giovedì 4 febbraio 2016

Segnalazione: "Guardami" di Adriano Perrone



TitoloGuardami
AutoreAdriano Perrone
Editoreyoucanprint
Pubblicazione: 2016
Pagine: 390
Versione cartacea: 22,00 € (ibs, unilibro, Amazon)

Sinossi
La "realtà aumentata" è l'ultima conquista della tecnologia nel campo dell'intrattenimento multimediale.
Tutti i grandi colossi internazionali, da Google a Microsoft, da Marck Zuckenberg a Jan Koum, stanno investendo milioni di dollari sull'affare del secolo.
La "Miglior Vita Corporation", del magnate Ronald O'Bryan, promette a tutti emozioni senza precedenti.
I suoi cinema, dotati di tecnologia 4D, immergeranno gli "spettatori-partecipanti" in una realtà alternativa dove sarà praticamente impossibile distinguere la realtà dalla finzione.
Le prime proiezioni sembrano dare risultati eccellenti.
Tutti sembrano entusisti... ansiosi di provare questa fantastica tecnologia... ma l'uragano Carola, in arrivo sulla costa atlantica, sembra voler rimandare i facili entusiasmi degli abitanti di Portsmouth.
Oltre questo... i comportamenti di colori che hanno partecipato alle prime proiezioni appaiono strani.
Le interviste mostrano persone in preda ad una strana estasi... urla... pianti... strani movimenti...
È soltanto il risultato di una fortissima emozione o si cela un'ombra dietro questa tecnologia?
“Ma che meraviglia!” disse un cliente abituale “Cosa vi siete inventati questa volta?”
Molti risero.
Dire “cosa vi siete inventati” lasciava intendere che quei due non dormissero la notte per accaparrarsi i clienti.
La titolare, quindi, mostrò un vassoio di carta con dei grossi pasticcini alla crema, color rosso vivo.
Alcuni avevano una fragola in punta, altri una ciliegia… altri ancora ribes o more.
L'aspetto era davvero invitante.
Molti si accalcarono per guardare quella meraviglia.
“Qual è il nome di questa squisitezza?” chiese una signora anziana.
“Li abbiamo battezzati bloody greedy! Vi piaceranno!”
I signori sorrisero per la quasi assonanza con il famoso cocktail “Bloody Mary”.
I coniugi Acosta erano davvero degli artisti.
Tutta quella crema...
I clienti cominciarono subito a comprare e ad assaggiare quella novità che purtroppo finì subito.
Fu un successo, come sempre.
“Ce n'è ancora?” chiesero quelli arrivati dopo “Si può prenotare? Vorremmo assaggiarli anche noi”
“Vado a vedere se mio marito ne sta preparando altri. Nel caso fossero finiti gli ingredienti… certo che potete prenotarli! Ne faremo molti di più la settimana prossima”
Quindi sfoggiò l'ennesimo sorriso e si allontanò un attimo per dirigersi in laboratorio.
Attraversò uno stretto corridoio seguendo una striscia di sangue ormai secca.
Quella striscia era lì dalla mattina presto.
La traccia proseguì fino al laboratorio dove c'era suo marito intento a preparare dolciumi di vario tipo.
Sopra un'impastatrice di medie dimensioni c'era il corpo, impalato e a testa in giù, del loro caro figliolo.
Era aperto nel mezzo come un bue, con le viscere a penzoloni, e la faccia era stata quasi completamente mangiata.
Non sanguinava più ma buona parte del suo sangue, oltre a trovarsi per terra, era stato precedentemente impastato con la farina, la vanillina e altri ingredienti.
“Caro...” disse la signora Acosta “i clienti chiedono se stai preparando altri bloody greedy. Ne vanno pazzi”
Il marito guardò il corpo di quello che una volta avrebbe chiamato figlio e no… purtroppo non produceva più.
Immobile in quella sorta di spiedo verticale come un kebab umano.

