lunedì 27 giugno 2016

Meme - A cena con... Babette!


Finalmente ecco la mia prova da cuoco ^_^ Fata Confetto (la carissima Marilena) del blog Parole di Contorno ha avuto una simpaticissima idea, col proposito, è sempre bene ribadirlo, di avvicinare blogger e far circolare le idee... in questo caso il valore aggiunto sono le ricette: insomma "se magna" *_*
Ringrazio Marilena per l'invito a partecipare e spero di divertirvi!

Chi volesse partecipare trova tutte le indicazioni QUI: sappiate che non ci sono scadenze temporali, quindi non accampate scuse! ^_^


Quale migliore occasione per parlare del bellissimo racconto Il pranzo di Babette di Karen Blixen (tratto dalla raccolta Capricci del destino)?


Babette è una grande chef francese costretta a fuggire da Parigi in seguito all'accusa di essere una rivoluzionaria: si trasferisce, senza portare con sé denaro e averi, in una piccola comunità rurale costiera della Danimarca.
Qui chiede ospitalità a due anziane sorelle, Martina e Filippa, presentandosi come una protetta di Achille Papin, famoso cantante lirico e corteggiatore, in gioventù, di una delle due.
Trascorrono molti anni, sereni e immobili, finché dalla Francia giunge una notizia inattesa: Babette ha vinto alla lotteria una grossa somma di denaro, ciò che le consentirebbe di rimpatriare. Tutti, nella piccola comunità, sono sicuri dell'imminente partenza della francese.
Invece Babette spende tutta la sua fortuna per preparare un mitico pranzo che offre ai suoi commensali: ogni cosa è perfetta, ciascun dettaglio è pensato e realizzato con arte, raffinatezza e cura. Ma il valore di questo banchetto non è materiale: è un dono, l'espressione di gratitudine di Babette verso le due anziane signore che la hanno accolta con gioia. E non solo...
Il cibo può aiutare a migliorare le relazioni umane e ad avvicinare le persone: gli invitati assaggiano piatti a loro ignoti, vengono a conoscenza di altre tradizioni e culture attraverso il cibo stesso, dunque si tratta di un'occasione di integrazione e apertura. 

Il film (cliccare per info) tratto dal racconto è bellissimo *_* La versione cinematografica consente di esaltare la componente sensoriale, dalla preparazione alla degustazione, dei cibi attraverso l'immagine: si intuisce, alla fine del pranzo, che qualcosa è cambiato in quella piccola comunità un po' chiusa e conservatrice.
Ovviamente per la cena ho deciso di servire a Madame alcune portate decisamente più leggere  e legali rispetto al suo famosissimo pranzo: non preparerò il brodo di tartaruga e nemmeno le quaglie in sarcofago XD 
Con il coraggio che mi contraddistingue (o la dissennatezza, fate voi ^_^) questo è il menù pensato per stupire Babette:

Antipasto:
- frittura mista di pesce
- frittura mista di verdure
(servite in cono di cartapaglia, siamo al buffet in piedi su terrazza vista mare *_*)
Primo piatto:
- trofie al pesto
Secondi piatti:
Il tutto accompagnato da vino bianco locale (Vermentino)
Queste pietanze sono alcune tra le tipicità della mia regione, molto semplici ma sorprendentemente ottime ;) Ho aggiunto i link alle ricette per chi volesse cimentarsi ^_^

Chi volesse leggere il meraviglioso racconto Il pranzo di Babette che ha ispirato la mia cena ^_^ può far riferimento all'edizione Feltrinelli intitolata Capricci del destino, che accorpa una bella serie di racconti di Karen Blixen. Qualche curiosità tratta da Wikipedia
Il pranzo di Babette è un racconto scritto da Karen Blixen, con lo pseudonimo di Isak Dinesen. Il racconto venne inizialmente pubblicato nel 1950 in inglese col titolo Babette's Feast, prima di essere tradotto in danese (Babettes gæstebud) dalla stessa Blixen.
Alcuni ingredienti e portate del pranzo sono brodo di tartaruga, Blinis Dermidoff e Cailles en sarcophage, il vino Amontillado e lo champagne Veuve Clicquot.

Un brindisi con tutti gli amici che passeranno ^_^

Glò

35 commenti:

  1. Parti subito coi fritti... chissà se hai mai assaggiato uno dei piatti tipici delle mie parti: il fritto misto alla piemontese...
    Madò che scorpacciate... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco il fritto misto piemontese per fama, ottima, ma non l'ho mai assaggiato! Confesso che, pur gradendo parecchio le fritture, posso concedermene ben poche: son delicatina -_-
      Ciao Marco e grazie ^^

      Elimina
    2. Marco... che buono!!!! Interiora escluse perchè quelle, fegato a parte, mi fan venire la nausea.... :)

      Glò, se sei delicatina forse non è proprio il "piatto" giusto. Si fa friggere qualunque cosa nel nostro fritto misto.

