sabato 25 gennaio 2014

Libro: "Chocolat" di Joanne Harris


Titolo: Chocolat
Autore: Joanne Harris
Pubblicazione prima edizione italiana: Garzanti, 1999
Pagine: 338

Sicuramente il titolo di questo romanzo della brava Joanne Harris è immediatamente associato al famosissimo (e molto piacevole) film omonimo: una commedia romantica, con cast eccellente; bella è la fotografia e il regista, Lasse Hallström, secondo me dà sempre un bel taglio alle sue produzioni. 
Ma! C'è una differenza fondamentale tra libro e pellicola: l'impostazione piuttosto polemica nei confronti della Chiesa che nel film è stata totalmente cancellata.
Nel romanzo il prete giovane è la nemesi di Vianne (e non dico altro per non rovinare il piacere della lettura); nel film invece la figura dell'uomo di chiesa è rappresentata da un pretino cordiale e pure un po' scanzonato.
Questa eclatante "censura" cinematografica ha potenzialmente ridotto la portata del messaggio del libro, che è un inno alla leggerezza e ai piaceri della vita (il cibo, l'amore, l'amicizia in particolare).
Il film punta piuttosto sul fascino dei protagonisti, Vianne - Juliette Binoche e Roux - Johnny Depp, che è indubbio! ^_^
Bella è l'idea di calare Vianne, che rappresenta il "diverso", l'"altro da sè" - come poi gli zingari che approderanno con le loro chiatte al fiume presso il villaggio di Lansquenet - in una piccola comunità chiusa e soggetta ai pettegolezzi e al controllo degli affari privati di tutti gli abitanti da parte del curato.
La Harris ha molti pregi anche per quello che riguarda lo stile e riesce a mantenere alti interesse e curiosità del lettore tratteggiando i molti personaggi in modo vivo e ben caratterizzato. 


Giudizio finale: ottimo acquisto






Glò

Nessun commento:

Posta un commento