Pagina Facebook: LINK


Adriano Perrone
«Il titolo del mio primo libro pubblicato, scritto all'età di 18 anni, si intitola Questione d'energia ed è un racconto fantasy nato come semplice scherzo tra amici. Recentemente il libro ha subito un "re-styling" per adattarsi ai tempi (nella prima versione i personaggi trovavano un certo elemento chimico sulle pagine gialle... adesso la nuova versione dice "internet") mantenendo pur sempre la traccia originale.
Incredibilmente il sequel del mio primo libro è stato scritto soltanto nel 2014 (Questione d'energia II) e devo dire grazie ad un amico che mi ha assillato affinché lo portassi a termine senza mai perdere le speranze. Sembra strano... ma dopo una pausa di quasi 25 anni, Questione d'energia II è stato scritta in soli 22 giorni!
Dopo è stato il turno di Equilatero (un racconto di fantascienza), poi di Antichi Segreti (il manuale di un Gioco di Ruolo iper-realistico che comprenderà 25 libri: al momento ne esistono solo 6), poi di AWF 1 e AWF 2 (due manuali di un gioco di società fantasy), poi il libro Progetto per l'elevazione umana (un manuale di auto-motivazione e PNL), Marvelous Memory (un manuale di "tecniche di memoria e strategie d'apprendimento rapido" di cui sono il curatore del corso omonimo), I love my Code (altro libro di fantascienza), Forte come un filo d'erba (che è la storia di una persona che si sveglia, paralizzato, muto e senza memoria, dentro un ospedale. Il suo doloroso percorso verso la guarigione fisica ed emotiva).
L'anello di Corallo (una storia d'avventura per ragazzi). Quindi fu la volta di Ipotesi di tempo negativo (la mia passione per la fisica non poteva non trasformarsi in una serie di ipotesi e dubbi sulle teorie attualmente accettate), Il prossimo dominio mondiale (un libro di fantapolitica che fa una carrellata di tutte le forme di governo della storia e del loro "fallimento" per poi ipotizzare quale sarà e come sarà il prossimo dominio...) e altri.
Il mio ultimo libro, il sedicesimo, si intitola Il cavaliere & la Morte, un fantasy 
con sfumature noir.
Scrivere è stato, per me, la salvezza. La salvezza nei momenti di solitudine, durante i fallimenti e le frustrazioni della vita. La salvezza per le mie riflessioni.
Scrivere mi salva ancora. Adesso insegno, saltuariamente, "tecniche di memoria" a privati e a chiunque ne faccia richiesta... ma non smetto di scrivere, sognare, guardare gli insetti.
Posso accettare di diventare vecchio, grasso e brutto... ma non posso accettare di smettere di imparare. Ho in testa una trentina di libri che aspettano soltanto di essere solidificati. Non so come sarà il futuro e se, le mie opere, faranno successo oppure no, ma io continuerò a farlo perché ci credo e perché mi aiuta.»


la nostra Libreria

14 commenti:

  1. Un'opera promettente :)

    Gli "ingredienti" ci sono tutti: riferimenti alla realtà, tecnologia, una certa vena distopica...

    Penso che lo cercherò :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea! Sì, gli elementi di partenza ci sono eccome ^^ Incuriosisce parecchio,il brano scelto quale estratto innanzi tutto *__*
      Grazie del passaggio e a presto ^_^

      Elimina
  2. Un orrore fantasioso e quindi affascinante.
    Lo cercherò anch'io.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana! Anche a noi è sembrato interessante e intrigante!
      Grazie mille, alla prossima :D

      Elimina
  3. Sara' sicuramente un ottima lettura!!
    Dello stesso scrittore ho letto "L'anello di corallo","Forte come un filo d'erba" e ""Il cavaliere della morte"....tutti e tre bellissimi libri.
    "Guardami" non manchera' nella mia libreria....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ottimo avere una testimonianza da chi ha letto altri libri dell'autore.
      Buona lettura, dunque ^^
      Grazie per il passaggio!

      Elimina
  4. Nuovo e ottimo lavoro di Adriano Perrone.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cavaliere! Grazie per la tua conferma sul libro, che dall'estratto e dalla trama incuriosisce parecchio.
      Buonanotte e a presto ^_^

      Elimina
  5. Questo tipo di racconti non fanno per me.
    Ma scoprire nuovi e bravi autori è importante.
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariella! Grazie per il tuo supporto, per noi è importante ;)
      Un abbraccio e a presto ^_^

      Elimina
  6. I presupposti sono decisamente intriganti. Ci farò un pensierino! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick! Ha incuriosito anche noi (team XD)! L'estratto sembra molto nelle mie corde: ah, la mia vena splatter *__*
      Buona serata ^_^

      Elimina
  7. Interessante quello che scrivi di questo libro, dal titolo uguale di un famoso film di Davide Ferrario ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alli! ^_^
      L'autore ci ha inviato una sua biografia molto personalizzata (quella pubblicata), che a mio parere può essere una spinta in più a scegliere il suo lavoro!
      Grazie mille e alla prossima!

      Elimina