martedì 17 gennaio 2017

Glò thinking - Le mie letture del 2016


In questa fase di stanca sono priva di forze per scrivere post impegnativi, ragion per cui approfitto dell'idea di Pat, ripresa da altri blogger (trovate i riferimenti QUI), e vi sciorino la mia lista - completa... chissà, non ci giurerei - relativa alle letture fatte durante l'anno appena passato.
Mariella propone ogni anno una pagina con le letture fatte, trovate QUI quella relativa al 2016.

Sono sorpresa per il numero consistente di titoli letti, pur sapendo che molti rideranno di questa mia affermazione: sono lettrice lenta, sia per vocazione da bradipo, sia per amore e rispetto verso i libri. Sto tergiversando: in definitiva, ma quanti ne ho letti?


Villette di Charlotte Brontë è stato il primo romanzo letto: un classico imperdibile, incentrato sulla figura di una ragazza sorprendentemente forte ed emancipata per i tempi. Lucy Snowe dà moltissimi punti alla "sorella" Jane Eyre, ma veramente tanti... Un libro pieno di dolore e struggente nello stesso tempo, con qualche tratto goticheggiante.




La spiegazione dei fatti di John Banville è il primo volume della trilogia ideale della quale ho parlato QUI e QUI. Il protagonista è quel Frederick Montgomery che mi ha ispirato un finale per Insieme raccontiamo 15 (celeberrimo meme, ormai, pensato da Pat).

Don Casmurro di Machado de Assis: questo libro sublime ha riacceso in me la voglia di letteratura sudamericana... QUI il post relativo.

Serie sull'Ispettore Kajetan di Robert Hültner: ho chiacchierato abbondantemente di queste piacevolissime letture QUI. Questa serie è fantastica e spero sarà letta da molti, perché la componente prettamente noir è immersa sapientemente in un periodo storico che permette all'autore di raccontare la Baviera del periodo 1920-'30.

La felicità araba. Storia della mia famiglia e della rivoluzione siriana di Shady Hamadi: se volete farvi un'idea della situazione siriana per come si è sviluppata nel tempo, questo libro a metà tra saggio e storia familiare è consigliatissimo.

Purity di Jonathan Franzen: un grande scrittore, una grande traduzione (di Silvia Pareschi, sì!), personaggi controversi ed esagerati perché in loro vi è una forte concentrazione del reale, analisi di alcune derive sociali attuali e tantissimi stimoli cerebrali XD QUI il mio post.

Nero elfico di Daniele Picciuti ha rappresentato il mio primo incontro con la bizarro fiction: tanto divertimento, splatter, anche sesso brutale e, per finire, svolta impensabile! QUI il post.

Le volpi vengono di notte di Cees Nooteboom il libro più poetico e struggente letto negli ultimi anni *_* Ho parlato di questa raccolta di racconti QUI.





Le canzoni dell'aglio di Mo Yan: un romanzo che si basa sulla vita di umili lavoratori rurali, ma non è la fatica dei campi che sconvolge chi legge... bensì la struttura sociale, le costrizioni, la "giustizia" cui sono soggetti. E sembra di immergersi in un lontano periodo feudale, invece...




Canto della pianura di Kent Haruf primo incontro con la bella prosa ispirata ed essenziale dell'autore, che racconta la coralità di un centro isolato e periferico attraverso le vite banali e normali di alcuni personaggi. Plainsong, dove tutto è mono-tono, ma a ben guardare sono i piccoli gesti, la quotidianità e i sentimenti spesso celati o manifestati con garbo e grazia a farne un capolavoro. QUI il post.

Martin Eden di Jack London  ...no vabbè, Martin Mai 'na Gioia Eden è stato la croce mia dell'anno XD A lui ho dedicato questo approfondimento XD

Trilogia del Ratto di Haruki Murakami. Quest'anno sono stati finalmente tradotti e pubblicati Vento & Flipper, i primi due racconti/romanzi brevi della trilogia: per me sono stati illuminanti per certe tematiche ritrovate in opere successive del Muracoso Tra tutte... quella del pozzo *_* Sotto il segno della pecora (il terzo volume): tra simbolismi che da occidentale non avrò sicuramente compreso, viaggi e quête - che pur svolgendosi nel mondo in verità tirano in ballo l'interiorità/coscienza -, contatti tra mondo reale e "mondo altro", il protagonista giunge alla grande prova finale... (QUI)

Capo Horn di Francisco Coloane è un bellissimo libro di racconti, che mi hanno portata tra uomini duri e talvolta implacabili a causa della natura stessa di quei luoghi aspri, dove la natura è matrigna e inganna come fosse una sorta di sirena ammaliatrice.

