martedì 19 luglio 2016

Libro: "Cronache di Mondo9" di Dario Tonani


Titolo: Cronache di Mondo9
Autore: Dario Tonani
Edizione letta: Mondadori collana Urania Millemondi, 2015 pagine 378

Cronache di Mondo9 è stata la mia lettura del periodo di Natale 2015, una scelta ottima, fatta al momento giusto.
Sono stata rapita da quel mondo, nella sua parte sia di carne che di ruggine, dall'inizio alla fine. Ho adorato l'atmosfera di mistero e "non detto" che costringe il lettore a trovare le risposte, io credo a un livello piuttosto personale.
Una caratteristica che permette, volendo, di andare oltre ciò che l'autore, Dario Tonani, ci suggerisce e descrive con grande abilità e mestiere, forse alla ricerca di quello che l'uomo si domanda da sempre. Perché in queste cronache non c'è un protagonista, ce ne sono molti, tra cui le bellissime navi, descritte con un vigore toccante, che respirano, i mechardionici, creature che paiono dotate di capacità di scegliere eppure, nello stesso tempo, esoscheletri che ospitano cuori umani, e gli umani stessi.

E dunque... che cosa è la vita, da che cosa è determinata? Da una coscienza, dal cuore preso con la forza, strappato brutalmente ad un essere umano, dall'anima vagante (e qui faccio riferimento alle navi, prigioni di esseri che sono forse a metà strada tra le due condizioni)?
"The Art Of Mondo9 - Chronicles and Concepts"2016, Franco Brambilla
Probabilmente la mia lettura, assolutamente non da lettore forte di sci-fi e dunque anche libera da tutto quel che ruota attorno al genere stesso, è azzardata, personale e poco da recensore. Ma ormai si sa, io non recensisco mai :D Cerco soltanto di presentare, a chi ama la lettura come me, i libri che mi hanno arricchito e reso felice. Cronache di Mondo9 è una raccolta che segna chi legge, magari non solo in senso entusiastico e positivo come è successo a me, ma certamente non può lasciare indifferenti. In qualche modo provoca nel lettore angoscia e dubbio, fa scaturire domande e impone il tentativo di raccordare tutto quello che ci è rappresentato dal bravissimo Tonani.

Il finale per me è bellissimo, aperto a nuove possibilità e storie (lo spero tanto eh!!! XD Tonani, mi raccomando, non ci lasciare così!), ma anche pieno di speranza e possibilità per una comprensione diversa, rispetto alla fase iniziale, delle diversità tra le "creature" descritte.

Ambientazioni, descrizioni delle navi, azione, momenti rarefatti, odori che si avvertono vividamente: questo è Cronache di Mondo9.
Son of Robredo, Franco Brambilla
Per la genesi della raccolta e per altre curiosità, potete consultare il sito ufficiale di Dario Tonani, ricco di immagini e ulteriori link per approfondimenti.
Alcuni amici blogger hanno chiacchierato assai più esaustivamente di me di questo libro, riporto i loro post (se dimentico qualcuno, perdonatemi! Non è cosa intenzionale):
CRONACHE DI MONDO9 (2015) di Nick Parisi del blog Nocturnia
“Cronache di Mondo9” di Dario Tonani di Marco Stabile del blog del blog Il Pozzo e lo Straniero
RECENSIONE. CRONACHE DI MONDO9 - DARIO TONANI di Federica del blog Diario di una cacciatrice di libri
Altre letture: Mieville e Tonani di Massimo Citi del blog Fonte & Retro.
Una curiosità che vorrei soddisfare, magari qualcuno interverrà: la mia impressione sui mechardionici è che, voluta o meno, ci sia una possibile ripresa o affinità con il mecha giapponese, e in senso proprio (l'associazione a robot dalle dimensioni gigantesche è tutta occidentale): cuore e acciaio è un binomio che chi ama gli anime anni '80 conosce fin troppo bene. Nel mondo creato da Tonani sono però le macchine a prendere il sopravvento e a tentare di sopraffare l'umanità, rendendola simile a loro con la contaminazione attraverso il Morbo della ruggine. Questa prospettiva a mio parere è assai interessante.

Giudizio finale: il mio tesssoro


Glò

44 commenti:

  1. Lo steampunk è sempre affascinante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea! L'atmosfera steampunk mi affascina parecchio, non ho ancora letto quel che mi ero promessa, ma provvederò quanto prima :D
      Grazie e buona serata ^^

      Elimina
  2. Grazie per la citazione e per il link. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick! Prendo sempre spunti di lettura dalle tue recensioni/interviste: questa ne è una piccola testimonianza!
      Poi... Cronache di Mondo9 di Tonani merita! *__*

      Elimina
  3. Grazie di cuore, Glò, per la bella recensione. Ho particolarmente apprezzato il fatto che ti sia piaciuto il finale aperto e il tuo fantastico "giudizio finale". No, non vi lascio soli...

