mercoledì 5 novembre 2014

Fumetto: Maxi Dylan Dog n. 21



Questo è l'ultimo Maxi delle "vecchia gestione", considerando anche che da semestrale passerà a quadrimestrale (è uscito, l'ho comprato, sono ancora terribilmente indietro con gli arretrati) ed è a tratti bello, a tratti da defenestrare.
La prima storia, Devil's trip, è carina, ha quel tipico sapore delle classiche avventure di Dylan, con un finale strano, ma anch'esso dello stesso sapore... ma Groucho dove è ?
La seconda, Con le migliori intenzioni, mi è piaciuta molto, non c'è azione, non c'è splatter, non ci sono demoni, fantasmi e orrori da combattere e ogni tanto storie così ci vogliono... ma Groucho dove è ?
La terza storia, Una brutta piega, ha il titolo che spiega benissimo in che direzioni siano andati nello scriverla (se non lo si fosse capito, è oscena)... ma Groucho dove è ?
Eggià! Perché in tutte e tre le storie l'assistente di Dylan è assente (è in pratica un assistente assente... attenti che vi parte un incisivo a dirlo) e ciò è moooolto penalizzante, è come se nei film di Totò e Peppino mancasse Peppino, o in quelli di Fantozzi non ci fosse il ragionier Filini.
Mi ritengo comunque soddisfatto.



Michele

5 commenti:

  1. Io ancora non prendo Old Boy, che proporrà storie legate al pre-nuovo corso.
    Non ho mai capito perché fare albi così, fuori serie, senza includerli nella normalità mensile.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Effettivamente il Maxi non ha senso al contrario degli altri albi non regolari.
    L'albo gigante è appunto un albo gigante.
    L'almanacco tratta delle uscite annali horror su libri, fumetti, film e videogames e ci sono vari approfondimenti.
    Il Color Fest è a colori
    E in fine Lo speciale che prima aveva degli allegati (libricino "L'enciclopedia della paura" prima e poi un libretto con una storia il cui protagonista era Groucho) e aveva senso, ora non li ha più, è solo un albo con una storia più lunga, ma almeno è una storia lunga, quindi sviluppata in maniera diversa avendo più pagine a disposizione
    Il Maxi invece che è ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, la vedo come te. Ad esempio, anche Diabolik ha due speciali annuali (primavera e estate), ma oltre ad essere in perfetta continuity con la serie regolare mensile, sono anche dei "fuoriserie" veri e propri, con storie più lunghe, formato più grande e con la volontà di narrare elementi del passato (speciale di primavera) o di riportare in scena co-protagonisti della serie regolare (in estate).

      Moz-

      Elimina
  3. Dovrei iniziare a leggerlo anch'io... mi toccherà iniziare dai primissimi numeri...

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E i primi numeri devono essere anche per gli albi non regolari perché anche quelli hanno risentito del passar del tempo.

      Elimina