giovedì 19 febbraio 2015

Curiosità sulle nostre abitudini di lettura


Un po' di giorni fa Anima di carta ci ha fatto partecipi delle sue abitudini letterarie, un po' di gossip non fa mai male :D; poi anche Lisa di de agostibus ha reso note le sue abitudine letterarie, dando via così al meme. E allora perché non farlo anche qui da me? 
Ho visto (anche da Penna blu) che non è necessario rispettare i punti elencati da Anima di carta, pertanto io e Glò avremo un elenco diverso.



E si inizia con le mie abitudini ^^:

  • Prima di leggere un libro faccio un giro nel web tra siti e blog alla ricerca di valutazioni, guardo solo il voto assegnatogli, non leggo i commenti per evitare spoiler.
  • Alle elementari ho letto il mio primo libro, Cipì di Mario Lodi.
  • Una volta leggevo la prefazione ad inizio lettura, poi mi è capitato il mega spoilerone e da allora la leggo alla fine.
  • Se un libro ha la sovraccoperta la levo sempre per non rovinarla, tanto come segnalibro uso appunto un segnalibro, niente sovraccoperta deformata o peggio ancora, orecchie alla pagine.
  • Tenendo libri come reliquie non li presto mai, a meno che la persona che lo riceverà tratti i libri come me.
  • Non mi piace rileggere i libri, solo un paio di volte è accaduto che lo facessi, però mi rileggo i passaggi che mi son piaciuti particolarmente.
  • Un libro iniziato lo porto a termine (solo una volta non ci son riuscito, è stato con La coscienza di Zeno), ci volesse anche tempo ma lo leggo sino in fondo, le parti noiose le leggo velocemente e se faccio troppa fatica, mi prendo ampie pause tra una lettura e la successiva.
  • Non prendo appunti, non scrivo sui libri, non li sottolineo, ma se sono di saggistica conosceranno da vicino più volte l'evidenziatore giallo.
  • Non ho mai letto, e mai lo farò, storie erotiche e d'amore, per il resto non mi faccio problemi a leggere di tutto, anche libri comici.
  • La lettura ideale è da solo e in silenzio, per tale motivo la quasi totalità delle volte è in camera, anche se mi è capitato, in treno, di esser più volte talmente preso dalla lettura di non sentire più alcun rumore e di rischiare di saltare la fermata.
  • Terminata la lettura, riporto su una specie di agendina titolo, autore e prima pubblicazione dell'opera e periodo in cui ho letto il libro; non mi serve a nulla, ho la mania di archiviare e catalogare.
  • Quando entro in libreria ci sto almeno un'oretta, mi piace troppo girare al suo interno, poi mi deprimo perché la maggior parte dei libri che vorrei avere son costosissimi.
  • Ho e-reader ma non prediligo l'epub al cartaceo, come non sono un sostenitore "estremista" del cartaceo, scelgo l'uno o l'altro formato in base a vari fattori, anche se di solito la saggistica la preferisco sul cartaceo
  • Leggo solo libri in italiano e non ho preferenze per il tipo di copertina e carta
  • Una volta leggevo 3 libri contemporaneamente: uno di narrativa, uno di saggistica e uno alla sera prima di dormire. Da un po' leggo un solo libro alla volta, non c'è una vera motivazione, tra un po' potrei tonare a leggere in parallelo.
  • Tra romanzi lunghi e brevi non ho una preferenza, anche se ho sempre il "timore" sui romanzi lunghi perché, come detto, porto a termine sempre le letture iniziate e portare a termine un romanzo lungo che non sta piacendo è (è stata) una fatica immensa.
  • Ho ricevuto pochissimi libri in regalo e mai regalati, intorno a me c'è gente che più di Telesette e de La Settimana Enigmistica non legge

Michele



E ora quelle di Glò:

