giovedì 5 maggio 2016

Libro: "Nero elfico" di Daniele Picciuti


Titolo: Nero elfico
Autore: Daniele Picciuti
Editore: Watson Edizioni collana Ombre, 2015 pagine 278
Versione cartacea: € 10,00 (Watson Edizioni)
Versione digitale: € 1,99 (Watson Edizioni)


“Nero Elfico non è un vero e proprio romanzo. Lo definirei un tutto-in-uno, un Bizzarro fiction.”

Ecco come Daniele Picciuti, l'autore, presenta il suo romanzo: per quanto io non apprezzi normalmente etichette di sorta, devo dire che in questo caso l'attribuzione si fa necessaria e anche interessante. 
E da Wikipedia scopriamo dettagliatamente in che cosa consiste il genere Bizzaro fiction:
Bizarro fiction is a contemporary literary genre, which often uses elements of absurdism, satire, and the grotesque, along with pop-surrealism and genre fiction staples, in order to create subversive, weird, and entertaining works.

Sinossi (leggermente censurata: a mio parere c'era uno spoilerone! XD)
Ponte Spaccato è un villaggio sperduto di quattrocentocinquanta abitanti, un paese di fabbri, muratori, contadini, falegnami e artigiani, gente semplice che conduce una vita tranquilla. Finché non fa la sua apparizione Lacero, un mezz'elfo feroce e astuto, che nel giro di poco tempo riesce a diventare sceriffo. Lui e Violata, la sua donna, una spietata assassina, si trovano presto al centro di una serie di macabri e sanguinosi avvenimenti che sconvolgono la cittadina. Il Male stesso, nelle vesti di alcuni personaggi diabolici e perversi – il demone Scribacchio, la contessa Bianca, il mago Grimorio, il nano Toro-Dai, il Negromante – si abbatte su quella povera gente che, suo malgrado, dovrà fare affidamento, per la propria sopravvivenza, al “male minore” costituito dalla scanzonata coppia di criminali. Della partita saranno le terribili gemelle Coro, il Castigatore muto, il grosso Melmone e sua madre Poiana, e numerosi altri personaggi uno più improbabile dell’altro, fino a scomodare nientemeno che *********. Presto, tutti comprenderanno che l’ago della bilancia in questo scontro è il Trono d’ossa, un antico artefatto che dà, a chi vi siede, il dominio sui morti.

L'ho letto!
Lo sviluppo della storia procede per esagerazioni, colpi di scena, nuove strade da percorrere: una sorta di romanzo picaresco con tanto di avventure, combattimenti sia magici che fisici, una dose di splatter e di sesso, il tutto coerentemente esagerato :D

Nero elfico è un fantasy nato per farci divertire, dove il mezzo elfo protagonista, anche grazie a questa sua condizione che lo segna come "diverso", è fuori da ogni morale, così come lo sono gli altri personaggi, introdotti perfettamente dai rispettivi nomi. Che cosa possiamo aspettarci dalla coppia innamorata Lacero-Violata? Ecco... :D
Tanti sono gli elementi convincenti: la buona scrittura di Picciuti, il suo saper mantenere l'attenzione del lettore - che certamente deve essere predisposto per una simile lettura - attraverso intrighi, suspense, sospensioni nella trama, originalità e una certa maestria nell'armonizzare il tutto.
Devo ammettere che, nella seconda metà del libro, un avvenimento molto decontestualizzato mi ha, sulle prime, un po' confusa. Eppure, questa stessa parte, oltre ad essere necessaria ai fini della conclusione dell'avventura, è assai divertente e mi chiedo se l'autore non abbia voluto ironizzare su determinati stereotipi letterari o forse infrangere le "regole". E c'è anche un certo trono... che potete vedere in copertina. Non so se, sull'onda emotiva di queste ultime settimane d'attesa (N.di Glò: GoT), la mia associazione ad un altro trono sia fuori luogo, però anche in questo caso tutti lo vogliono e se le danno da far concorrenza ad Approdo del Re :P
Il villaggio cui si torna sempre, che ha, cioè, un'azione centripeta sui personaggi, è Ponte Spaccato: impoverito via via di "anime", si capisce reggersi prendendo ad esempio la massima "chi fa da sé fa per tre", propria degli stessi rappresentanti della legge. Forza, astuzia, arti magiche, dissimulazione, scorrettezze, lotta per la sopravvivenza: queste sono le "virtù" che accomunano tutti gli abitanti del luogo, e non solo...

