libri usati, notai due romanzi storici: La spada che canta e La stirpe dell'aquila (secondo e terzo libri del ciclo); non avevo mai letto un romanzo storico e l'ambientazione storica e geografica di tali romanzi mi attirava parecchio; decisi di comprarli (erano la versione straeconomica da 4,90 euro e la bancarella li vendeva a 1,50 euro l'uno ^_^).
Totalmente preso dalle vicende raccontante nei 2 romanzi, andai alla ricerca degli altri. Cercavo, come è da prassi, libri della stessa edizione che avevo comprato, ma il primo era introvabile, il quarto, il quinto e il sesto li trovai in libreria ma non nella stessa versione che avevo; il quarto e il sesto in una versione economica da 8,90 e 9,90 euro, mentre il quinto a prezzo pieno di 14,90 euro (il titolare della libreria cercò di convincermi ad ordinare i restanti libri nelle edizioni più costose -.-' e da quel giorno non ci andai più muahahahah!). Il settimo e l'ottavo li trovai da lì a poco in edicola (la versione straeconomica usciva solo in edicola). Mancava ancora il primo romanzo >_<. Ma dopo un po' di tempo, per caso, lo trovai al supermercato in una altra edizione straeconomica e lo feci mio (arimuahahahahah) e forse è l'ultima edizione uscita. In conclusione ho un ciclo di 8 libri formato da 4 edizioni differenti: una orrenda visione!
Avere la prima edizione o quella più bella o la più prestigiosa o quella più economica, non me ne po fregà de meno, ci tengo invece a che libri dello stesso ciclo siano nella stessa edizione, ma dopo l'esperienza con le Cronache di Camelot, bè, ho meno problemi ad avere edizioni diverse :D.


P.S. l'anno scorso sarebbe dovuto uscire, in edizione economica, il terzo libro di una saga... mi sto preparando all'idea di avere ennesimo ciclo di edizioni diverse -.-'''


Michele

Nessun commento:

Posta un commento