  • Leggo, senza pregiudizi sui generi (teatro, poesia, saggistica, narrativa, fumetti) e sulle "altezze" (letteratura alta vs bassa, commerciale, mainstream...), odio le classificazioni, sperimento e ho scoperto che è appagante e molto esaltante non darsi limiti. La sola selezione è tra libri e robaccia. Perché, oggettivamente, la robaccia c'è.
  • Facendo selezione serratissima, il genere che preferisco è il romanzo storico. Forse XD
  • Capita che rilegga un libro, e vorrei avere più tempo per potermici dedicare: spesso, riprendere in mano un vecchio volume, dà soddisfazioni inattese.
  • Può accadere che faccia annotazioni a margine. Tendo a conservare al meglio il cartaceo, non piego pagine, non lo smembro aprendolo troppo, non butto fascette e sovraccoperte, se ci sono. Ma, evviva le sottolineature e le annotazioni! Rendono un libro speciale, soprattutto in fase di rilettura!
  • Raramente non termino una lettura, e, coscienziosamente, procedo con introduzione, prefazione, note biobibliografiche se ve ne sono. Non temo spoiler, mai!
  • Le mie due bestie nere (fino ad ora) sono: Cent'anni di solitudine e Quer pasticciaccio brutto de via Merulana, rappresentano una sfida aperta, perché prima o poi riuscirò a terminarli :P
  • Capita che legga alcuni libri (fino a quattro, ma difficilmente accade) contemporaneamente, dipende dall'attenzione e quindi dal tempo che posso dedicare: rispetto i miei tempi, non faccio classifiche annuali, sono lettrice lenta perché i libri meritano. 
  • Ho un numero consistente di titoli che costituiscono i "libri della mia vita", senza alcuna possibilità di ordinamento, però!
  • A seconda di come mi gira, leggo con la musica, nel silenzio più assoluto, in mezzo alla confusione, all'aperto... nessun problema. 
  • Ho un e-reader, che mi facilita la lettura in notturna (data l'insonnia :P), grazie ad un'illuminazione perfetta, che non affatica la vista. Preferisco leggere, frega nulla del mezzo: cartaceo o ebook.
  • Le scelte delle mie letture più o meno si basano su informazioni, che ricerco su alcuni siti seriosi e fidati, su consigli di amici lettori, dei quali tengo sempre conto, su incontri fortuiti (sia per passparola che nei modi più differenti) con autori che ignoravo.
  • Il primo libro letto dovrebbe essere stato Gli otto cugini della Alcott.
Glò

79 commenti:

  1. Ma guarda che bravi! e questo è un invito a raccontare come leggiamo noi, o possiamo criticare come leggete voi? lol

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Criticare quelle di Glò va più che bene :D

      Elimina
    2. Gin! Una ultraLettrice come te, deve fare elenco. Le critiche son doverose XD Attendiamo :D

      Elimina
    3. ahahahah bravissimi! allora sentitevi pure criticati! (implicitamente ovviamente! ;) )

      - Io più che leggere un libro, scopro un autore: mi cerco tutta la sua produzione e cerco di leggermela tutta! Adesso sto leggendo tutto quello che sono riuscita a trovare di Andrea G. Pinketts e mi diverto come una "diavolessa all'inferno"!
      - A mie spese ho imparato ad evitare i saggi introduttivi: ricordo ancora con terrore il tentativo di leggere "Un uomo senza qualità" di Musil; il saggio introduttivo era talmente ostico, pesante e indigeribile che, appena finito, ho chiuso il libro e mi sono detta "mai più una cosa così". Risultato: odio quel critico (e per fortuna non mi ricordo il nome) e non ho letto Musil.
      - Ascolto volentieri il "passaparola" sulla validità degli autori (e Glò ne sa qualcosa) e se posso contribuisco volentieri a passare parola!
      - Amo leggere da sempre ma alla mia età, ammetto che preferisco leggere in digitale per pura e semplice comodità; resto dell'idea che sia importante "leggere", poi ognuno lo faccia come meglio crede: in silenzio, in solitaria, con la musica di sottofondo (Vivaldi è il mio "accompagnatore" preferito) con le persone che parlano o come diavolo volete: l'importante è leggere (io leggo anche mentre mangio alle volte...)
      - Le note: sìììì! ci vanno le note; le scrivevo sui libri di carta, le faccio in digitale; sono la vita di un libro! Non sono per il maltrattamento dei libri, ma non mi sento male ricordando che qualche volta ho fatto un orecchia alla pagina. Inoltre le sovracoperte sono fatte per non rovinare la copertina rigida di un libro: che senso ha salvare la sovracopertina e rischiare di rovinare la rilegatura??? Ma siamo matti??? (questa è per te, Michele il menestrello pignolo)
      - Ogni tanto mi trovo in periodi in cui l'umore è "altalenante" e ho bisogno di stabilità: cosa c'è di meglio di rileggere un libro già letto? Non c'è nulla di nuovo, solo il piacere di rileggere e gustare le parole!
      - Non ricordo il primo libro letto, ma ricordo (e ho ancora) i primi libri veramente amati: la serie edita negli anni '50 del Mago di Oz. Credo di averne 5 degli 8 originali. Che poi sono pure spariti dalla circolazione, e ne pubblicano solo il primo (che vergogna l'editoria oggi!).
      - Non ho mai avuto problemi con la lettura di romanzi "lunghi": cosa sono 1000 pagine quando quello che stai leggendo è affascinante e ti coinvolge al punto di non renderti conto del tempo che passa?
      - Di solito leggo solo un libro per volta, ma ultimamente mi capita di inziarne magari 2 o 3 insieme... (secondo me è colpa di Glò che mi dice: questo lo devi leggere!)
      - So che ci sono alcuni libri di cui non ho completato la lettura: uno sicuramente è il "Mein Kampf". Lettura assolutamente superflua dopo aver studiato la storia ed avere formulato un'opinione sicura sui fatti del "secolo breve". Soldi mal spesi. Gli altri libri non me li ricordo nemmeno... uff devo averli trovati talmente noiosi che manco li ricordo.
      - Per mia fortuna oltre ai libri che mi sono comprata per una vita ne ho anche molti di regalati: famiglia e amici sono sempre stati al corrente della mia passione per la lettura. E ora con gli ebook è ancora più facile!
      - Come Glò ho "i libri della mia vita", ma ormai l'ho dichiarato altre volte, niente classifiche!

