martedì 13 dicembre 2016

Segnalazioni tra un addobbo e l'altro


Torna l'appuntamento con le segnalazioni: una selezione di titoli, usciti negli ultimi mesi, che hanno stuzzicato la nostra curiosità librosa!


Titolo: Il cadavere del santuario
Autore: Tommaso Carbone
Editore: Libromania-De Agostini
Pubblicazione: 2016
Pagine: 142
eBook: Libromania-De Agostini € 3,99 (e altri e-shop)

Sinossi
Il corpo di Giulia Palmieri viene ritrovato in un dirupo alle porte di Grottole, in Basilicata. Nulla nella vita regolare della donna sembra giustificare un omicidio. Le indagini del capitano De Ruggieri si complicano ulteriormente quando un collega della vittima, inizialmente tra i sospettati, viene a sua volta assassinato. La scia di sangue si allunga arrivando a lambire importanti personaggi della politica e dell'imprenditoria locale. Mentre le due morti portano a galla segreti e misteri inconfessabili della piccola comunità, il tempo stringe per il capitano De Ruggieri, perché là fuori c'è qualcuno che ha deciso di farsi giustizia da solo.
Tommaso Carbone è nato nel 1963 a Grassano, in provincia di Matera, si è laureato in Pedagogia e insegna nella scuola primaria. Nel 2012 ha pubblicato Niente è come sembra(Rusconi). Il suo racconto Un angelo vestito di nero è stato incluso nella raccolta Carabinieri in Giallo 3 (Mondadori). Con Libromania ha pubblicato il romanzo Il sole dietro la collina e Non avrete scampo.


Titolo: Guardami negli occhi... e altri racconti neri
Autore: Manuela Raciti
Editore: Panesi Edizioni
Pubblicazione: 2016
Pagine: 68
eBook: epub e kindle € 0,99

Sinossi
Ricordi traumatici, forti emozioni, viaggi imprevedibili, antichi mestieri, scelte che cambiano la vita. "Guardami negli occhi", un'antologia di racconti noir. Racconti di come la vita quotidiana a volte possa essere tanto imprevedibile e sconcertante da sembrare un sogno (o un incubo) da cui vorremmo, ma non possiamo, svegliarci. Racconti che mostrano tramite episodi, persone, immagini ed emozioni l'orrore del quotidiano e di storie in cui il lieto fine non è mai scontato. Manuela Raciti ha guardato dentro se stessa, nei suoi ricordi, nei suoi sogni, nelle sue aspettative, per regalare al lettore un viaggio ricco di emozioni contrastanti, un viaggio in un’atmosfera sinistra che spinge a riflettere sull'ambiguità delle scelte, dei giudizi e di tutto ciò che ci circonda.
Manuela Raciti nasce a Chiavari (Ge), nella Riviera Ligure, nel 1987. Svolge i suoi studi presso il Liceo Socio-Psico-Pedagogico della città, dove si scopre particolarmente portata per le materie umanistiche. Nel 2011 si trasferisce in provincia di Varese dove lavora come insegnante di sostegno nelle scuole elementari. Appassionata lettrice sin dalla più tenera età, ha cominciato a cimentarsi nella scrittura da qualche anno.
Con Panesi Edizioni ha pubblicato Un regalo pericoloso (2015), Guardami negli occhi (2016).
Breve estratto da La balia:
Un tempo il mio collo era normale e anche se la mia memoria spesso mi tradisce, ricordo bene la notte in cui un incidente me lo deformò. Ero con due miei amici e ci stavamo rincorrendo tra gli alberi. Ridevamo e scommettevamo su chi sarebbe riuscito ad arrampicarsi più in alto. Io ero brava in queste cose, cavolo se lo ero, e li battei senza difficoltà. Poi, mentre mi trovavo in cima a un albero, sentii un lamento lontano. Era solo un rumore lieve e debole e sulle prime non mi fu facile capirne la provenienza. Urlai ai miei amici di fare silenzio e loro obbedirono, ma il mio atteggiamento autoritario li offese e così si allontanarono senza avvisarmi. Non me ne accorsi, ma grazie a quell'improvvisa quiete riuscii a capire che doveva trattarsi di un animale ferito, spaventato o infreddolito che dovevo assolutamente aiutare. Mi sporsi per riuscire a localizzarlo, ma era buio e la sola luce delle stelle era troppo fioca per illuminare bene il bosco. Allungai il collo sforzando la vista per vedere meglio nell'oscurità. Quello che successe dopo fu rapido come un lampo: sentii un fortissimo rumore e il ramo si spezzò. Nel cadere urlai a pieni polmoni, mentre vedevo avvicinarsi il suolo. Sbattei il collo sopra un sasso e sentii una fitta che mi costrinse a tenere la testa piegata su una spalla per ridurre il senso di dolore. Solo in quel momento scoprii di essere stata abbandonata dai miei amici e vagai da sola nel bosco in cerca di aiuto, ma inutilmente.
Alle luci dell'alba tornai a casa, ma la paura provata fu tale che per molto tempo preferii non uscire. Dieci giorni dopo il collo si era calcificato in una posizione curiosa; era storto e nodoso e la mia postura ricordava vagamente quella di una civetta. La mia somiglianza con questo misterioso volatile notturno unita alla mia passione per gli animali mi fecero guadagnare il nomignolo di Balia, la balia degli animali del bosco e questo soprannome mi piacque subito. Sentivo di essere legata in modo viscerale alle creature che popolavano questo piccolo angolo di paradiso.
QUI una bella intervista all'autrice sulla raccolta noir.


