mercoledì 30 novembre 2016

Libro: "Altrisogni Vol.3" - AA.VV.


Titolo: Altrisogni Vol.3
Autore: AA.VV.
Curatore: Vito Di Domenico
Edizione letta: dbooks.it, 2016
Versione digitale: €2.99 dbooks.it e Amazon


I sette racconti compresi nella raccolta Altrisogni vol.3 sono un saggio di quel che il nostro bel paese può offrire oggi in termini di scrittura fantastica, nell'accezione più larga possibile.
Ancora una volta non posso che sostenere chi cerca di far emergere questa parte della scrittura nostrana, che, è vero, soffre di una recezione a monte in qualche modo imbrigliata in schematismi e pregiudizi.
Nella bella prefazione all'antologia, Vito Di Domenico (curatore e molto altro) scrive "Non ci vergogniamo di dirlo: la narrativa che selezioniamo è narrativa di intrattenimento. Di genere fantastico. Serve a rilassarci e divertirci. Ma, nonostante ciò che “la gente” può pensare, questa narrativa non ci impedisce affatto di ragionare sulla nostra realtà e sui problemi che la affliggono. Anzi."
Infatti, "ANZI"... di fronte a questi racconti alcune pubblicazioni che oggi godono di visibilità e larga fruizione appaiono inconsistenti, fatte per un altro tipo di intrattenimento, quello che deve sedare, caso mai, e non certo far pensare.
Prima di raccontare nel dettaglio le mie impressioni sulla raccolta, voglio sottolineare l'ottima edizione, curata dall'editing alla grafica, di Altrisogni. Una menzione alla copertina, bellissima, realizzata da Paolo Lamanna (si veda la biografia a seguire).

Le opere proposte nel volume sono assai eterogenee, per stili e tematiche, eppure nel complesso costituiscono un'ottima selezione, piacevole e appassionante: non ci sono stati, durante la lettura, momenti di sospensione o minore interesse, la curiosità ha prevalso sempre. La stessa successione, così come è stata pensata e realizzata, consente al lettore di apprezzare ciascuna prova dei validi autori.

Le raccolte Altrisogni, ad oggi tre, includono sempre un racconto di un "autore di riconosciuta qualità" (come da Introduzione); per il volume letto si tratta di Alessandro Girola con il suo Veduta di Carcosa: che cosa succede quando si gioca con i riti Saturnini e i dipinti di De Chirico? In un paesaggio lento e assolato, Brando, esperto di storia dell'arte - ma forse poco della "vita" e delle sue possibili derive esoteriche - cerca di fare il colpaccio della carriera e si intrufola in una vecchia filanda adibita a museo, ora chiuso...

Due racconti di stampo "epico" mi hanno piacevolmente sorpresa: Mordred di Fernanda Romani e Figlio di canti di Davide Camparsi. La Romani tratta l'argomento arturiano classico con delicatezza e incisività, soffermandosi sulla prospettiva di un personaggio in particolare. Una bella prova a mio parere, per stile soprattutto. Camparsi ci regala un piccolo gioiello che prende il via dalla mitologia norrena: il tema del canto che vivifica mi è particolarmente caro, per una lettura fatta qualche tempo fa (QUI). L'autore maneggia con sapienza il mito, ne fa un racconto avvincente e struggente. Uno tra i miei preferiti della raccolta.

Dietro il frigorifero di Federica Leonardi è sapientemente dosato, tra stupore per l'incapacità di agire di una delle protagoniste, l'inquietudine che deriva dai comportamenti forsennati dell'altra (la compagna della vita, caduta, ci pare, in una sorta di trance), e una risoluzione che vira decisamente al weird. Brava Federica (che conosco da qualche tempo grazie alla blogosfera)!