La baia di James A. Michener: ecco *__* il mattonazzo capolavoro (quasi 1300 pagine) che celebra la baia di Chesapeake e che si dipana dall'arrivo dei coloni inglesi fino al Watergate, per farci scoprire, attraverso una ricostruzione condotta tra fonti orali e d'archivio, l'evoluzione sociale, mentale, politica, ambientale di autoctoni e coloni, cattolici e protestanti e quaccheri, schiavi e uomini liberi... Imperdibile, meraviglioso anche per le parti dedicate alla natura.

A un passo dalla vita di Thomas Melis, un esordiente che sa il fatto suo come ho scritto QUI.

Da zero a infinito di Fabio Lastrucci eh beh... Lastrucci e i suoi racconti *_* Il fantastico italiano che più italiano non si può: voce originale e poetica a momenti. QUI trovate le mie riflessioni sulla raccolta.





Santa Mazie di Jami Attenberg è un libro basato su quanto la scrittrice è riuscita a mettere insieme tra fonti orali e poco altro su Mazie Phillips, una sorta di santa laicissima, con una voglia di vivere contagiosa e sfrenata, nonostante la crisi economica degli anni '30 e i guai familiari, in una NY puzzolente e caotica e vissuta nelle strade tra gli homeless.




Il Settimino di Fabrizio Borgio: Stefano Drago *__* oh ti leggerò ancora, recupererò tutte le tua avventure, stanne certo! QUI il post.

Caramelle al gusto arancia di Valentina Orsini un libro importante per una tematica affatto semplice da trattare, condotta in modo sobrio e mai banale da Valentina, QUI.

La macchia di Maurizio Cometto: primo incontro con l'autore, un racconto fantastico (non solo per genere) potente e perfetto *_* QUI il mio post.

Non hai mai capito niente di Marco Freccero: questa è una raccolta di racconti incentrati su di una normalità che forse a volte non conosciamo così bene, perché ci sembra troppo banale o priva di pathos. Ritratti di persone e situazioni che colpiscono duro... le erbacce. QUI.

Zombie Mutation di Giorgio Borroni: in verità è un audiobook, che mi è piaciuto moltissimo, per vivacità, suspense, azione, sangue e polvere (mi cito, sì); una versione originale e realizzata ottimamente che utilizza il tema (abusato) degli zombies... ma che zombies! Il post QUI.


Altrisogni Vol.3: antologia fantasy che comprende sette racconti di altrettanti autori e che ho trovato perfetta, ben strutturata e di qualità; per altre curiosità cliccate QUI.


Michele e l'aliante scomparso di Maurizio Cometto mi ha deliziata durante il periodo natalizio *__* Si tratta di un romanzo per ragazzi... ma quanto più lo possiamo apprezzare noi "grandicelli"! La storia di Michele si svolge tra una realtà rurale italianissima e un mondo sottosopra ;) Altro esempio della bella letteratura fantastica di casa nostra, ne riparlerò a breve!

Ecco 28 libri letti, un record assoluto per me :O Con questa lista-riassunto, spero di incuriosirvi e fornirvi input per nuove avventure librose ^_^

68 commenti:

  1. Alcuni li ho letti anche io, non necessariamente quest'anno. Bella lista, io sono più vorace ma credo che sia dovuto alla mia insonnia maledetta, non ho merito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh pure io sono insonne, ma la questione non cambia XD Leggo davvero con lentezza anche se non lo considero un aspetto negativo, anzi...
      Ciao e grazie ^_^

