venerdì 31 ottobre 2014

Prossime Letture: "Il signore delle anime" di Irène Némirovsky




Qualche settimana fa stavo girovagando sul sito della Newton Compton (www.newtoncompton.com) dopo che Glò mi aveva segnalato dei libri di tale editore. Nello sfogliare le varie pagine del sito, l'attenzione mi cadde sul seguente titolo "Il signore delle anime", un horror ? Un thriller ? Vediamo chi è l'autore: Irène Némirovsky... Boh (l'ignoranza è forte in me U_U)

Irène Némirovsky  è stata una scrittrice francese. Nata in Ucraina, di religione ebraica convertitasi poi al cattolicesimo nel 1939, ha vissuto e lavorato in Francia. Arrestata dai nazisti, in quanto ebrea, fu deportata nel luglio del 1942 ad Auschwitz, dove morì un mese più tardi di tifo. Dal 2005 la casa editrice Adelphi ha iniziato a pubblicare le sue opere.
(it.wikipedia.org)

Ma allora non è un thriller :O, è un romanzo "impegnato" (per distinguerlo dai "commerciali", non in senso dispregiativo, ma i "classici" thriller, horror, fantasy, ecc li considero commerciali perché di storie "leggere") e andai a leggere i voti per tale libro, sì, i voti, non i commenti perché non voglio spoiler :-P ed erano ottimi voti. Così, qualche giorno fa sono andato in libreria ad ordinarlo ^_^.



Michele

11 commenti:

  1. La Némirovsky mi manca :P Ho curiosato qualche recensione relativa a questo romanzo e... sembra che tu abbia fatto un'ottima scelta Mik!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente meglio dell'ultimo film visto XD

      Elimina
  2. Il titolo sicuramente invoglia alla lettura, Michele, e anche la copertina. Mi piace molto questa collana della Newton ;)
    Per evitare paragoni che possono sembrare giudizi si usa spesso il termine "mainstream" per identificare la letteratura non di genere. E' un termine importato lo so, però almeno a mio avviso è preferibile a "impegnato". Non so esista un termine corrispondente italiano diverso da "non di genere".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della info. Pensa che in ambito dei videogames il termine "mainstream" è usato per identificare quei videogiochi destinati al grande pubblico, alla massa... proprio l'opposto :D

      Elimina
    2. E' vero Michele. E in effetti il termine significa quello che dici tu. Credo che qui vada inteso nel senso che la letteratura di genere è destinata appunto solo agli appassionati di quel genere di storie, mentre la letteratura mainstream è quella destinata a tutti, alla massa quindi.

      Elimina
  3. Mi incuriosisci..ora vado a cercarlo anch'io...
    Abbraccio Michele unitamente alla cara Glo'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però mi raccomando, evita i commenti che lo spoiler è sempre in agguato

      Elimina
  4. Anche questa un'autrice che mi gironzola attorno da un po' ma che ancora non mi ha conquistata, boh forse un giorno prenderemo un caffè insieme io e lei! Intanto prendo il titolo e lo metto in memoria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà che non sia io a convincerti a leggere la Némirovsky, ammesso che sia bello il libro :D

      Elimina
  5. Un libro della Némirovsky è di sicuro un'ottima scelta. Non conosco questo titolo ma proprio quat'estate ho letto (e recensito) il suo "Jezabel", un approfondito studio dell'animo femminile di fronte agli anni che passano e alla bellezza che sfiorisce.

    RispondiElimina
  6. Ho letto la recensione sembra molto interessante il libro e altrettanto, posso dire, angosciante ?

    RispondiElimina