      Mi sembra tutto, posso tornare a leggere Pinketts!
      PS: ho riletto per cercare di evitare gli errori di scrittura, spero di averli trovati tutti e corretti.

      Elimina
    4. Gin ti ringrazio per la tua partecipazione al meme!
      Commento bellissimo, fatto da una grande lettrice ^^

      Ah, a proposito, devi assolutamente leggere la Némirovsky! XD
      Ciao e grazie ancora! ^_^

      Elimina
    5. Tutta i libri della Némirovsky e tutti contemporaneamente :D

      che senso ha salvare la sovracopertina e rischiare di rovinare la rilegatura???
      Perchè mi impiccia :D e soprattutto perché sono talmente bravo da non rovinare la rilegatura U_U. E te allora che lasci le patacche sull'e-reader mentre mangi ? Non si fa

      Grazie anche da parte mia per la partecipazione :)

      Elimina
    6. certo che no! ehehehehehehehheh
      troppo impegnata a leggere!
      finito Pinketts, letto Alan Bradley (con la serie di Flavia de Luce) tramortita da Roberto Bolano, ho deciso di risollevarmi il morale leggendo Haruki Murakami. Glò mi ha ordinato di leggere "L'uccello che girava le viti del mondo", io voglio leggere After Dark... se sopravvivo ripasserò di qui fra un po'!

      Elimina
    7. Gin ^_^ Ho solo consigliato fortemente XD Ahahahah! Tu adori il Murakami, dai! L'uccello che girava le viti del mondo non è una lettura: è un'esperienza!!!

      Elimina
  2. Eh no, torno stasera per le mie note! Buona giornata ragazzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi qua, con un giorno di ritardo ma ieri ci sono stati degli imprevisti.
      Commento di sotto.

      Elimina
  3. Grazie per aver partecipato al meme!
    Bello vedere come l'amore per la lettura e i libri si manifesti in modi e abitudini diverse, che rispecchiano anche qualcosa del nostro modo di essere.
    Mi piace l'idea di Michele di catalogare le letture, una cosa che avrei voluto fare in passato, ma non è detto che non possa cominciare ora... Anche perché ogni tanto ho qualche dubbio: ma questo l'ho già letto?
    Vorrei essere come voi e portare a termine sempre i libri iniziati, invece sono diventata parecchio intollerante e quando qualcosa non mi prende l'abbandono presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie a te, per lo spunto e il tuo commento! ^^
      Devo dire, che sono in effetti abbastanza fortunata sulla scelta delle letture, cosa che mi permette di terminarle. Però... alla fine leggere è una passione, forzarsi non ha senso.