    Au revoir. :-D
    Dario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dario! ^_^ Finalmente sono riuscita a chiacchierare del tuo Mondo9, spero si siano notati l'entusiasmo e il gradimento conseguenti alla lettura XD
      Ho voluto dare un taglio particolarmente personale al post, perché tante cose sono già state dette (e da chi ne sa molto più di me) a riguardo e perché il mio proposito è di comunicare ciò che per me fa di un libro "una grande lettura". L'ho adorato *__* La mia analisi è forse più sui significati possibili, su quello che non è descrizione degli scenari, ma mi ha colpito moltissimo il tuo modo di pensare alla "contaminazione" carne - metallo.
      E sono felicissima che tu abbia apprezzato ^_^
      Dunque... alle prossime avventure su Mondo9, evvai! *__*

      Elimina
  4. Ne avevo sentito parlare proprio da Nick, e già mi incuriosiva, a questo punto non posso che passare ai fatti e recuperarlo. Brava Glò per la segnalazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimiliano, è bellissimo questo libro! Recuperalo e vedrai che viaggio *__*
      Grazie mille e buona serata ^_^

      Elimina
    2. Lo recupero, lo recupero sì.
      Buona serata (nottata) anche a te.

      Elimina
    3. E poi ce ne parlerai, eh? ^_^
      Ciao Massimiliano!

      Elimina
  5. Questo mi incuriosisce. Già il titolo è molto attraente: da come ne parli, poi, non so perchè ma m'è tornata a galla la Nothomb (perchè?)...
    Sei sempre grandiosa, Gló! È favoloso leggere dei libri che hai amato...

    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Regina, grazie mille *__* Il mio unico intento è proprio quello di trasmettere almeno un po' dell'entusiasmo che mi hanno regalato alcune letture fatte!
      Per quello che riguarda la Nothomb sono curiosa :O Anche perché pure Ivano (commento successivo) la ricorda in questo contesto :O
      Grazie e un abbraccione ^_^

      Elimina
  6. Stranamente, anche a me come a Regina è venuta in mente la Nothomb mentre leggevo il post. Sarebbe interessante capire perché. Sarà quel "cuore e acciaio"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivano, mi state incuriosendo sulla questione... al momento non saprei da dove partire, ma ci penso! (Anche perché la Nothomb è una scrittrice che amo *_*)
      Il "cuore e acciaio" era riferito in verità ai cosiddetti "mecha", quindi per il momento non so sciogliere i dubbi!
      Buona serata e grazie mille ^^

      Elimina
    2. Hai forse usato qui espresssioni simili a quelle di quando hai recensito qualcosa di scritto da lei? E' una spiegazione molto strana, ma...

      Elimina
    3. Non credo sia possibile per l'enorme diversità tra i mondi letterari tipici dei due scrittori :P
      Però l'associazione è tua e di Regina, quindi sarebbe interessante sentire la vostra idea ;)

      Elimina
    4. Per quel che riguarda me, Amelie è emersa in coincidenza con le parole "Giappone, cuore e acciaio", quindi si vede che associo spontaneamente a lei questi tre elementi.

      Elimina
    5. Grazie Ivano per essere ripassato: devo cercare di sciogliere questo mistero-Amélie XD
      Buona serata ^_^

      Elimina
    6. Eccomi, emergo da due giorni di malanni vari della mia bambina, un mondo di tachipirana, cortisone e fermenti lattici :/...
      Io credo di aver individuato il momento esatto in cui mi è scattata l'amosfera Nothomb, ed è qui:
      "In qualche modo provoca nel lettore angoscia e dubbio, fa scaturire domande e impone il tentativo di raccordare tutto quello che ci è rappresentato..."
      Forse perchè semplicemente i romanzi di Amelie - che io amo fortemente - hanno sempre provocato in me queste sensazioni.
      Dunque, questo autore e la sua opera sono assolutamente da sperimentare ;))
      Ancora grazie, Gló, per la bella esperienza di leggerti... È positivamente impossibile dimenticare le tue segnalazioni ^_*

      Elimina
    7. Spero che la piccina stia meglio, un grande abbraccio a lei!!!