Titolo: Cono d'ombra
Autore: Paolo Delpino
Editore: Nero Press
Pubblicazione: 2016
Pagine: 211
eBook: Nero Press € 2,99 (anche su altri e-shop)

Sinossi
Quando un misterioso killer uccide con una calibro 22 Antonio Bersaghi, proprietario della Polisystem, società che opera nel ricollocamento di aziende in crisi, le indagini si indirizzano subito verso le oscure manovre attorno alla vendita della Time Lock, un’azienda di Information Technology vicina al fallimento, di cui la vittima si stava occupando.
L'ipotesi sembra confermata quando l'assassino elimina anche Giorgio Trevisani, avvocato legato al clan Barroso, e si scopre che i brevetti missilistici della Time Lock fanno gola alla mafia russa.
L'ispettore della squadra investigativa Silvana Santi crede però che il vero movente degli omicidi debba essere cercato nel passato delle vittime, scontrandosi più volte con l'amica Alberta Drago, commissario della omicidi. “Calibro 22” è un killer a pagamento o un uomo in cerca vendetta? Per svelare la sua identità, le due donne saranno costrette a rischiare la vita e metteranno a dura prova il loro rapporto…
Paolo Delpino è uno scrittore di origini bolognesi classe '48 che vive a Milano. Ha pubblicato i romanzi di genere poliziesco: La città e la palude (0011 Edizioni, 2014), Il caso è risolto (Todaro Editore, 2013) e, come coautore con altre quattro autrici, Al civico 6 (Todaro Editore, 2010). Dello stesso genere, alcuni suoi racconti brevi sono apparsi sulla rivista Inchiostro di Verona e nel 2012 Manhattan al piombo è stato pubblicato da Tabula Fati Edizioni.


Titolo: L'altra faccia di Milano
Autore: Adele Marini con Gheppio
Editore: Frilli Editori collana I SuperNoir
Pubblicazione: 2016
Pagine: 368
Versione cartacea: € 14,90

