martedì 17 febbraio 2015

Fumetto: Dylan Dog n. 341 - Al servizio del caos





E finalmente ecco il fumetto che dovrebbe dare il via in maniera definitiva al nuovo ciclo (nuova vita) dell'Indagatore dell'Incubo. E lor signori... 'azzo se ci riesce.
Le prime pagine dell'albo servono per spiegarci chi sia John Ghost e lo fanno senza giri di parole, senza accenni né fraintendimenti, il carisma, il fascino e la potenza di questo nuovo antagonista di Dylan ci arrivano dritti in volto, veloci, facendoci dimenticare l'Old boy mentre osserviamo affascinati la maestosità di Ghost, sperando quasi che sia lui il nuovo protagonista della serie.
Una introduzione così bella erano anni che non la leggevo. Ma non si esaurisce tutto alla introduzione, la storia seppur semplice è farcita di omaggi, di richiami e soprattutto getta le basi per notevoli sviluppi futuri, sperando che in casa Bonelli abbiano già deciso dove andare, il come lo vedremo di mese in mese.
Ultima nota sui disegni, spettacolari, belli e finalmente molto particolareggiati, pieni di dettagli, dalle persone, ai visi, ai luoghi al chiuso, all'aperto, alle panoramiche, alle scene di azione.
Ci voleva un personaggio come John Ghost, per la prima volta da quando seguo questa serie (estate del '91), ho tifato per il cattivo, a tutt'ora Dylan è la parodia di se stesso, ti vuoi svegliare!?!



Michele

20 commenti:

  1. Tifare per i cattivi è stata quasi sempre una mia prerogativa! :°D
    Non è facile caratterizzarli in modo adeguato, però sembra proprio che qui ci siano riusciti!
    Speriamo bene per il nuovo Dylan!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti scopro satanassa ogni volta di più :D.
      Speriamo che non sia un fuoco di paglia

      Elimina
  2. Anche in questo caso la vediamo uguale, per fortuna finalmente in positivo dopo le cagate del recente passato!
    Qui la mia rece:
    http://www.ftnews.it/articolo.asp?cod=126&sezione=1&

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letto la tua recensione ^^.
      Mi son proprio esaltato con questo albo, così se il prossimo sarà brutto, la delusione sarà devastante >_>

      Elimina
  3. Michele mi hai convinto. Compro il numero. Solo per vedere le novità decantate... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente vale l'acquisto per i disegni

      Elimina
    2. Comprato oggi. Lo leggerò questo fine settimana e poi ti dico!

      Elimina
    3. Letto. Ho soddisfatto la mia curiosità e visto il nuovo corso. Avevo interrotto l'acquisto di Dylan parecchi anni fa e non mi sono ancora pentita. Questo albo è un gran bell'album. A partire dalla copertina e dalle tavole delle prime pagine ad opera di Stano.
      La sceneggiatura è ottima non per nulla di Recchioni l'autore di Orfani di cui ho tutta la prima serie.
      Cosa aggiungere. Dylan mi annoia da un bel po': benvenuto John Ghost.

      Elimina
    4. Se continueranno in questo modo, quasi quasi potresti ricominciare a leggerlo ^^

      Elimina
  4. Sai Michele che quando parli di questo fumetto il mio cuore si sgretola...quindi..passo ad altro, ma lo compro!
    Abbraccio serale!

    RispondiElimina
  5. Questo voglio assolutamente leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mi raccomando, pure tu tifa per John Ghost :D

      Elimina
    2. Va beh, per Dylan ormai ho perso le speranze e Groucho alle volte sembra solo una decorazione dovuta.

      Elimina
    3. Decorazione che è diventata sempre più sporadica

      Elimina
  6. Ci sarà la versione e-book?
    Ehi! Ho appena visto che sono nella lista dei blog su cui vai a curiosare! Grazie! :)
    MikiMoz è tra i più chiacchieroni? Ehh, non mi sorprende... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma magari ci fosse in e-book.
      Però devi continuare a meritarti il posto :D
      Qualche commento e anche tu entrai nella lista dei più chiacchieroni ^^

      Elimina
  7. Io ho amato al servizio del caos! Oltre che a mettere in mostra un Bigliardo fantastico, con tavole stupende e che ho anche avuto il piacere di ascoltare a una conferenza proprio su questo numero di Dylan Dog a Napoli, la storia è fantastica, finalmente attuale! Molte persone si sono lamentate per la scelta di dare a Dylan un cellulare, ma in effetti è stata la scelta più giusta, continuare sulla strada del rifiuto al progresso, non avrebbe fatto altro che lasciar marcire il personaggio in una dimensione surreale che prescinde dalla "realtà", seppur fumettistica.
    Per quanto riguarda i riferimenti di questo volume, sono scoppiato dal ridere quando ho visto Gordon Ramsey!
    Vorrei poi consigliare a tutti quelli che l'hanno letto di andarsi a riguardare la tavola a pagina 63. Tutti i dettagli di quel salotto sono curati nei minimi particolari, ho anche giocato con alcuni miei amici nel cercare di riconoscere tutti i riferimenti messi li su quei mobili e su quelle librerie, vi consiglio di farlo perché io mi sono divertito troppo!
    Comunque ottima recensione, spero di leggerne altre su Dylan!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul cellulare aggiungo che comunque non mi sembra chissà quale rivoluzione, è un cambiamento "importante", ma non da lamentarsi come ho letto pure io.
      La tavola a pagina 63 ahahahah, prima di girare pagina mi ci son fermato 5 minuti a scrutare e cercare di riconoscere tutti gli oggetti :D
      Altre recensioni su Dylan sicuro, se belle come questa non so :D
      Grazie del complimenti ^^ e benvenuto nel blog.

      Elimina