      Ora ho più chiaro il collegamento con l'amata Amélie :P
      Cronache di Mondo9 secondo me è un libro che si può affrontare a vari livelli, anche senza troppe elucubrazioni... ma... sarebbe un peccato perdere l'occasione per alcune riflessioni ;)
      Grazie ancora per il sostegno *__*
      A presto e un abbraccio ^_^

      Elimina
  7. Vedi perché leggo con interesse le tue opinioni sui libri letti? (E non chiamiamole recensioni, va, che sanno di poco sentito).
    Perché io non avrei mai pensato di dedicarmi a un libro del genere, proprio per il genere molto lontano dalle mie preferenze. Eppure, da quello che dici sembra possa valerne la pena.
    Brava, Glò, riesci sempre a incuriosirmi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina carissima :3 Grazie e sono davvero contenta se riesco a comunicare curiosità per un libro che ho particolarmente apprezzato!
      La questione del genere, a volte frega :P Ovvero capita di perdere buone letture perché associate strettamente a X genere, che magari proprio è lontano dalle nostre preferenze: il passaparola è utile anche in questi casi (io mi sono lanciata in letture cui non avrei mai pensato grazie agli amici blogger!).
      Una buona serata e un abbraccio ^_^

      Elimina
  8. Ciao a tutti,

    sono anch'io particolarmente felice di questo post di Glò - non vorrei chiamarla rece, rispettando la sua volontà - perché arriva da una lettrice forte che si è cimentata poco o nulla con la fantascienza.

    Dirò che "Mondo9" ha pescato moltissimi lettori in questo target di pubblico "fresco" e non contaminato...

    Il volume, ahimè non più disponibile in cartaceo, è reperibile comunque in ebook e a ormai un anno dall'uscita risulta il 14° Urania digitale più venduto di sempre (e anche il più commentato).

    Grazie ancora a tutti i lettori vecchi e nuovi. Qui vi lascio il link di Amazon, pregandovi magari di lasciare una piccola traccia in forma di commento della vostra lettura:

    https://www.amazon.it/Cronache-Mondo9-Urania-Dario-Tonani-ebook/dp/B012BVZ3PM/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1469004157&sr=8-1&keywords=tonani

    Tante buone letture a tutti, estive e non.
    Dario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dario per aver apprezzato, mi fa tanto piacere ^_^ Io tifo Mondo9: spero che si aggiungano nuovi lettori!
      E buone letture (e vacanze, dai! :D ) a tutti!

      Elimina
  9. Sembra interessante, chissà se si recupera ancora in giro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Firma! Secondo me potrebbe piacerti parecchio!
      Per quello che riguarda la reperibilità, la versione ebook la trovi facilmente nelle solite piattaforme ormai note, per il cartaceo credo sia più complicato:P
      Alla prossima! ^__^

      Elimina
    2. Ebook? Sono troppo vecchio, non ce la posso fare. L'ebook non ha odore.

      Elimina
    3. Basta che bruci un bastoncino di incenso mentre leggi con l'e-reader ^__^
      Ciau! XD

      Elimina
  10. Ciao! Piacere di conoscerti! Molto interessante e bellissimo il tuo blog! Amo i libri! Buon fine settimana a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Shane e grazie per l'apprezzamento! Appena riesco vengo a curiosare da te ;)
      Buon week end! ^_^

      Elimina
  11. Ottima trama e un bel finale aperto.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere! Come ho scritto nel post, spero che Tonani (e lui ha detto "sì"! XD) ci regali presto nuove avventure di Mondo9 *__*
      Buon week end, ciao ^_^

      Elimina
  12. Non capita spesso di vedere FS su questo blog ed un piacere vedere che la scelta è ricaduta sulla FS italica ^_^ Sulla reperibilità, credo che con un po' di fortuna in qualche edicola decentrata si può ancora trovare, una di quelle edicole con bassa rotazione nelle quali si solito si entra poco. Una copia di CDM9 l'ho vista esposta di recente, anche se in condizioni pietose..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao TOM! ^^ Avevo pensato anche io alla possibilità di recupero del cartaceo da qualche edicola, forse nei centri più grandi un tentativo è da fare!
      Per quanto riguarda la scelta delle mie letture, sono caotica e a-genere :P è veramente casuale che io legga sci-fi, classici, gialli, ecc. Scelgo "il libro", però hai ragione eh. A breve parlerò di una certa raccolta... che proviene da lidi conosciuti un po' da tutti noi. Tra i miei progetti di lettura ci sono: Di Filippo, la Atwood, McDonald (in stand by), Miéville, Ken Liu e altro -_- Sono già lì, in attesa. Il tempo è quello, i miei interessi sono evidentemente troppi (fai conto che CdM9 l'ho letto a Natale XD) e insomma i progetti ne risentono. (Anche a livello di presenza nei "vostri" blog -_-)
      Una buona domenica e a presto! ^__^