      Per catalogare, ovvero per rendermi conto dei libri che possiedo e i titoli letti, sfrutto aNobii :P All'inizio è stato abbastanza traumatico, avendo parecchi libri da inserire: a cose fatte è un'utilità non da poco!

      Elimina
    2. Stupidamente non avevo pensato al fatto che potesse diventare un meme :D.
      Posso permettermi di terminare le letture perché non leggo tanto, quindi alla fine il pregio è un difetto <_<

      Grazie della visita

      Elimina
  4. La sovraccoperta è una mostruosità. Detto ciò, tanta solidarietà per tutti i caduti del pasticciaccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Salomon! Contenta che ci siano altri caduti del pasticciaccio XD Mi sento meno sola!
      Addirittura una mostruosità la sovraccoperta??? XD A me, in alcune edizioni particolari, non dispiace affatto!
      Grazie di essere passato ^^

      Elimina
    2. Come risposto a Ginevra, la sovraccoperta mi impiccia, ma esteticamente non mi dispiace

      Elimina
    3. Anche io boccio la sovraccoperta. E le fascette.

      Elimina
    4. Le fascette non sono un problema, le butto via

      Elimina
    5. Ma povere le fascette! :D Non disdegno di usarle come segnalibri!

      Elimina
  5. Ahah! Che forte! Si vedono tutte le differenze che avete ed è simpatico come meme!
    'Er pasticciaccio' ce l'ho anche io, ma appena ho visto la misura dei caratteri mi sono detta: No, gli occhiali già ce li ho, talpa proprio non ci voglio diventare! :°D
    Però mi ha sempre incuriosita quindi chi lo sa! :°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rileggendo, hai ragione! Io e CapoMik abbiamo pochi punti in comune... poi, sai, lui è Pignolissimo, io ehm... :D
      Anche la mia edizione (una vecchissima Garzanti, copertina gialla) del suddetto libro ha caratteri ridotti! È una vita che si trova nella mia libreria: ho tentato alcuni approcci :P ma non c'è stato verso finora! Eppure ne ho letto bellissime critiche e articoli, mi incuriosisce molto! Anche io, come te, dico "chi lo sa"!
      Ciao e grazie mille, un abbraccio! ^_^

      Elimina
    2. La Sciiiiienza (Crozza che imita Zichici) e l'eresia, ecco cosa siamo io e glò :D
      E' stato divertente fare questo meme ^^

      Elimina
  6. Per cominciare salve.
    Meme interessante, quanto alle letture non terminate credo di avere il record: Pennac e "La fata carabina", mi sono fermato dopo tre pagine.
    Libro mai più ripreso e autore evitato, e senza che ci sia una ragione.
    Da guinness dei primati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Coriolano e grazie per il tuo commento! ^^
      Buon risultato davvero il tuo! :D
      Pensa che io ho sempre guardato con diffidenza a Pennac: poco tempo fa ho iniziato il ciclo di Malaussène, Il paradiso degli orchi. Mi è piaciuto *__* Il prossimo volume è proprio La fata... Speriamo in bene! XD

      Elimina
    2. Bé complimenti XD. Di Pennac ho letto solo "Diario di scuola", piaciuto per nulla, forse ho sbagliato libro con cui approcciarmi a tale autore :D

      Grazie del passaggio

      Elimina
    3. aaaaaaarrrrrggggghhhhh (urlo di estrema sofferenza)
      io adoro pennac! me lo sono letto tutto in cartaceo, nel senso che stanno tutti in bella vista in una libreria: comprato il primo per caso mentre facevo la spesa alla coop, poi presa da frenesia assoluta ho comprato tutti gli altri! Già, ma questa è la mia "malattia" eheheheheh
      E poi la lettura di "La tragica notte del dottor Galvan" è stata un'esperienza incredibilie.

      PS: scusate l'intrusione, ma come si può non amare un capofamiglia che di mestiere fa il "capro espiatorio" e la sua folle famiglia che abita a Belleville?

      Elimina
    4. Michele, hai sbagliato libro. Riprova con Pennac ma fatti un giro nel mondo dei Malaussène!
      Avevo cominciato per caso e poi ho voluto tutto. Faccio spesso così. Se mi piace un autore poi, compro tutto quello che ha scritto.
      Tondelli per esempio: l'ho scoperto per caso e poi divorato.