Hell Express – Consegna per l'Inferno di Matteo Pisaneschi è un racconto delizioso, perché dissacrante e un poco votato all'eccesso, non gratuitamente però. Se ci danniamo l'anima, che cosa succede? Si va all'inferno ok, ma come ci arriviamo? Le risposte a queste domande - e tanto altro - ci vengono fornite in questa opera (che ha vinto il Premio F.M. Crawford 2014 per racconti horror).

La lunga notte del ladro di ricordi di Davide Schito è un'opera molto ispirata e nello stesso tempo terribile (in senso proprio, sia chiaro), che, partendo da una ricostruzione di una realtà simil - post apocalittica, ci conduce alla scoperta di una verità ancora più straziante.

Furore di Claudio Magliulo fa paura e inquieta, perché lo scenario possibile di una società futura e distopica (sì, stavolta il termine ci sta tutto 😏) nella quale l'umanità perde le sue caratteristiche essenziali e primarie, non può che toccarci profondamente e farci riflettere. Dalla sedazione di massa all'assenza...

Piccoli pensieri su ciascun racconto, non mi è possibile parlarne diffusamente quanto vorrei, sia per lungaggini varie da evitare in un post di questo tipo, sia per oggettiva pericolosità di possibile spoiler 😊 Avendo a che fare con la narrativa breve sarebbe imperdonabile!
Dal sito della CE dbooks.it:
Altrisogni – Antologia di narrativa fantastica, Vol.3 è la terza uscita di Altrisogni, progetto nato nel 2010 in forma di rivista digitale e trasformatosi poi in una collana di antologie di racconti.
Questo terzo volume propone in formato ebook (ePub e Mobi) i migliori racconti inediti di fantasy, horror, fantascienza e weird accuratamente selezionati dalla redazione negli ultimi mesi.
La magica illustrazione di copertina è opera di Paolo Lamanna, che con immutata perizia ha attraversato i generi sci-fi e horror dei due volumi precedenti per giungere qui al fantasy.
L'antologia Altrisogni Vol.3 ospita sette storie fantastiche di altrettanti autori italiani, che spaziano dall'epic fantasy alla fantascienza distopica, dall'horror dissacrante al weird più inquietante. Un mix di generi e suggestioni pensato per soddisfare anche i lettori di fantastico più esigenti.
Contiene i racconti:
- Figlio di canti, di Davide Camparsi
- Dietro il frigorifero, di Federica Leonardi
- Furore, di Claudio Magliulo
- Hell Express, di Matteo Pisaneschi
- Mordred, di Fernanda Romani
- La lunga notte del ladro di ricordi, di Davide Schito
e
- Veduta di Carcosa, di Alessandro Girola


Qui il sito di Altrisogni
Biografie

Paolo Lamanna, illustratore: da oltre 15 anni lavora nel campo dell’illustrazione e della creatività.
Nel 1994 inizia a collaborare con diversi editori italiani tra cui Unicorn, Liberty, Dardo, Stratelibri. Sperimenta presto le tecniche di illustrazione digitale, che applica inizialmente al fumetto. Come colorista inizia una lunga cooperazione con importanti case editrici italiane, francesi e belghe, fino ad arrivare a Hyperion Book for Children (Walt Disney USA): con la Disney lavora per oltre 7 anni, durante i quali cura la colorazione delle graphic novel dedicate al personaggio di Artemis Fowl. Nel suo quotidiano flusso di lavoro, che si muove dall'illustrazione alla motion graphic, alla realizzazione di modelli per videogame e App, convergono software come Photoshop, Manga Studio, Cinema 4D, Zbrush e After Effects. Negli ultimi 8 anni ha creato con alcuni colleghi una piccola società per la quale ha svolto il ruolo di Concept Artist e Art Director. È già stato autore delle illustrazioni di copertina per Altrisogni Vol.1 e Vol.2. Il suo portfolio è raggiungibile all'indirizzo: http://www.paololamanna-artworks.com.
Gli scrittori:
Davide Camparsinasce a Verona, dove vive e lavora come architetto. Inizia a partecipare a concorsi letterari nel 2013 con il racconto “Perché nulla vada perduto” che vince la XIX edizione del Trofeo RILL. Seguono numerosi altri racconti e risultati: “Se Dio è amore” vince il concorso ESESCIFI 2013, “Il Messia della 13a Colonia” vince la selezione per la rivista IF n°15, “Cuordrago” vince la VII edizione del Trofeo La Centuria e La Zona Morta, “Per Narranti e per Sognanti” vince il Premio IncPi 2015 - Plesio Editore. “La pecora perduta” viene incluso nell’antologia Ma gli Androidi mangiano spaghetti elettrici? di Eatalian Sci-Fi per l’EXPO 2015 (Della Vigna). “Fenditure” vince il concorso horror ESECRANDA 2015, “Non di Solo Pane” vince la XXI edizione del Trofeo RiLL, “Terreno di Sepoltura” vince il Premio Horror Polidori 2015. Inoltre, la sua poesia “Playground” è stata pubblicata nella raccolta HWA Horror Poetry Showcase Volume III (Horror Writers Association).
È alla sua prima pubblicazione su Altrisogni, ma presto altri due suoi racconti verranno editi da Altrisogni/dbooks.it nella collana sci-fi di prossima uscita I racconti del Purgatory Lounge.