      Elimina
  13. Non c'è niente da fare: è tempo di illustrazioni per me e sono andata sul sito di Franco Brambilla, che ha illustrato questo romanzo. Decisamente meraviglioso il tratto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Luz, sul sito di Brambilla ci ho passato diverso tempo anche io, rapita dalla sua bravura *__* Nessuna piaggeria, è un artista straordinario!
      Avendo letto le Cronache posso dire che è riuscito a dare corpo nel modo migliore possibile al mondo creato da Tonani, senza forzature, mantenendo l'idea originaria.
      Ciao e grazie ^_^

      Elimina
  14. Ciao a tutti,

    scusate, mi permetto di riportare il link della sezione del sito di Franco Brambilla con le illustrazioni realizzate in esclusiva per la saga...

    http://francobrambilla.com/section/219910-The-Art-Of-Mondo9-Chronicles-and-Concepts.html

    Ricordo che Franco e io ne abbiamo anche realizzato un volume a colori:

    http://www.fantascienza.com/20890/mondo9-tutte-le-straordinarie-immagini-di-franco-brambilla-in-un-volume

    Grazie, buona giornata.
    Dario


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dario, va benissimo specificare! In effetti io ho messo il link nei credits delle immagini usate, ma forse non è poi così evidente :P
      Il volume a colori tenta parecchio :3
      Passa quando vuoi e buona serata ^_^

      Elimina
  15. Ha un che, mi sembra, di molto steampunk, e a me lo steampunk proprio non riesce a piacere. Per cui mi sa che per me è no, però come al solito hai fatto una presentazione molto curata che non mancherà di attrarre molti. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che bello! Questo tuo commento, Marco, mi permette di approfondire una questione che mi sta a cuore: quanto le etichette facciano spesso danni ai libri :P
      CdM9 è spesso avvicinato se non identificato con lo steampunk, a mio parere è affibbiare un'etichetta per catturare l'attenzione. Non sto a dire se sia giusto, capisco anche in parte. Per me questo libro è steampunk quanto in Murakami c'è "realismo magico", ovvero non è rilevante.
      A me Mondo9 porta più direttamente alle atmosfere degli anime, non tanto a un Verne per dire. Però onestamente dico che ho letto ben pochi autori che rientrano nel genere.
      Insomma, non escludere del tutto la possibilità di leggere le Cronache!
      Grazie mille per le tue parole: a me questo ciclo è piaciuto veramente tantissimo e dunque spero di "contagiare" altri *_*

      Elimina
    2. Forse gli darò una possibilità, forse no, vedremo.
      Torno a dire che lo steampunk e simili (tutti i -punk, insomma!) non mi piacciono.
      Il discorso etichette è interessante. Secondo me è un nostro bisogno necessario quello di classificare per generi, perchè ci aiuta nell'identificare le cose. Questo però è il punto di vista scientifico di chi è abituato alla tassonomia. Il problema sorge quanto hai un libro o un racconto che è ibrido tra due generi. Che etichetta gli dai? O ne inventi una nuova?
      Esempio, io spesso li mescolo i generi: ci sono miei racconti che iniziano come noir e finiscono come horror o sf, uno era giocato su due punti di vista (da un gruppo di personaggi era sf, da un altro era fantasy)... Insomma le etichette sono utili, però hai ragione: bisogna andare nel merito dell'opera.

      Elimina
    3. Sì, da amante dei libri ho imparato che non c'è genere/etichetta così vincolante in assoluto. Certamente dipende anche dalla tipologia di scritti con cui si ha a che fare, ma qui mi addentrerei in una questione spinosa e potenzialmente antipatica XD
      Ci sono autori, per essere molto chiara, che perpetuano determinati stilemi nel tempo forse per mediocrità, necessariamente i loro libri saranno più frequentemente "incasellati".

      Elimina
  16. Ciao Marco,

    non so se questo ti permetterà di dargli una possibilità, ma il libro ha solo un'estetica steampunk. L'etichetta è una mera approssimazione. Come sai il genere ha, almeno per i puristi, canoni ben precisi: epoca vittoriana, ambientazione storica (e quindi terrestre) rigorosa, una certa leggiadria nel plot e nei personaggi. Elementi che non ritroverai nelle "Cronache", qualcuno anzi lo ritroverai ribaltato...
    In compenso l'ibridazione è evidente e conclamata: con il weird innanzitutto, ma anche con la science fantasy e l'horror...
    Ciao e buone vacanze (e letture) a tutti!
    Dario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dario, grazie per aver scritto questa precisazione che è in linea con la mia sensazione, da lettrice ;)
      Un peccato perdersi bei libri per un'etichetta :P
      Buone vacanze e a risentirci ^_^

      Elimina