      Elimina
    3. ...qualche persona la friggerei volentieri XD
      Delicata sì, ma un assaggio si fa ;)

      Elimina
  2. Cara Glò, che dire ? Tu mi ci hai provocato ? Ed io mò me te magno, cioè partecipo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nick, che bello!!! Non vedo l'ora di scoprire il tuo ospite e il menù *__* Ho idea che sarà da sballo!
      Evviva! ^_^

      Elimina
  3. Accidenti, e io che volevo sapere la ricetta per le quaglie in sarcofago... meme molto grazioso! E dai che magari partecipo, appena trovo il tempo :) la focaccia di Recco la faccio anche io, ma con la super ricetta della mia nonna genovese che è un po' diversa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anna, ma la ricetta delle quaglie la si trova, sai? -_-
      C'è pure il video :D
      https://www.youtube.com/watch?v=A7BtIw6kyjk
      Attendo il tuo post con curiosità *__*
      In effetti a livello locale tra focacce e torte salate ci sono moltissime varianti: tutto ciò che ho assaggiato, qui in Riviera, mi è sempre piaciuto.
      Ovviamente la super-ricetta deve rimanere segretissima ;)
      Grazie e a presto ^_^

      Elimina
    2. Già solo l'idea dei fegatini di pollo mi fa accaponare la pelle xD bleah! Ma grazie :D
      Ah anche la torta Pasqualina è ottima! Eh, tutte ricette di famiglia ^_^

      Elimina
    3. Direi che anche io prediligo la torta pasqualina ^__^ Alla faccia di Mme Babette e delle cailles en sarcophage XD

      Elimina
  4. Carissima Glò,
    mi hai procurato un grande piacere con questo invito, raffinato nei riferimenti letterari come in quelli gastronomici!
    Rilancerò il post dedicato a Madame e alla tua deliziosa cena secondo il ritmo alterno del gioco con le ricette e rinnovo il mio grandissimo grazie:-)))
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena ^_^
      Ho fatto un bel mix tra cucina alta e "popolare" e letteratura! Mi sono divertita moltissimo e ti ringrazio ancora una volta, per l'invito e per la bellissima idea avuta: mi ripeto, lo so, ma i meme sono occasioni da gestire al meglio per divertirsi con gli amici blogger ^_^
      Un abbraccio ^_^

      Elimina
  5. Ho letto le regole: tu, poi, figurati se non trovavi il libro adatto alla situazione! :)
    Il tuo menù, un trionfo di fritture. Anch'io, come te, devo andarci piano, anche se mi piacciono molto.
    Sai che questo meme mi ha conquistata? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contentissima che ti sia piaciuta la mia scelta e spero in una tua partecipazione, sarebbe meraviglioso! ^__^
      Vorrà dire che faremo assaggini delle fritture :P Ma gli altri piatti, torte salate e focaccia di Recco su tutti, possiamo spazzolarli XD
      La mia scelta "librosa" va di pari passo con lo spirito del blog, ma nulla vieta di scegliere personaggi reali eh! (Avrai già letto, immagino, ma lo scrivo se qualcun'altro fosse interessato a partecipare ;) )
      Grazie mille ^_^

      Elimina
  6. Un menù da "leccarsi i baffi"
    Sono nata a Genova, ma l'ho lascia da piccola e sono crescita con le specialità di Bologna. Tutto ottimo, ma io adoro il pesce, probabilmente mi è rimasto il rimpianto per quel bel mare.Proverò a cimentarmi anch'io.
    Cristiana





    Proverò a cimentarmi anch'io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh in effetti anche la cucina bolognese ha i suoi perché *__* Però il pesce consente di elaborare piatti più semplici e sani e parimenti gustosi!
      Il mare rimane sempre con noi ;) ovunque ci si sposti!
      Attendo la tua versione di "A cena con" ...chissà chi inviterai :O
      Buona serata e a rileggerci ^_^

      Elimina
  7. E brava Glò! Per il menù, l'invito e la Blixen :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pat ^__^
      Ho visto la tua proposta a Dante, mi è piaciuta un sacco *__* Purtroppo in questo periodo fatico parecchio a seguire "tutto", ma ho intenzione di fare un tour-commenti-A cena con nei blog che hanno aderito! Aspettatami, prima o poi arrivo XD
      Un abbraccione ^_^

      Elimina
  8. Io invece passo... detesto cucinare anche se sono costretto a farlo da quasi quarant'anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma peccato! A me piace cucinare per gli altri :D Se sono da sola, improvviso e non ci metto troppo impegno XD Traduco: mi arrangio alla grandissima/alla barbona ^^