      Elimina
  2. Bella lista, per quanto lontanissima dai miei gusti.
    Anch'io ci ho dato dentro abbastanza nel 2016 nonostante uno scorcio di estate e di autunno in cui non lessi proprio nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già ricordo il tuo post (http://pirkaff.blogspot.it/2016/11/cosa-ho-letto-in-questi-mesi-di.html)!
      Ma davvero trovi le mie letture così poco affini al tuo gusto? :O
      Grazie mille e fa piacere leggerti qui e in giro ^^

      Elimina
  3. Bella lista, ma che te lo dico a fare! :-)
    Ho preso appunti. Dopo l'Annus Horribilis 2015 in cui ho letto pochissimo, il 2016 è stato abbastanza positivo e sono riuscito a tenere una buona media. Il minimo sindacale è un libro al mese, il necessario per sopravvivere. E non è una gara ma linfa vitale, le settimane in cui non riesco a leggere almeno un po' sembrano incomplete.
    Dovrei esplorare un po' di più il mondo degli audiolibri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci per aver gradito l'elencone ^^ Si capisce pure che la vita quotidiana non sempre permetta di soddisfare le nostre passioni, si fa quel che si può. Però gli audiobook non sono da sottovalutare (molte letture sono disponibili free, ad esempio su LiberLiber o su sito Radio3-Ad alta voce, anche per farti un'idea).
      Anche per me non si tratta di fare "gare di lettura", amo davvero e rispetto i libri e per come sono fatta li centellino e assaporo (eh sì, son lenta XD).
      Grazie e alla prossima!

      Elimina
  4. Se non ho contato male sono 25 titoli... niente male come media (che poi è più o meno anche la mia). Ci sono un sacco di book-blogger che affermano di leggerne 80-100 all'anno ma 1) non ci credo e 2) evidentemente leggono una pagina sì e due no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho ricontato, ma ti sbagliasti picciotto! XD 28 sono! Ti ha fregato Hültner, credo, visto che la serie Kajetan consta di 4 volumi (per il momento almeno) letti tutti di seguito ;)

      Sulle quantità... anche io tendenzialmente sono sospettosa dei grandissimi numeri, poi dipende anche da ciò che si legge e da COME, sì. Mi irritano un po' quelle pseudo gare: "obiettivo dell'anno leggere millemila titoli", boh... Io leggo se ho voglia e se sono ispirata, stop.
      Ciao e a presto!!! ^^

      Elimina
  5. Ciao Glò :)
    Capo Horn... una favola! Dura ma incredibile. Io poi amo molto la letteratura latino-americana
    Borgio e Melis.. beh! Che dire? Mi sono piaciuti tantissimo.

    La trilogia del ratto e Le volpi vengono di notte sono in lista desideri :)))

    Grazie del linkaggio! :*)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Linkaggio doveroso, mi hai ispirata per questo post, non era nella mia mente proprio XD
      Capo Horn è magico! A volte mi chiedo quanti libri meravigliosi sfuggano alle mie ricerche e antenne :D In questo caso, per dire, avevo deciso che Coloane doveva essere...
      La Trilogia ti farà impazzire, in tutti i sensi! E di Nooteboom ti innamorerai: io sicuramente leggerò altri suoi titoli *_*

      Grazie e un abbraccio! ^_^

      Elimina
    2. Tutti i libri di Coloane sono fantastici a mio parere. Decisamente un altro mondo e non solo perchè è agli antipodi geograficamente. Lo è anche come modo di vivere.
      Discorso Murakami. Sto leggendo Dance dance dance. Sono a'inizio ma quanto mistero :))

      Elimina
    3. Coloane mi è piaciuto veramente tantissimo, quindi probabilmente leggerò altri suoi libri.
      Dance dance dance non l'ho ancora letto! *_*

      Elimina
  6. sergio l. duma17 gennaio 2017 14:07

    Bella lista... adoro soprattutto Murakami. Questi sono alcuni dei libri che ho letto nel 2016. Cito solo quelli che mi sono piaciuti:

    Jezebel (Irene Nemirovsky)
    Manuale del Guerriero della Luce (Paulo Coelho)
    Wetware – Uomini e Robot (Rudy Rucker)
    L’Imbroglio della Realtà (David Icke)
    La Mente Quantica (William Bishop/Vincenzo Fanelli)
    La Speranza Sta Oltre il Confine? (Laye Gueye)
    Il Libro del Tempo (Fritz Lieber)
    Le Origini Occulte della Musica vol. 3 (Enrica Perucchietti)
    Perché Mi Capita? (Francesco Albanese)
    Infiniti (AA.VV.)
    I Morti Ricordano (Robert E. Howard)
    La Scacchiera (John Brunner)
    Da Twin Peaks a Twin Peaks (Andrea Parlangeli)
    Punto Zero (Joe Vitale)
    Orizzonti Infiniti (AA.VV.)
    City (Clifford D. Simak)
    Il Linguaggio Segreto di Segni e Coincidenze (Gian Marco Bragadin)
    Sottomissione (Michael Houllebecq)
    L’Aristocrazia Nera (Riccardo Tristano Tuis)
    Il Potere dell’Intenzione (Wayne W. Dyer)
    Perle ai Porci (Kurt Vonnegut)
    Gli Invasori (Alun Lewellyn)
    Il Diavolo in Corpo (Raymond Radiguet)
    Il Buon Soldato (Ford Madox Ford)
    Bartleby Lo Scrivano (Herman Melville)
    La Figliastra (Caroline Blackwood)
    Il Piccolo Principe (Antoine De Saint-Exupéry)
    Storia di un Corpo (Daniel Pennac)
    City Blues (Vittorio Bongiorno)
    Il Segreto di Rama (Arthur C. Clarke/Gentry Lee)
    Le Guide del Tramonto (Arthur C. Clarke)
    The Secret History of Twin Peaks (Mark Frost)
    Il Mio Cuore E’ Più Stanco della Mia Voce (Oriana Fallaci)
    Divorzio a Buda (Sandor Marai)
    Delitto In Prestito e Altre Storie (Cornell Woolrich)
    L’Amico Ritrovato (Fred Ulhman)
    Io Sono Vivo Voi Siete Morti (Emmanuel Carrère)
    Tutti I Mondi Possibili vol. 1 (Vari)
    Programma La Tua Realtà Quantica (Riccardo Tristano Tuis)
    Inchiesta sul Cristianesimo (Vittorio Messori)
    Il Tocco di Re Mida (Vari)
    Il Replicante di Sigmund Freud (Barry N. Malzberg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Sergio, direi che la tua lista è ricchissima e prenderò spunti vari, ad esempio ci sono parecchi autori che voglio leggere da molto, annoterò i titoli relativi. Mi pare di aver letto e amato moltissimo soltanto Jezabel tra quelli che citi, quindi ho materiale in abbondanza XD
      E Murakami... *__*

      Grazie mille per aver partecipato, mi ha fatto un grande piacere ^^

      P.S.: Lo scrivo pubblicamente: sto leggendo il tuo Tempi terribili, miseria... che viaggio! :O

      Elimina
    2. sergio l. duma18 gennaio 2017 10:52

      Spero che sia un viaggio... ehm... piacevole :)!

      Elimina
    3. Viaggio avvincente direi! XD (E convincente per come scorre la storia, intricata ma ben congegnata)

      Elimina
  7. Tanta roba interessante. Mi sono segnato un po' di titoli. Provo a iniziare con Lastrucci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ant, che piacere trovarti tra i miei libri! ^^
      Spero di averti ispirato un gran numero di future letture e direi che Lastrucci sarà una grande partenza!
      Grazie mille e a presto!

      Elimina
    2. Eh si, per le fonti d'ispirazione qui c'è solo l'imbarazzo della scelta. Grazie a te!

