mercoledì 12 febbraio 2014

Libro: "La psichiatra” di Wulf Dorn




Questo è un libro che non avrei mai letto ^_^
Devo ringraziare un gruppo di lettura che mi ha ispirata e convinta e che probabilmente mi aiuta a far crollare alcune delle mie "chiusure".
Ero soprattutto diffidente per il largo consenso: di solito mi scatta in automatico il blocco nei confronti di libri che ne godono; in più, questo genere, thriller psicologico, non è tra i miei preferiti.
Invece... lo consiglio! 
L'impianto narrativo è ben strutturato, lo stile conciso e preciso, tale da generare suspense e da far rimanere incollati alle pagine.
Dorn è abile nel condurci esattamente dove lui vuole, ci inganna e ci confonde. Ci fa sentire l'"odore" della paura. 
Il finale è magistrale.
Indico anche il titolo originale, "Trigger", perché in effetti poteva essere lasciato (leggendo se ne capirà il motivo)... ma purtroppo capita spesso che si cerchino titoli alternativi nella lingua in cui l'opera viene tradotta (e questo accade non solo quando si tratta di libri -_- ).

E... "Chi ha paura dell’Uomo Nero?" 


P.S.: Wulf Dorn ha esordito nel genere thriller con questo libro, che è subito diventato un caso editoriale in Germania (è stato pubblicato nel 2009).
Ha lavorato come logopedista per la riabilitazione del linguaggio in pazienti psichiatrici. 



Giudizio finaleottimo acquisto



Glò

Nessun commento:

Posta un commento