Alessandro Girola: classe 1975, milanese DOC, blogger dai tempi in cui non era cool esserlo, autore rigorosamente indie prima ancora che l’indie diventasse una moda.
Scrive di diversi generi, dall'horror all'ucronico, dai supereroi al fantasy storico. Tra i suoi ebook più venduti ci sono Grexit Apocalypse, Grosso Guaio in Paolo Sarpi e I Robot di La Marmora.
Per scoprire le sue molte pubblicazioni è sufficiente digitare il suo nome su Amazon.
Su Plutonia Experiment, il suo blog, si occupa di temi affini alla scrittura e alla cultura del fantastico.
Per altre piattaforme tratta anche di social media, di marketing digitale, di personaggi e tendenze del mondo dello spettacolo e di misteri.
In altre parole: non si annoia. È alla sua prima apparizione su Altrisogni.

Federica Leonardi: persa tra le nebbie della campagna pontina, dove vive con marito, figlio e gatti, Federica legge e scrive di orrori, mutazioni e piccole creature striscianti, mentre coltiva la sua ossessione per l’opera di Poe e per il cinema di Cronenberg e Carpenter.
Dopo un'iniziale breve parentesi di racconti pulp, tra i quali il “lungo” Re di cuori che viene pubblicato da DelosDigital nella collana DelosCrime nel gennaio 2015, nell'ottobre dello stesso anno esordisce con il suo primo romanzo, di genere weird: Il signor W. (LaPiccolaVolante).
Nel 2016 si aggiudica il terzo posto al Premio Hypnos con il racconto “Sangue bianco”, e la vittoria ex aequo al premio short Kipple con il racconto “Il mistero del tuo corpo”.
Il suo blog è Letturepericolose.blogspot.it. Pubblica su Altrisogni per la prima volta.

Claudio Magliulo: è giornalista e vive all'estero, dove si occupa di comunicazione nel settore del no-profit. Ha iniziato a scrivere racconti a 13 anni e non ha mai smesso. È stato finalista in alcuni premi letterari, prevalentemente di poesia, e al momento ha un paio di romanzi nel cassetto.
Si è avvicinato alla fantascienza grazie ai vecchi Urania delle bancarelle e all'edizione completa del Ciclo della Fondazione di Isaac Asimov. H.G. Wells, Aldous Huxley e Philip K. Dick sono tra le sue fonti d’ispirazione. Gli interessa il modo in cui immaginare altri mondi possibili o futuri consente di capire molto meglio il mondo in cui viviamo.
La fantascienza è stata la sua prima passione letteraria, ma negli anni ha scritto un po’ di tutto.
“Furore” è il suo primo racconto pubblicato in assoluto.