      Elimina
    5. Mi avete convinto, darò una seconda possibilità a Pennac

      Elimina
    6. Bravo e poi recensisci il libro ;)

      Elimina
  7. Io ho già fatto la lista da Anima di carta e non la ripeto. Mi rendo però sempre più conto di essere ormai l'unico uomo del pleistocene rimasto in circolazione, ancora senza e-reader :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivano!!! ^^
      Ho letto la tua lista sul blog Anima di carta: te la sei cavata benone! XD
      Mai dire mai alla tecnologia, ma non deve essere una forzatura. Per me è una grande comodità, mi permette davvero di avere molti vantaggi "pratici". Questo non significa che non mi piacciano i cartacei. In altri tempi - passati, ahimè - ho avuto la fortuna di bazzicare per archivi storici, capirai l'esaltazione *__*

      Elimina
    2. ho già fatto la lista da Anima di carta e non la ripeto che pigro :D

      Elimina
    3. Tu l'unico uomo e io l'unica donna, Ivano....
      Carta... così prendo appunti, scrivo annotazioni, sottolineo.... lpunica cosa che non faccio ai libri sono le orecchie.
      Per il resto, il primo libro che ho letto è stato Cuore.
      Non ho problemi di lunghezza. Non mi interessa molto cosa dicono gli altri. Se un libro mi attira non guardo in faccia nessuno e lo leggo.
      Quando leggo, però, girate al largo, Voglio pace e silenzio. Tanto comunque anche se parlate non vi sento!
      Ciao fanciulli!

      Elimina
    4. dimenticavo! Importantissimo! I libri NON si prestano. Piuttosto lo compro nuovo e lo regalo ma i miei libri noooooooo!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    5. Potete sempre comprare l'e-reader e usarlo come vassoietto :D
      Questo meme mi ha rassicurato su un mio aspetto, non sono il solo a mozzare le mani a chi mi chiede libri in presito.

      Grazie Patricia per esser passata a dire la tua ^^

      Elimina
    6. Belle le tue abitudini Patricia! E-reader a parte, mi sembra che ci capiamo abbastanza bene!
      E grazie mille per la tua presenza! ^_^

      Elimina
    7. Ciao ragazzi...
      Io non mi sento nemmeno maleducata quando rispondo, non offenderti ma non ne impresto
      E se si offendono, affari loro....

      Elimina
    8. Anche perché spesso non ne hanno cura, "maltrattare" oggetti altrui è maleducazione, libro o non libro

      Elimina
  8. Aggiungo che è una fortuna essere circondati da persone che leggono solo Telesette e la Settimana, così si è al riparo dal prestare libri ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spammone XD Svetti ancora!

      Non ho scritto nulla a proposito del "prestare i libri": sono ancora scossa e inacidita, a tal proposito -_-

      Elimina
    2. Solo una volta ho prestato un libro, passeranno altri mille anni prima che riaccada MUAHAH

      Elimina
    3. Io purtroppo in passato ne ho prestati molti... e riavuti indietro pochissimi. Adesso mai più!

      Elimina
    4. Appunto Ivano. Vedi risposta sopra!

      Elimina
  9. Come anticipavo di sopra ecco i miei punti:


    1) Io leggo di tutto. Non mi spaventa niente, mi piacciono tutti i generi e affronto qualsiasi cosa. A parte la noiosità e la volgarità. Le due cose singole o prese insieme mi fanno chiudere il libro immediatamente.

    2) Adoro vagare per le librerie della mia città; mi piace, allo stesso tempo, conoscerne di nuove, da me o altrove. Vago carica d'entusiasmo e mi soffermo spesso accanto a scaffali e tavolini accarezzando la copertina di libri noti e amati. Poi se scopro qualcosa di nuovo apro il libro e dopo averlo annusato leggo qualcosa, da una pagina presa a caso.
    E' il mio modo di avvicinarmi alla lettura di autori nuovi: se la pagina o le pagine nel miglior caso, mi attraggono e mi spingono avanti, è fatta.

    3) Consigli da recensioni in internet ed altro ne seguo poco o affatto. Ma se una persona di cui mi fido mi propone qualcosa di interessante e di coinvolgente grazie ad una bella recensione ( Glò e Michele riconoscete qualcuno?) allora non ho dubbi. Il libro lo leggerò.