      Elimina
    3. Ne sono molto felice ^^

      Elimina
  8. Franzen, Nooteboom, Haruf segnati.
    Murakami, che te lo dico a fare: il giorno che hai parlato di Vento & Flipper sono andata a comprarlo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava ragazza *__* Hai annotato libri davvero importanti per me, tra le migliori letture dell'anno! Su Murakami vorrei poi avere un tuo parere, perché questi due racconti dicono parecchie cose...
      Ciao e grazie cara Marina ^^

      Elimina
  9. Risposte
    1. Ciao caro Cavaliere, sempre gentile e presente, grazie mille! ^_^

      Elimina
  10. Ma quanto leggete tutti quanti!! 😃 Bravi!
    Avrò all'attivo due libri nel 2016, di cui uno è quello di Riccardi.
    Finisco nella lista nera? 😆
    Ciao Glo'
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marina, da quello che so tu sei una grande creativa e quindi deduco che il tuo tempo da dedicare alle "passioni" sarà già ampiamente occupato!
      Nessuna lista nera, almeno per quel che riguarda i nostri passatempi: LIBERTÀ!!! XD

      Grazie carissima, a presto ^^

      Elimina
  11. Leggo i vostri elenchi perché, come ho spiegato da Pat, non sono in grado di ricostruire il mio percorso di lettore nel 2016 (e neanche degli anni precedenti, per la verità).

    P.S. Sei sicura di avere citato correttamente l'ultimo titolo? Avrei pensato a "Michele scomparso sull'aliante" ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivano, avevo letto il tuo commento da Pat, sì! Per altro se non ricordo male parlavi di riletture principalmente.

      Da buon professionista ti sei accorto dell'errore: Michele è scomparso sull'aliante probabilmente insieme a Paolo. Quasi quasi scrivo alla redazione di Chi l'ha visto?, o forse li vendo... ci devo pensare ;)

      Grazie mille ^_^

      Elimina
  12. Mia cara io faccio fatica a ricordare tutte le biografie che mi sono dovuta sciroppare in questo anno, biografie musicali o sulla danza come sempre , trascurando paurosamente gli altri campi.
    Ma tu mi vieni in soccorso e ho segnato alcuni titoli che almeno metterò da parte quando mi faranno la grazia di darmi qualche minuto per me stessa..
    Un bacio specialissimo mia adorabile creatura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nella, letture per te necessarie quelle che citi! Sono molto contenta se ti ho potuto suggerire qualche lettura per i momenti di relax! ^_^

      Ti abbraccio forte ciao Nella ^_^

      Elimina
  13. Oh, ma che bella lista! Alcuni di questi libri li conosco bene! Mmm... chissà come mai? ;-)
    Dato che alcuni libri li abbiamo letti in contemporanea, mi stupisco di quanti romanzi super-belli abbiamo totalizzato ;-)
    E per "super-belli" intendo Villette, La felicità araba, Purity, Le canzoni dell'aglio, Canto della pianura, Vento & Flipper e Santa Mazie.
    Le mie letture del cuore sono Villette (non dimenticherò più la quasi-sorellina di Jany Eyre!), Le canzoni dell'aglio (quante volte mi sono commossa, terrorizzata e arrabbiata leggendo dei soprusi, delle violenze e delle speranze infrante?) e Santa Mazie (persona piena di vita, spesso a braccetto di sorella T. e ad aiutare gli altri).
    Ops, stavo per dimenticare Purity! A Purity va il merito di avermi fatto aprire gli occhi sul mondo fake e pazzoide del web e di avermi obbligata a riflettere sulla natura di alcune relazioni interpersonali (ps: ancora mi turba la love story di Anabel & Tom).
    Sono molto soddisfatta di queste letture e ti ringrazio per avermele fatte conoscere! Ora diamoci da fare, troviamone altre per il 2017, ah ah.
    No, dai, facciamo con calma XD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara compagna di letture assieme a M., anche quest'anno abbiamo all'attivo non poche condivise che ci hanno permesso di scambiare idee e arricchirci: è sempre un piacere per me! Tutti i titoli che citi sono stati importanti per me e credo rimarranno tra i libri della vita.
      Per quest'anno io avrei un'idea... Vita e destino di Vasilij Grossman *_* (dopo il mio Albinati, però)

      Grazie mille!!! <3

      Elimina
    2. Vita e Destino è più o meno da un anno che è da leggere... :-P
      Si può fare!! (cit. Frankenstein Jr. )