Matteo Pisaneschi: nasce nel 1980 fra i colli toscani, dove tuttora risiede. Scrive perché “scrivere è quel gesto esatto di disporre le parole per mettere ordine fra le emozioni”.
Dal 2012 a oggi ha raccolto ottimi piazzamenti in numerosi concorsi letterari di genere, tra cui due volte un secondo posto a 300 parole per un incubo, secondo posto a Halloween all'italiana, finalista al Premio Crawford nel 2013 e vincitore assoluto nel 2014 con il qui pubblicato “Hell Express” (nella stessa edizione ha conquistato anche il Premio Speciale Altrisogni con “Strani compagni di cancro”), finalista al Premio Polidori 2014 e al Premio Esecranda 2015. Sempre nel 2015 vince il premio di narrativa mainstream Liberi sulla carta, con il racconto “L'orologio di Helena”.
Tra le antologie che ospitano sue opere troviamo: Halloween all'italiana (CIESSE, 2013) La serra trema (Dunwich, 2014), Horror Polidori Vol.2 (Nero Press, 2015), 200 e uno di questi mostri (EseSciFi, 2015).
Su Altrisogni ha pubblicato “Strani compagni di cancro” (Altrisogni Vol.2), mentre “La lingua di Satana”, racconto finalista del Crawford 2013, è presente in Ore nere – Otto racconti del terrore (dbooks.it, 2014), primo volume della collana Altrisogni Presenta.

Fernanda Romani: nata nel 1962, in provincia di Rovigo, dal 2013 si dedica alla scrittura, con una predilezione per il genere fantasy.
Ha pubblicato racconti in antologie di Delos Books, Limana Umanìta, Alcheringa Edizioni.
Nel 2014 il suo racconto “Il talismano” viene edito in ebook da Lettere Animate. In seguito si dedica al self-publishing, iniziando la pubblicazione – prima solo digitale e poi anche cartacea – della saga distopica Endora, di cui sono già usciti i due episodi Uomini sottomessi e Donne d’ombra e di spada e un racconto prequel gratuito intitolato Indegno.
Collabora come recensore con il blog Babette Brown legge per voi, in cui sono stati pubblicati i racconti “Killiar e Izrhad - Il primo incontro”e “Nhavi”, entrambi spin-off della saga Endora. Il blog La Mia Biblioteca Romantica ha invece pubblicato il suo racconto “La fine della caccia”.
È alla sua prima apparizione su Altrisogni.

Davide Schito: ingegnere milanese, classe 1983, ha vinto premi e pubblicato in diverse antologie, tra cui Delitti d’estate (Novecento), Racconti Mondiali (Autodafè), Ore nere – Otto racconti del terrore e Trumped (dbooks.it), Dinosauria (Pendragon).
Alcuni suoi racconti si possono trovare su Amazon nella raccolta Punto di non ritorno.
Ha fondato su Facebook il gruppo ‘Scrittori che danno del tu’, per diffondere l’uso della Seconda Persona in narrativa e ha curato l’ebook gratuito Seconda - 15 racconti che danno del tu. Il suo sito web è www.davideschito.it. Questa è la sua prima volta su Altrisogni, ma il racconto “Registrazione n.122” , finalista al Premio F.M. Crawford 2013, è presente nell'antologia Ore nere – Otto racconti del terrore (dbooks.it, 2014), primo volume della collana Altrisogni Presenta.

Giudizio finale: ottimo acquisto
la nostra Libreria (Glò)

30 commenti:

  1. Ne sto per parlare pure io. Penso che il buon Di Domenico stia facendo un ottimo lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick, spero che molti lettori decidano di avvicinarsi al fantastico italiano di qualità, magari a partire da questa antologia!
      Vista oggi la tua segnalazione relativa! ^^
      Grazie e a presto!!!