Nero elfico per me è stata la lettura giusta al momento opportuno: avevo bisogno di ridere e staccare dalle recenti letture "seriose", senza rinunciare, siccome sono una lettrice esigente, a una scrittura buona e appassionante. E poi ormai lo sapete che le bizzarrie mi piacciono un sacco *__*

Daniele Picciuti
Nato a Roma nel gennaio del 1974, Daniele Picciuti si appassiona all'horror grazie ai romanzi di Stephen King prima, Peter Straub e Dean R. Koontz poi, fino a scoprire uno dei fondatori del genere: H.P. Lovecraft. Finalista a molti concorsi letterari di genere, tra cui Il Sentiero dei Draghi e Short Kipple, vincitore del Premio NASF 6 (2010), terzo classificato al Premio Algernon Blackwood (2011).
È Presidente dell’Associazione Culturale Nero Cafè, co-responsabile del magazine Knife e del marchio editoriale Nero Press. È ideatore di diversi premi letterari, come Minuti Contati, Nero Lab e il Premio John W. Polidori di Letteratura Horror (per Nero Cafè).




È autore de I Racconti del Sangue e dell’Acqua con Bel-Ami Edizioni; Ritorno alla Mary Celeste, con Dunwich Edizioni; Terraluna, con Runa Editrice; La polvere del tempo con Nero Press; R’Lyeh – Dal profondo sempre per Dunwich; Clowns Vs Zombies per Nero Press.


Una nota finale: Nero Elfico ha vinto il premio Cittadella 2016 per il miglior romanzo fantasy assegnato durante la 17ª edizione della Deepcon, tenutasi a Fiuggi dal 17 al 20 marzo scorsi.
Qui trovate il Danielepicciuti’s Weblog per altre curiosità!


Giudizio finale: ottimo acquisto



la nostra Libreria (Glò)

33 commenti:

  1. Mmmm, molto al di fuori della mia sfera di interessi, almeno a prima vista, purtroppo in casi come questo, vista la mole di roba che ho e che vorrei leggere... mah, per me è no! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Firma! Occorre fare delle scelte, sì, capisco perfettamente :D
      Per me è stata la lettura perfetta, come ho scritto nel post, dopo una fase piuttosto "seriosa", ci voleva proprio ;)

      Elimina
  2. Provo a indovinare. Nove asterischi... Tex Willer!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Ivano, gli asterischi sono in numero casuale XD Stavano bene, ahahahah! Io sono la caotica del trio di casa eh, i pignoli sono PG e Michele :D
      Comunque... ben oltre Tex! :D

      Elimina
  3. Non amo particolarmente il fantasy ma adoro la bizzarro fiction, quindi mi fido e segno! :-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai tranquillo, ché qui il fantasy è ben "creativo", utilizzato in modo divertente e, appunto, stravolgendolo!

      Elimina
  4. Sembra proprio divertente! Non sapevo della "bizzarro fiction", deve essere spassosa XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è un bell'esperimento! A me piace parecchio sperimentare, sono molto curiosa e questo libro mi ha convinta!

      Elimina
  5. Proprio vero, c'è sempre da imparare. Comunque è un genere che non bazzico molto, appena finito di leggere la piletta in attesa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimiliano! Concordo, non si finisce mai... e non si finisce mai di aggiungere nuove letture alle liste! XD

      Elimina
  6. Mille grazie per la bella recensione. Hai colto nel segno alcuni riferimenti anche se, in effetti, il mio "trono" non voleva prendere in giro quello di GOT (sebbene mi renda conto che ci riesce benissimo), ma è stata una coincidenza piacevole (quando l'ho scritto, la serie non c'era e a casa avevo soltanto un libro della saga, non letto).
    Credo sia un libro "non per tutti", può piacere moltissimo e non piacere per niente, penso però che a leggerlo non ci si annoi. Almeno spero! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniele e benvenuto ^_^
      Grazie per il tuo apprezzamento: non è semplice rendere giustizia ad un libro, soprattutto quando si tratta di qualcosa di particolare rispetto alle mie letture abituali (e infatti non nascondo qualche timore nato durante la stesura del post XD).
      Non solo non ci si annoia, ma Nero elfico è veramente molto piacevole a leggersi, lo ripeto ancora! Sulla questione del non essere per tutti, ci sta... ma qui aprirei un discorso troppo vasto. Sono del parere che questi piccoli spazi della blogosfera possano suggerire quel che di solito o non si conosce (per le solite questioni: moda, pubblicità, canali di distribuzione...) o non si frequenta per abitudini proprie. A volte ad osare, si fa soltanto il proprio bene!
      (Il mio citare il trono "mediatico" in verità è stato indotto dalla massiccia esposizione pre-inizio stagione :D)
      Grazie ancora e a rileggerci :D

      Elimina
  7. La bizarro-fiction non è il mio genere. Però colgo l'occasione per segnalare che se domani passate sul mio blog scoprirete che... siete stati nominati ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh grazie Ariano! A tra poco allora :D

      Elimina
  8. Deve essere senza alcun dubbio un libro abbastanza particolare mia cara Glo'.
    Non amo eccessivamente il genere fantasy, ma questo mi sembra un fantasy per modo di dire..
    Ha un telaio che si può definire così, ma il ricamo si dipana in vari altri generi, dall'horror, al thriller, al diabolico ,etc etc..Forse lo leggerò!
    Grazie come sempre amica mia...Un grosso bacio e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella! Hai colto perfettamente: qui il fantasy è talmente mischiato ad altri generi da risultare molto accattivante anche per chi non lo gradisce particolarmente ;) Tutto è sopra le righe e assai divertente!
      Grazie a te per essere sempre presente! Un grande abbraccio ^_^

      Elimina
    2. Ti stringo forte amica mia bella!

