martedì 26 agosto 2014

Libro: "Avviso ai naviganti" di Annie Proulx


Titolo: Avviso ai naviganti
Titolo originale: The Shipping News
Autore: E. Annie Proulx 
Edizione letta: Dalai Editore, 1996 pagine 320


Romanzo intenso e avvicente, Avviso ai naviganti ha vinto il Premio Pulitzer per la narrativa nel 1994.
Annie Proulx ambienta la storia di Quoyle, un bonaccione parecchio imbranato e diciamo sfortunato in amore, tra Brooklyn e l'isola di Terranova in Canada. Il passaggio da un luogo all'altro lo segnerà profondamente, e finalmente inizierà a riappropriarsi di sé e della sua vita nelle terre fredde e selvagge degli avi.
Quando la Proulx ci racconta di quei territori aspri e duri, che non regalano nulla all'uomo, delle storie e saghe locali, degli aspetti più umili della vita, dei rapporti tra le persone, si capisce che ne è coinvolta direttamente. 
Oltre ad un amore profondissimo per la natura selvaggia, la scrittrice ha un repertorio personale di ricordi d'infanzia legati a vacanze trascorse nello Newfoundland, cui ha attinto per la stesura del romanzo. 
Attraverso la storia dei Quoyle, antenati del protagonista, emerge anche quella "epica" di una comunità vissuta in terre estreme, costretta dalla natura a una vita fatta di rigore e fatica, comunità capace di trasmettere al lettore un senso di rispetto e ammirazione. 
Gli abitanti di quei luoghi sono descritti come persone dai modi spicci, che poco badano alle nuove tecnologie, che devono, per necessità di sopravvivenza, cacciare e pescare.
Nonostante queste due ultime attività appaiano ai nostri occhi condannabili, nel romanzo la Proulx riesce a farci capire quanto invece - in questo caso - esse dimostrino un senso di rispetto e attaccamento assoluti verso l'habitat naturale, che fa anche il destino di chi si trova a viverci.
Non si risparmiano crudezze ed eventi tragici, che però, in qualche modo, non possono essere facilmente oggetto di giudizi di stampo moralistico. 
Lo stile della Proulx è asciutto e paratattico, la parola è precisa e connotativa; la forte ironia caustica si rivolge al mito della famiglia americana, a quello della vita urbana e anche all'idealizzazione della natura.
Non posso che consigliare di leggere questo libro meraviglioso e coinvolgente in particolare agli amanti della natura ^_^



Nel 2001 il regista Lasse Hallström ha realizzato la versione cinematografica, "The Shipping News - Ombre dal profondo", con un cast strepitoso: Kevin Spacey, Julian Moore, Judi Dench e Cate Blanchet.
Molto bello il film, che riesce a mantenere lo spirito del romanzo, e che vi consiglio caldamente! Ovviamente, protagonista d'eccezione è la bellezza dell'isola di Terranova.




Grazie a Teodora/P. che mi ha consigliato questa lettura! ^_^ 


Giudizio finale: il mio tesssoro



Glò

6 commenti:

  1. Grazie glo e grazie teo :-)

    RispondiElimina
  2. Lo sto leggendo! Concordo con la valutazione di Glò, e prima di vedere il film, finisco il libro: il viso di Quoyle è speciale e dalle descrizioni dell'autrice l'ho costruito mentalmente e lo trovo "strano" ma ormai famigliare! E lo capisco! Vero che la natura è dura da quelle parti e le persone devono avere l'impostazione mentale giusta per poter vivere in quelle condizioni. E concordo con la valutazione di Glò che cito: "Lo stile della Proulx è asciutto e paratattico, la parola è precisa e connotativa; la forte ironia caustica si rivolge al mito della famiglia americana, a quello della vita urbana e anche all'idealizzazione della natura.
    Non posso che consigliare di leggere questo libro meraviglioso e coinvolgente in particolare agli amanti della natura ^_^"
    Grazie Glò: come sempre hai perfettamente ragione!

    RispondiElimina
  3. Grazie a voi per aver lasciato un commento!
    Questo libro è tra le cose più belle lette ultimamente, perciò esorto ancora alla lettura! ^_^

    RispondiElimina
  4. Qualcuno di voi che lo ha letto saprebbe indicarmi dove poterlo reperire??? Essendo un libro "fuoricatalogo" io non riesco a trovarlo in nessuna libreria ne tantomeno on line.
    Qualche suggerimento? Grazie mille

    RispondiElimina
  5. Ciao! ^^
    Puoi provare in biblioteca (se hai modo anche attraverso il prestito interbibliotecario) oppure curiosare tra le bancarelle di libri usati, nei siti on line che vendono libri usati o che prevedono scambi!
    Purtroppo è un vero peccato che sia irreperibile, ma è cosa che non mi stupisce troppo -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Glò
      per le info, vedrò cosa riuscirò a fare.
      Ciao ;)

      Elimina