      Elimina
  2. Sembra interessante, Alessandro Girola lo conosco per via di Ucronie Impure. Non è esattamente il mio genere ma come sai sono onnivoro. Molto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non pensare a un genere preciso eh, si spazia molto nell'accezione di "fantastico", come poi dovrebbe essere.
      Grazie e buona serata! ^_^

      Elimina
    2. No, comunque io non mi fossilizzo sugli stessi generi, non mi faccio mancare niente. Ho girovagato un po' in rete e ho visto cose interessanti sugli autori.

      Elimina
    3. Bene allora! Significa che la raccolta ti ha incuriosito ^_^
      E lo so che sei uno sperimentatore eh!

      Elimina
  3. Fernanda Romani e Davide Schito io li già incontrati collaborando anni fa ad altre antologie di racconti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le opportunità riservate a chi scrive: bello e stimolante poter collaborare!

      Elimina
  4. Un grazie da parte mia per la recensione e le buone parole spese per tutti coloro che hanno collaborato al volume.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Davide e bentrovato ^^
      L'ho già detto nel post: il tuo racconto è particolarmente nelle mie corde e, sempre a mio avviso, ben dosato e riuscito! Davvero bravo!
      Complimenti a tutti voi, le buone parole sono assolutamente meritate.
      A rileggerci e buona serata ^^

      Elimina
  5. Sono del tutto d'accordo sulla falsa dicotomia fra letture "d'intrattenimento" e "impegnate" - cosa vieta che un libro possa offrire entrambe? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì esattamente! Credo che al solito questa distinzione derivi dal pregiudizio nei riguardi di alcuni generi, non considerati troppo letterari: bastasse l'appartenere a un genere specifico per fare un buon libro! :P
      Grazie e buona serata!

      Elimina
    2. Questo è un concetto sacrosanto. Concordo su tutta la linea.

      Elimina
    3. Eppure bisogna continuare a ripeterlo e a fare propaganda! :D Ci sono tante chiusure :P

      Elimina
  6. Altro titolo che devo avere assolutamente. Innanzitutto per via della revisione di "Veduta di Carcosa" alla quale, come forse ricorderai, avevo dedicato un paio di post in tempi non sospetti (almeno due anni fa, così a spanne). In secondo luogo per via del racconto di Federica, il cui blog credo di averlo conosciuto proprio grazie a te.
    In generale questi tizi di Altrisogni mi sembra stiano facendo davvero un ottimo lavoro e la qualità si direbbe in crescendo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao TOM! Eccome, ricordo perfettamente i tuoi post! Tanto che durante la lettura del racconto di Girola ho avuto un moneto di confusione e poi ho ricollegato XD
      Per chi volesse curiosare (fatelo!!!), ecco il link (da questo potete recuperare anche il precedente, che fa da "introduzione"): http://insidetheobsidianmirror.blogspot.it/2014/12/colui-che-vide-carcosa.html
      Federica ha scritto un gran bel racconto e finalmente si è riaffacciata sul suo blog! *_*
      Il giudizio sull'antologia è ottimo, per tanti aspetti (anche tecnici, indice di serietà professionale!) tra i quali la diffusione del "fantastico": ne abbiamo bisogno.
      Grazie mille, a presto!!!

      Elimina
    2. Grazie per il link. L'avrei messo io ma sono pigro e non avevo voglia di andarlo a cercare. Tra l'altro questa versione del racconto di Girola sembra sia stata migliorata rispetto a quella che avevo letto io (anche se a me sembrava già ottima quella)....
      Quando l'avrò comprato e letto casomai te lo confermerò.... e poi a questo punto sono ancora più curioso di leggere anche il resto

      Elimina
    3. Il racconto, Veduta di Carcosa, è perfetto (e avevo letto la versione precedente, già bella)!
      Penso che la raccolta non solo non ti deluderà... ma ne riparleremo! ;)