Sinossi
Un hard disk zeppo di file criptati. Uno strano omicidio che pare di semplice soluzione ma che in realtà nasconde l'oscurità di un mondo a parte. Niente in questo romanzo intessuto di bugie e segreti è quello che appare. Il cadavere di un ragazzino rinvenuto a Milano dà il via a un'indagine la cui soluzione sembra scontata. Il fascicolo con l'ipotesi di reato di omicidio è appena stato aperto quando il commissario Vincenzo Marino deve assentarsi per qualche giorno: una raccomandata lo ha convocato a Lugano, presso una società fiduciaria. La notizia che riceve dall'avvocato d'affari Fréderik Moïses lo tramortisce: il colonnello Glauco Sereni, un ex carabiniere con il quale in passato aveva condiviso diverse indagini è rimasto ucciso in un incidente stradale e ha nominato suoi eredi lui e la collega Sandra Leoni, sua vice ai tempi in cui lavoravano insieme alla sezione Omicidi della quadra mobile di Milano. Marino e Leoni non avevano mai nutrito né simpatia né amicizia nei confronti del defunto colonnello Sereni che giudicavano un personaggio ambiguo e con troppe ombre. Effettivamente il colonnello era stato un agente dei Servizi di intelligence e come tale, per sua ammissione, aveva partecipato a oscure operazioni in giro per il mondo: un modo di servire lo Stato che agli occhi dei due commissari rappresentava un'anomalia, lontana dalla loro integrità morale. L'eredità consiste in un rustico in Sardegna e in un gozzo da pesca ormeggiato sulla costa orientale. Marino e Leoni, un tempo legati da un sentimento perennemente in bilico fra l'amicizia e l'attrazione fisica, decidono di andare insieme a dare un'occhiata. Arrivati sull'isola, temendo una trappola postuma del colonnello, si dedicano a una meticolosa perquisizione al termine della quale rinvengono l'hard disk. L'archivio segreto del colonnello? Leoni ne apre uno a caso. È datato 1992 e la lettura si rivela un vero e proprio viaggio nell'inferno della ex Jugoslavia in pieno massacro. La lettura del diario del colonnello fa da contrappunto alle indagini sulla morte del ragazzino che si rivelano ben più complesse di come erano apparse all'inizio e la cui soluzione è un altro viaggio nel cuore del male assoluto di una Milano rapace, spietata e indifferente.
Adele Marini, giornalista milanese specializzata in cronaca nera, ha lavorato per importanti settimanali nazionali e collaborato con diversi quotidiani. Il suo primo romanzo, Il Consulente (Mario Modica editore, 1994), che ha per argomento l'infiltrazione di Cosa nostra nell'imprenditoria del Nord, ha aperto la strada per quel genere letterario fra attualità e invenzione che gli anglosassoni chiamano nonfiction novel. Strada che l'autrice ha proseguito con la trilogia “mafiosa”: Milano solo andata (2005), con cui ha vinto il “Premio Azzeccagarbugli 2006”, Naviglio blues (2008), entrambi pubblicati sia in Italia, dalla Frilli editori, sia in Germania da Random House-Goldmann, e A Milano si muore così (2013), dedicato alla 'ndrangheta, ai suoi riti e all'infiltrazione nei lavori per Expo. Anche questo romanzo, pubblicato dalla Frilli, ha ottenuto il Premio Azzeccagarbugli 2014 nonché il premio nazionale M.E.I. per l’impegno contro le mafie. L'ultima fatica: Io non ci sto (2014 Feltrinelli), è dedicata invece ai servizi segreti e alle loro responsabilità nella destabilizzazione del Paese e nei depistaggi. Della stessa autrice, racconti inseriti in prestigiose antologie e infine due saggi pubblicati in eBook: I fondamentali della scrittura d'indagine (2010) e Arriva la scientifica (2011) ai quali hanno già attinto alcuni studenti per le tesi.


Titolo: Asti ceneri sepolte. Un'altra indagine dell'investigatore Martinengo
Autore: Fabrizio Borgio
Editore: Frilli Editori collana I Tascabili Noir
Pubblicazione: 2016
Pagine: 196
Versione cartacea: € 10,90
eBook: epub e kindle € 4,99

Sinossi
Un'afosa sera d'estate: un'esplosione sconvolge Asti. L'incendio conseguente distrugge la APES azienda specializzata nello stoccaggio di rifiuti; nella tragedia perdono la vita due dipendenti. Contemporaneamente in un incidente avvenuto poco distante dal luogo del disastro, muore un motociclista mentre l'autista di un SUV finisce in coma. Entrambe le vittime si scoprono essere titolari della stessa azienda distrutta dall'incendio. La medesima sera, l'investigatore privato Giorgio Martinengo prende servizio come soccorritore della Croce Rossa e il suo migliore amico, il chimico Paolo Marchese, membro dell'ARPA Piemonte, deve intervenire per monitorare il potenziale pericolo d'inquinamento ambientale derivato dall'incendio, perché la funerea e irreale colonna di fumo nero come la pece che ascende al cielo della piccola città piemontese non sembra solo carta che brucia. Inizia così una lunga notte insonne, durante la quale Giorgio Martinengo si ritroverà a ricomporre un mosaico di fatti e persone in una sarabanda di morte che coinvolgerà i personaggi più inaspettati. Un vortice di faccendieri, corrotti ed ecomafie nel quale Martinengo, vittima di una insopprimibile brama di sapere, sarà coinvolto nonostante il suo inedito ruolo.
Fabrizio Borgio nasce prematuramente nella città di Asti il 18 giugno 1968. Figlio di anni inquieti, passa un'infanzia chiusa e taciturna sviluppando la propria fantasia e creatività aiutato da libri, fumetti e televisione. Appassionato di cinema e letteratura, affina le sue passioni nell'adolescenza iniziando a scrivere racconti. Frequenta mediocremente un Istituto tecnico, insegue una certa vocazione per le armi, trascorrendo anni nell'Esercito. Congedato, comincia a muoversi irrequieto nel mondo del lavoro e a scrivere. Segue stage di sceneggiatura con personalità del nostro cinema, tra le quali Mario Monicelli, Giorgio Arlorio e Suso Cecchi d'Amico. Collabora occasionalmente con il regista astigiano Beppe Varlotta. Partecipando al premio letterario "Il nocciolino" di Chivasso riceve un premio della giuria. Ha pubblicato Arcane le Colline nel 2006 e La Voce di Pietra nel 2007. Per Fratelli Frilli Editori ha pubblicato Masche, La morte mormora e Vino rosso sangue.