      Elimina
  9. Non è il mio genere come ben sapete. Ma plaudo sempre alla vostra bravura nel proporre libri interessanti sotto ogni punto di vista.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariella, sì immaginavo, ormai conosco abbastanza i tuoi gusti!
      Ti ringrazio, ma sei troppo buona con me :D
      Buon week end e un abbraccio ^^

      Elimina
  10. invece è proprio il genere che fa per me. Ho letto alcune cose del buon Picciuti e debbo dire che il ragazzo "sa" scrivere. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick! ^_^ Prezioso il tuo parere sull'autore! Concordo su quanto hai scritto. Per me leggere questo libro è stato allargare un po' i miei soliti orizzonti, ciò che è sempre salutare!
      Buon week end e grazie!

      Elimina
  11. Come prima cosa devo dire che ultimamente le sinossi dei romanzi sono dei veri e propri spoiler. Non capisco perché debbano raccontarti la rava e la fava, non è controproducente per la vendita?

    Come seconda cosa, non avevo mai sentito parla della bizzarro-fiction... Da come lo descrivi, non è propriamente il mio genere (invece mi piace molto il fantasy), ma grazie davvero per la segnalazione. Buona domenica a tutti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda che ti poni è la stessa che mi faccio io XD E io non temo troppo gli spoiler, eh! La sola spiegazione che mi do, riguarda il fatto che, chi le pensa, cerca di catturare un pubblico più ampio, facendo leva appunto sulla sola trama, magari mettendo in rilievo gli "aspetti" che vanno più di modo al momento.
      In questo caso, parlo di Nero elfico, la struttura è tale da rendere difficile il raccontare una qualsiasi sinossi senza prendere rischi XD Diciamo che io ho voluto "sottilizzare" ;)
      Ti ringrazio per essere passata e per il tuo contributo! ^_^
      Buona serata a te :D

      Elimina
    2. Un saluto per augurarti buon lunedì, e invitarti a leggere il post che ho pubblicato or ora e che riguarda il conferimento di un "certo" premio che circola di recente. ;-)

      Elimina
    3. Cara Cristina *__* ti ringrazio a nome di tutti noi per il riconoscimento, fa sempre tanto piacere! :D
      Passo appena possibile ^_^

      Elimina
  12. Aborro il fantasy per cui passo.... preferisco piuttosto andare a curiosare quei due titoli Dunwich che hai citato nella bio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se lo aborri, meglio cominciare dagli altri titoli! :D
      Però, preciso ancora una volta, qui il sostrato fantasy è molto rimaneggiato, con effetti divertenti e tante contaminazioni!
      Grazie TOM e a presto ^_^

      Elimina
  13. Non ho capito benissimo cos'è la Bizzarro Fiction. Tipo "Orgoglio, pregiudizio e zombie" e "La leggenda del cacciatore di vampiri"? Se così, passo, non fa per me. Per il resto, è presentato molto bene per gli amanti del genere. :)
    Ora però voglio sapere lo spoilerone! Le mie ipotesi:
    1) Donald Trump
    2) Mr. Bean
    3) Michele il Menestrello Pignolo (ecco dov'è sparito!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ignoro assolutamente i titoli che citi XD Quindi non so risponderti, ma rilancio portando ad esempio un autore di cui altri blogger amici hanno chiacchierato: Carlton Mellick III (vedi CE Vaporteppa).
      Non hai indovinato lo spoilerone, anche se... in effetti Michele potrebbe essere sparito in conseguenza, sì o.O
      Ciao e grazie mille :D

      Elimina
  14. Ciao Glò, che ti devo dire? Che così come lo hai presentato intriga? Mi sa che lo cerco e lo leggo ;)
    Buona e serena settimana.^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Anna Maria, sono sempre felice di leggerti!
      Con l'avvertimento che trattasi di lettura scanzonata e scorrettona XD secondo me ti divertirai un sacco :D
      Grazie mille e buona settimana anche a te, un abbraccio! ^^

      Elimina
  15. Divorato in 24 ore, davvero una bella lettura, originale e stimolante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto! E grazie per aver condiviso la tua opinione su questo romanzo ^_^
      Buona serata!

      Elimina