    4) Amo rileggere i libri che hanno fatto di me quella che sono. Che hanno segnato la mia infanzia, adolescenza e maturità. Li rileggo con piacere assaporandoli nel ricordo e scoprendo sempre nuovi angoli rimasti fino ad allora in penombra.

    5) Sono gelosissima dei miei libri. Non li presto mai; piuttosto li regalo nuovi.

    6) Alcuni dei miei preferiti hanno annotazioni a margine scritte a matita. Sempre a matita li sottolineo; ad esempio libri di Erri De Luca sono pieni di annotazioni e di sottolineature.

    7) Ho diverse bestie nere: La Foresta Incantata di Mann; L'Insostenibile Leggerezza dell'Essere di Kundera; Il Signore degli Anelli di Tolkien. Sono solo alcuni.

    8) Leggo più di un libro alla volta e li alterno con i fumetti, altro mio grandissimo amore.

    9) Pure io ho diversi libri del cuore; al primo posto ( l'unico che non cambia praticamente mai) Il Piccolo Principe di Saint-Exupéry. Poi gli altri si alternano dalla seconda posizione in poi.

    10) Non mi convertirò mai all ebook. MAI.

    Il primo libro della mia vita fu PICCOLE DONNE di Louise May Alcott. Lo lessi a cinque anni e mezzo. Subito dopo il CIRCOLO PICKWICK di Dickens. Certo con 'ste partenze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 2) se scopro qualcosa di nuovo apro il libro e dopo averlo annusato leggo qualcosa, da una pagina presa a caso.
      Ti sei mai pentita poi della scelta fatta in questo modo?

      3) Su su che son vergognoso :$. Mi fa molto piacere che le mie opinioni tu le prenda come consigli da seguire, è quel piacere che si ha quando si fa il regalo giusto ^_^

      5) Ribadisco ciò che ho scritto poco sopra, ero convinto di esser "malato" nel vedere i miei libri come il mio tessssssoro e invece ho scoperto che son normale, o siamo tutti malati :D

      10) Pensa, invece di avere una libreria piena di libri, avresti un cassetto pieno di microSD, non è poetico XD ?

      Per le prime letture hai subito testato il tuo interesse: innamorarsi dei libri o detestarli a vita :D

      Elimina
    2. Mi è capitato eccome di essermi pentita. Ma ho presto dimenticato e poi smarrito il libro incriminato. Diciamo che gli scivoloni capitano. Ma succede pure per un libro acquistato dopo una recensione accattivante che ci aveva indotto a comprarlo.
      Magari non è nelle nostre corde oppure è il momento sbagliato.
      Ci sono dei libri in attesa. Di cogliere l'attimo giusto.
      Un cassetto con microSD GIAMMAI.

      Elimina
    3. Eppure gli ebook hanno un loro fascino! :D

      Grazie Mariella per aver partecipato regalandoci un bellissimo commento con le tue abitudini di lettrice *__*
      E grazie per la fiducia che ci riconosci, troppo buona!

      Hai iniziato prestissimo con libri comunque impegnativi, dai! :O A memoria, credo di aver letto il primo libro dopo i sei anni, ma ormai chi si ricorda più -_- Ahahahahah!
      Un abbraccio e buona domenica, a presto! ^^

      Elimina
    4. A scanso di equivoci, la mia scelta di non avere un lettore e-book dipende solo da un voto che ho fatto un po' di tempo fa: che lo avrei comprato solo una volta terminato di scrivere il mio romanzo. Non ho pregiudizi contro, sono solo fedele al voto. ^^

      Elimina
    5. @ Glo' sono stata una bimba precoce nella lettura. Per quello ho frequentato la prima elementare a cinque anni. Ora come ora non lo consiglierei a nessuno. C'è il tempo giusto per ogni cosa anche per imparare. Non bisogna avere fretta. Un abbraccio!

      Elimina
    6. @Ivano: Pubblicherai in cartaceo o digitale ? (E' domanda seria) O almeno nelle intenzioni cosa vorresti fare ?

      Elimina
  10. Scusate: La Montagna Incantata di Mann... Visto lo odio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià! Non ci son dubbi :D

      Grazie per esser tornata come promesso, un giorno dopo chi se ne frega, è stato interessante e piacevole leggere il tuo meme, grazie ancora per aver partecipato (^_^)

      Elimina
    2. Grazie Michele. Ora tolgo il "disturbo"...