      Elimina
  9. Io invece, pur essendo nata a Milano, starei più sulla cucina trentina (quella per parte di madre). Ad esempio come primo piatto vedrei bene gli Spätzle, gnocchetti di grano tenero di forma irregolare. Il racconto di Karen Blixen è meraviglioso, come pure la raccolta, e il film non è da meno! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cucina trentina non è affatto male! La conosco abbastanza per le vacanze estive (periodo infanzia e adolescenza, soprattutto) in quella regione ^_^ E se mi parli di gnocchi... *__* (pure i dolci, strudel su tutti *_*)
      Molto contenta che l'ospite da me scelto ti sia piaciuto ;)
      Buonanotte e a presto ^^

      Elimina
  10. Quanto ho amato quel film! E devo assolutamente leggere il romanzo, prima o poi. Bella idea, sicuramente parteciperò, e so già chi siederà alla mia tavola. Dovrò fare qualche ricerca sulla cucina fra Cinquecento e Seicento. ;-)

    RispondiElimina
  11. Bellissimo il film! Ogni tanto lo rivedo :D E son sicurissima che il libro ti piacerà (una lettura che mi riprometto di fare da tanto, troppo tempo: Sette storie gotiche della stessa Blixen).
    Ho una mezza idea sull'identità del tuo invitato *__* Non vedo l'ora di averne conferma ^__^

    RispondiElimina
  12. Bellissimo film e grande libro..anch'io mi appresto ad invitarvi a cena , l'ora è un po' tardiva ma meglio tardi che mai...
    antipasto: panissa alla ligure, non troppo estivo ma io ne vado matta
    primo piatto. zimin( zuppa di ceci) o trenette al pesto
    secondo piatto: coniglio alla ligure
    e per digerire il tutto sorbetto al limone.
    Bacissimo goloso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella cara, ma noi ci fiondiamo XD
      Menù tipico e da gourmet *_* E sono felice che anche tu abbia apprezzato sia film che libro ^_^
      Un grande abbraccio, a presto ^_^

      Elimina
  13. Idea originale e simpatica.
    Serena domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Cavaliere! ^^
      Buona serata a te!

      Elimina
  14. MA QUESTO POST È MERAVIGLIOSISSIMOOO!...a parte che ora andró a guardare l'iniziativa che ti ha spinto a scriverlo... ma, GLÓ, ti sei devvero superata! ^_^... Io adoro cucinare e ancora di più leggere di cucina, specie se la narrazione in questione racconta di cuochi e di cibo per veicolari forti insegnamenti... Del pranzo di Babette ho sempre sentito parlare ma non mi sono mai soffermata. Questa è la volta buona... Gli altri racconti del libro immagino siano ugualmente validi, ma se
    riesco a trovare Babette in digital ebook mi piglio per il momento lei e me la gusto a dovere ^_*

    Divini i piatti che hai evidenziato! Divina tu, che trovo sempre così tanto affine: quando sono in un tuo post mi sento sempre un pó a casa ;****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Regina, sei gentilissima e mi fai arrossire *_* La cosa più bella per me è sapere che qui ti trovi "a casa", non puoi immaginare che cosa significhi per me!
      Ti esorto a sperimentare le ricette e a recuperare il racconto, ma se ti capitasse vedi anche il film, è da non perdere ^_^
      Grazie mille! <3

      Elimina
  15. cercherò qualcosa di originale di Karen Blixen per la mia cucina domenicale. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ferruccio ^_^
      Sono sicura che troverai parecchie bizzarrie, quantomeno in Babette ce ne sono rispetto ai nostri più moderni palati :D
      Però la Blixen, avendo avuto una vita assai movimentata, potrebbe rivelarsi interessante per interessi culinari: attendiamo il risultato delle tue ricerche!
      Grazie e buona serata, a presto ^_^

      Elimina
  16. Ciao Glò, le tue ricette mi attizzano assai.
    Mi fa piacere che anche tu abbia colto l'iniziativa di Marilena, ho letto il libro di Babette e visto il film, proprio perché mi era piaciuto il libro.
    Io a mio tempo ho invitato a cena GGG, ma è stata una cosa estemporanea e non molto studiata come la tua e quella di Nik, per fortuna la dolce Marilena ha arricchito con un po' di informazioni il post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anna Maria, grazie per l'apprezzamento! Le ricette sono ottime, da provare: le ho scelte accuratamente, si avvicinano moltissimo a quelle di famiglia ;)
      Avrei voluto fare un tour tra i post legati alla bella iniziativa di Marilena, ma ultimamente non riesco ad avere tempo sufficiente :P Prima o poi... Il tuo invito l'ho curiosato, è molto carino *_* e l'idea fortissima :D
      Un abbraccio e a presto!!!^_^

      Elimina