giovedì 9 luglio 2015

Fumetto: Maxi Dylan Dog n. 23


Le storie raccontate in questo albo mantengono il vecchio stile e la scritta Old Boy è lì a ricordarcelo, è sempre bene tenerlo a mente.

Chiuso nell'incubo
Parte molto bene, si perde un po' nel proseguo, trama già letta, ma scritta bene, scorrevole, ottimi disegni, il tutto arricchito con momenti onirici e horror; nel complesso può essere considerata una storia Old Boy.

A volte non ritornano
Storia standard anche in questo caso, ma carina, penalizzata dalla sceneggiatura e dai disegni, bruttarelli, ma soprattutto dai volti,  la cui fisionomia cambia in base alla inquadratura. Peccato.

Sciopero generale
Il vero Dylan Dog: surreale, splatter, a tratti incomprensibile, situazioni a cui non viene data spiegazione e ironia. Ottima!


Valutazione identica al precedente Maxi: molto soddisfatto



Michele

12 commenti:

  1. Ho un rapporto contrastato con DD in questo periodo. Sto leggendo e rileggendo i primi episodi grazie al recupero delle prime Grandi Ristampe gustandomi le meraviglie di Sclavi e soci, poi ho seguito il rilancio operato sotto l'egida di Recchioni e devo dire di aver trovato poco cose realmente interessanti e molte altre abbastanza scadenti tanto da pensare di orientarmi solo sul recupero eventuale delle ristampe grazie a fiere e mercatini. Vedremo il da farsi, in giro ci sono proposte e ristampe di materiale ben più meritevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. poco cose realmente interessanti e molte altre abbastanza scadenti
      concordo pienamente, infatti sono sempre più convinto di smettere a fine anno di comprare la serie mensile, dedicandomi agli albi speciali

      Elimina
  2. Per far spazio ho tutta la raccolta digitalizzata. Devo dire che il meglio appartiene al passato, ma come fumetto può ancora dire la sua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok che cambiano i tempi, ok che pure noi lettori siamo cambiati, ma è fuori di discussione che il nuovo Dylan è nettamente inferiore al precedente. Le nuove generazioni potrebbero apprezzarlo al punto da avere successo il rilancio, ma il nuovo Dylan è il fratello brutto del vecchio :D

      Elimina
  3. E qui ritorniamo nei ricordi di un tempo......e purtroppo non miei...
    Ma sia quel che sia, come si fa a resistere a non averlo?
    Bacioni serali!

    RispondiElimina
  4. Vi ricordate quando uscì, che spettacolo. Una novità assoluta nel panorama fumettistico Italiano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio primo albo compratomi da mio zio che pensava fosse una schifezza :D

      Elimina
  5. Eeeeeh, invece abbiamo scoperto uno spettacolare Tiziano Sclavi.

    RispondiElimina
  6. Insomma sembra un po' meglio del solito.
    In realtà qualche bella idea di rilancio l'hanno avuta col Color Fest, ma il problema rimangono sempre le storie. Forse se Sclavi avesse evitato di estraniarsi totalmente....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me manca l'albo gigante con le sue 4 storie, 2 brevi e 2 lunghe, non avrebbero potuto usare quello per le storie Old Boy sopprimendo al suo posto il maxi?

      Elimina