      Elimina
    3. Pensa che La montagna incantata è un libro che adoro! Ma con le letture va così...

      Mariella i tuoi commenti sono graditissimi sempre! ^^

      Elimina
  11. Abbiamo molte abitudini in comune sia con Michele che con Glò...Bello questo post di confronto...
    Non ho regole fisse , perchè non ho misure ..O leggo tre libri alla volta, ho sono in astinenza per mesi, dipende...Da che cosa ? Non so ..Tempo, mood, propensione...
    Quasi sempre cartacei, amo l'odore e il rumore della carta e l'assaporo in silenzio senza rumore...Qualche volta in viaggio, ma non mi distraggo, mi infilo nel mio mondo e ci retro!Primo libro letto ...un libro che non ho mai più trovato" Scarpette rosa" e parlava di danza , ero nel pieno dei miei fulgori ballerini pur essendo piccina, la danza era il mio mondo!
    Un bacio enorme!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella!!! ^^ Che bello leggere le tue abitudini di lettura!
      Molte cose ci accomunano, in effetti anche io passo periodi di furore di lettura alternato a fasi piuttosto smorte :P Dipende dal mood, eccome!

      Un abbraccio a te, ciao cara Nella! ^_^

      Elimina
    2. Le mie abitudini le ho scoperte con questo meme, non le avevo mai "notate" prima :D
      Grazie per aver partecipato, è sempre interessante conoscere le abitudini di una persona su un qualcosa che si ha in comune, ancor di più quando si frequenta tale persona.
      Baciotto notturno

      Elimina
    3. Ma grazie a voi miei adorabili amici!

      Elimina
  12. Ciao, prima di tutto! Sono al mio primo passaggio qui. :)
    Anch'io tolgo la sovracopertina per non rovinarla, e sì, così rovino la copertina, ma occhio non vede e cuore non duole.
    Siamo in tanti a non prestare libri o a farlo malvolentieri, chiedendo qualcosa (o qualcuno!) da tenere in ostaggio. Si deduce che tra noi lettori si aggirano dei sabotatori che sottolineano, orecchiano, macchiano, riprestano e perdono, giusto? E io che credevo fossimo perfetti... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grazia, benvenuta e grazie per la partecipazione! ^^

      Faccio ulteriore rivelazione a proposito delle copertine XD In tempi di pendolarismo, foderavo i libri in lettura con carta (riciclata da regali o da giornali) per non rovinarli!
      Sulla questione prestito ahimè... sparo un titolo su tutti: Il signore degli anelli, periodo liceale, prestito e successivi prestiti - non da me autorizzati - finché si perse. Certo, come no -_-
      Potrei elencarne altri perduti, purtroppo :P
      Concordo con te sul fatto che qualcosa non quadra, anche tra i lettori esiste l'imperfezione! :D

      Ciao alla prossima! ^^

      Elimina
    2. E se invece i lettori non perfetti non fossero dei veri lettori ? ?_?
      Benvenuta e grazie per esser passata a dirci delle tue abitudini
      Ciao e spero a presto ^^

      Elimina
  13. Mi piace l'idea di questo meme, potrei utilizzarlo anche io sul mio blog.
    Per adesso dico solo che :
    -Anche io quando leggo un libro per non rovinare niente levo eventuali sovracopertine e fascette, salvo poi rimetterle al loro posto una volta terminata la lettura, senza buttare le fascette, ma anzi conservandole religiosamente.
    -Catalogo anche io tutti i libri letti, anche i fumetti. Insomma la mia natura di collezionista complulsivo ha la meglio su tutto il resto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti maniaci siamo :D
      Negli anni mi son dato una calmata nel catalogare, ogni tanto rimanevo imprigionato nei miei stessi schemi =_=
      Grazie Nick per il tuo fugace passaggio :D, scherzo, fa sempre piacere avere commenti, però! Mi aspetto di leggere tutte le tue - spero strane come le nostre XD - abitudine di lettura

      Elimina
    2. Ciao Nick!!! ^^
      Se fai post sul tuo blog, io corro a commentare (ne ho ancora di rivelazioni da fare XD)

      Caro amico delle fascette, come ti capisco *__* Sulla catalogazione: ci provo, ma potrei fare di meglio :P
      Grazie e a presto! ^_^