      Elimina
  7. Ringrazio di cuore Glò, La nostra libreria, gli autori che hanno partecipato ad di Altrisogni Vol.3 e tutti coloro (come voi qui) che la stanno supportando. Posso solo augurarmi per il futuro di riuscire a mantenere sempre alto il livello della selezione, e di non deludere chi vuole leggere buona narrativa fantastica made in italy.
    Se avete letto questa antologia o i volumi precedenti, mi farebbe davvero piacere ricevere i vostri pareri. Sarebbe addirittura fantastico se qualcuno di voi trovasse il tempo anche per lasciare un commento sul Kindle Store: è uno dei modi più efficaci per dare credito e supporto agli autori e ai progetti italiani.
    Grazie ancora a tutti per le vostre parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vito e bentrovato qui! ^_^
      Rinnovo ancora una volta i complimenti per il tuo/vostro lavoro, spendo altre parole per ribadire che l'edizione digitale è veramente ottima (dalla copertina alla cura dell'editing alla successione dei racconti).
      Penso che puntare sulla qualità sia sempre vincente, i risultati sono sempre più duraturi, forse ci vuole un po' più di pazienza ;)
      Spero che il tuo invito venga accolto da molti lettori! ^^
      Grazie mille e alla prossima!

      Elimina
  8. Ciao Glò, sono convinto anche io che la qualità sia sempre la scelta migliore. E poi diciamo che la pazienza non mi manca... considerato che è dal 2010 che seguo il progetto Altrisogni (siamo nati come rivista di fantastico in ebook) :D Alla prossima e grazie a voi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto da pagina Fb della CE che l'antologia è ben piazzata a livello di gradimento su Amazon ad esempio: un bel risultato! *__*
      Buon tutto! ^_^

      Elimina
  9. Non conosco il fantastico italiano, confesso la mia pecca e devo correre ai ripari appena tutti gli avvenimenti che mi stanno sopprimendo scompariranno...
    La copertina è meravigliosa..
    Grazie mia Glo', bacionissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la cover, eh! Conoscendo i tuoi gusti anche in fatto di cinema, secondo me una buona parte dei racconti ti potrebbero piacere parecchio ;)
      Grazie mille Nella e un grande abbraccio ^_^

      Elimina
  10. Ormai lo sai, Glò, riesci a fare diventare oro qualunque cosa. Non che la raccolta non sia meritevole, per carità, ma è il mix fantasy/horror/weird che mi tiene alla larga da certe letture. Eppure tu riesci a tentarmi pure di fronte a generi che non leggo.
    Sei una maga! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E grazie allora!!! Ne sono felicissima! :D Non so Marina, son quasi sicura che buona parte dei racconti potrebbe piacerti, perché alla fine il COME sono scritti fa tantissimo e anche le tematiche vanno ben al di là del genere in sé. Però sui gusti personali non si discute, questo va sempre sottolineato! Il brutto (o il bello???) è che noi siamo ardite sperimentatrici *__* E chi ci ferma?
      Buona domenica e grazie mille ^_^

      Elimina
  11. Bella questa raccolta di storie eterogenee, e ancora più interessanti per il fatto che non ci sono mai momenti di stanca durante la lettura. Di solito nelle raccolte, che siano di un autore o di autori vari come in questo caso, ci sono sempre racconti decisamente meno riusciti. Questo non sembra proprio il caso! Sono affascinanti anche i titoli, di tutti il più poetico è "La lunga notte del ladro di ricordi".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina! ^^ Confermo ancora che, per mia esperienza di lettura, la raccolta va che è un piacere! :D Anzi, dispiace che termini troppo in fretta!!! Ultimamente sto leggendo molti racconti, e li sto apprezzando non poco *__* (anche la lettura attuale, preciso, della quale chiacchiererò prossimamente).
      Il titolo che hai evidenziato è molto poetico, e si intona alla perfezione col racconto, struggente...
      Grazie mille a presto! ^_^

      Elimina
  12. Ottima e interessante raccolta.
    Serena giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere! ^_^ L'ho trovata davvero piacevole e ben curata: d'evasione sì, ma con ben altro alla base.
      Buona serata a te e a presto!

      Elimina