Immagine in apertura di post: 360°Book Christmas Version di Yusuke Oono


Felici letture a tutti da la nostra Libreria

17 commenti:

  1. Ottimo, bene, belle segnalazioni. Devo dire che quando vedo le copertine dell'editore della mia città mi si allarga il cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Max! Io tifo per gli esordienti e le CE indipendenti e virtuose ;) In aggiunta, alcune sono anche nostre corregionali!

      Elimina
    2. Grazie di che? Tutte belle segnalazioni.

      Elimina
  2. La Frilli Editore ormai si è conquistata un posto speciale in questo blog. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco! La nostra politica è segnalare quei titoli che ci hanno incuriosito, in base alle richieste arrivate: dunque si tratta sempre di una selezione "ragionata", ovvero fatta consapevolmente. Non passa tutto, assolutamente no ;)
      La Frilli ha un catalogo molto interessante e non nego che oggi, mentre cercavo strenne natalizie qui da me in centro, ho apprezzato il fatto che le due librerie migliori abbiano parecchio assortimento ;)
      Personalmente apprezzo anche Nero Press e Panesi, qui citate, e La Piccola Volante, Acheron, Delos, dbooks, e tutte quelle CE che abbiamo in qualche modo supportato nel tempo.
      Grazie e a presto!!!

      Elimina
  3. Quest'anno ci proponete un Natale in giallo! :-D ;-)
    Grazie e buone feste thriller!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giallo a volontà :D
      Grazie mille Kiariel, ma penso che vi delizieremo con altri post: mica andiamo in ferie, tzè XD (Andiamo... "vado" XD)

      Elimina
  4. Tante belle segnalazioni giallose, wow! Così leggendo le varie sinossi debbo dire che quelli che m'intrigano di più sono il volume di Borgio e quello della Adele Marini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick ^^ Abbiamo scelto i titoli che ci sono sembrati più curiosi e interessanti, molto contenta che alcuni ti abbiano colpito!
      Grazie mille!

      Elimina
  5. Ciao Glò. Belle segnalazioni!
    Inutile dire che segno (e poi manderò il conto a te ahah)
    Borgio l'ho letto d'un fiato. È una visita guidata nella mia città e nella sua vecchia cronaca nera. Romanzata ok, però intanto.
    Bello davvero!

    Ps se qualcuno avesse bisogno della traduzione di qualche parola in dialetto, chieda pure

    Pps grande casa editrice Frilli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Pat! Quindi abbiamo il primo parere sulla nuova indagine di Martinengo! :O Uau!
      Grazie mille per aver apprezzato le nostre scelte (ci siamo consultati, io e Paolo), però... il conto mandalo a Michele eh! ^__^
      E un abbraccione a te!

      Elimina
  6. Tutto nerissimo. Neanche una pennellata di colore! :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Noir 99%, come il cioccolato che preferisco XD L'1% è riservato al banner: il libro a 360°, visto che bello??? *_*

      Elimina
  7. Batti il cinque per il cioccolato super dark! Invece per il noir batto solo il 5...%.
    Ahaha.
    Buon fine settimana, Glò! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto abbiamo un sacco di cose in stile affinità elettive ^_^ Sarà solo (o quasi) il noir a "separarci" :D
      Buona domenica, Marina!

      Elimina
  8. Ero alla ricerca , per Natale , di questo genere e ho poi scelto due libri di racconti noir di Ed Mcbein, ma per capodanno non mi farò mancare questo vostro suggerimento.
    Tanti AUGURI di Buone Feste!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contentissima di averti ispirato acquisti librosi XD Se hai voglia di curiosare i cataloghi delle CE proposte, troverai tantissime possibilità ;)
      Ancora Auguri e un grande abbraccio ^_^

      Elimina