      Elimina
  14. Copio/incollo direttamente la mia risposta dal blog di Lisa.
    1) Leggo tanto, tantissimo. Due volte mi è capitato di leggere oltre 200 pagine in un giorno. Si trattava del Secondo libro della Fantascienza e di uno della serie de La ruota del tempo.
    2) Leggo anche nei ritagli di tempo. L'estate scorsa nelle ore buche tra le lezioni ho letto la seconda metà di Guerra e Pace, scatenando qualche ironia da parte dei colleghi.
    3) Mi piace ricercare vecchi libri che contengono racconti "dimenticati" scovandoli seppelliti nelle biblioteche.
    4) Non mi piace leggere sul pullman o sul treno.
    5) Da almeno un anno dedico il sabato mattina alla lettura di testi scientifici di ogni tipo.
    6) Se un libro o un racconto non mi appassiona da subito, lo lascio perdere. C'è poco tempo per i bei libri, figuriamoci per quelli brutti.
    7) Sul mio comodino alle volte tendono ad accumularsi svariati libri in attesa di lettura (ma che poi leggo tutti). Una volta sono arrivati a 8-9.
    8) Per alcuni anni ho tenuto una statistica di quante pagine leggevo e calcolavo anche il numero di pagine lette al giorno per ogni mese. Mi sono fermato dopo aver superato le diecimila pagine. Faceva troppo da disturbo ossessivo-compulsivo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco e grazie per la tua partecipazione! ^^

      Con il punto superi per "precisione" perfino Michele *__*
      Da quel che ho capito, sei un grandissimo lettore! :O Le 200 pagine giornaliere le ho toccate solo una volta: con Maurice di E.M. Forster.
      Anche io faccio pile - inutili- di libri-che-devo-proprio-leggere-a-breve... ma spesso do priorità ad altri titoli! E così... la pila viene riposta, tanto a breve se ne crea un'altra :D

      Ciao e alla prossima! ^_^

      Elimina
    2. 2) nelle ore buche tra le lezioni ho letto la seconda metà di Guerra e Pace, scatenando qualche ironia da parte dei colleghi. è andata bene, non ti han picchiato :D
      4) Se leggo in treno è quando son viaggi lunghi, da almeno un'ora
      6) Se avesse un inizio lento e poi diventasse interessante ?
      7) Quelli in attesa di lettura li tengo dentro al comodino, per far prendere loro polvere. Eh lo so! :D
      8) Decisamente XD

      Grazie Marco per aver partecipato anche da noi ^^
      E per averci fatto sapere che anche tu sei "malato" :D

      Elimina
    3. Se venissi picchiato da degli insegnanti per stare leggendo tolstoj sarebbe ridicolo! Comunque l'anno prima avevo letto Larsson.
      6) in realtà se non funziona o sai che ti annoiera lo capisci da subito (a volte mi sono fermato dopo 200 pagine)
      7) a volte anch'io, ma preferisco la musica
      8) ne sono conscio... Ma almeno ho smesso con questa abitudine da aritmomaniaco...

      Elimina
  15. Mi piace sempre scoprire qualcosa sulla vita dei blogger al di fuori del blog. Bel post, ragazzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che belle abitudini/fobie abbiamo? XD
      Grazie Romina! ^^

      Elimina
    2. Un meme interessante e simpatico per conoscerci meglio ^^

      Elimina
  16. Mi ritrovo in diversi punti, abbiamo molto in comune.
    Credo che in definitiva un lettore sia metodico, abitudinario, legato a dei rituali che sono sempre gli stessi perchè... leggere quando è un'abitudine appartiene intimamente alla nostra quotidianità.
    Io in generale tendo a essere anche molto ordinata con la mia libreria, nel senso che non ho mai sciupato un libro per incuria o distrazione. I libri non sono come i tappeti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tenere i libri come reliquie è risultata essere abitudine comune.
      Grazie per esser passata ^^

      Elimina
    2. Anche io sono molto ordinata con le mie librerie/mensole, ho paura, però, di saper gestire soltanto io quella particolare disposizione dei libri :D
      Vero che, quando leggere è un fatto legato alla quotidianità, si sviluppano piccoli rituali ^_^
      Ciao Luz, grazie di averci raccontato qualche tuo segreto da lettrice! XD

      Elimina