      Elimina
    3. E facciamolo allora!!! *__*

      Elimina
  14. Come mi hai fatto notare tu, abbiamo qualche lettura in comune (compreso Michele e l'aliante di cui parlerò presto...). Altre mi incuriosiscono parecchio e una, Purity, forse l'ho rimandata per troppo tempo. Troppi libri! Buone letture per il 2017!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque anche l'ultimo romanzo di Cometto tra le letture comuni! Leggerò con curiosità le tue opinioni a riguardo e spero di riuscire a completare a breve il mio post (sono un po' lo-fi :P).
      Purity secondo me è potentissimo *_* Quindi... ti tocca un recupero!
      Troppi libri, che meraviglia però! :D Io prometto che quest'anno leggerò il Kundera e il Roth che mi hai assegnato.
      Buone letture e grazie ^_^

      Elimina
  15. Risposte
    1. Un grande piacere e anche doveroso citare chi mi permette di leggere Franzen in italiano *__* Grazie a te ^_^

      Elimina
  16. Sono decisamente molto attratta da Villette.
    Sarà uno dei miei prossimi acquisti. :)
    Sei lettrice che gusta ogni passaggio come me. Io impiego diverso tempo a leggere. Come dice Keating quando menziona la Setta dei poeti estinti, di ogni parola voglio "gustare sulla lingua la dolcezza".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Villette è magnifico e ha alcune parti "liriche" che potrebbero ispirarti nella tua attività registica! Ti piacerà moltissimo Lucy, una ragazza veramente intraprendente, anche se costretta dalla personale situazione di vita a compiere scelte decisamente radicali e coraggiose. (C'è una scena magistrale e divertente che si svolge in una galleria d'arte, secondo me fantastica!)
      Ricordo un tuo post in cui raccontavi del tuo voler leggere gustando, sì! ;)
      Ciao cara Luz e grazie ^^

      Elimina
    2. Ok, è ufficiale, mi hai convinto. :)

      Elimina
    3. Oh che bello!!! Adoro Villette (uno di quei libri che rimangono ben impressi) e quindi attendo tue riflessioni dopo lettura ^^

      Elimina
  17. Ho letto tutto Franzen ma mi manca Purity. E non si può non ringraziare Silvia Pareschi per le sublimi traduzioni.
    Sai, io riesco a leggere parecchio durante gli spostamenti quotidiani e obbligatori per andare al lavoro. In quelle due ore, vado avanti nelle mie letture riuscendo ad estraniarmi da tutto. Sempre meglio che fissare un cellulare e scorrere velocemente FB!
    Poi dipende, ho notato che nel 2016 ho letto di più che negli anni precedenti, ma non è una gara né un obiettivo che mi prefiggo. Semplicemente, avrò letto cose di vario genere, più o meno impegnative.
    Mi sono segnata qualche tuo titolo, in primis "Villette" della Bronte. Quest'anno approfondirò Murakami, la cui scoperta devo a te.
    Un abbraccio e grazie, per il linkaggio e per tutto.
    Dai che ce la si fa.
    Smack.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariella! ^^ Di Franzen ho letto soltanto questo ultimo lavoro e Libertà, che per me è incredibilmente bello: un romanzo di un'attualità totale, che sviscera le paranoie, le devianze e le interpretazioni personali che ruotano attorno a quel concetto. Nemmeno a dirlo, recupererò pian piano tutto *_*
      I tempi morti per spostamenti quotidiani sono un'ottima occasione effettivamente ;)
      Villetteè un capolavoro troppo "taciuto": mi ripeto, Lucy la protagonista è avanti anni luce in confronto alla Jane ^^ Mi saprai dire.
      Murakami fa proseliti e io ne sono felicissima, anzi spero a breve di dedicarmi finalmente a Dance dance dance, di cui tutti dicono belle cose!
      Grazie a te (per tutto <3) e un baciotto ^_^

      P.S.: una cosa tecnica sulle pagine statiche relative alle tue letture negli anni: perché non metti in alto sotto il banner una pagina che le raccolga, ben visibile appena si arriva sul tuo blog? Sinceramente se non avessi letto il tuo commento da Pat non avrei proprio notato :O E dire che ogni tanto mi soffermo sui blog e su come sono strutturati...

      Elimina
    2. Devi assolutamente leggere "Le Correzioni", imperdibile, drammatico squarcio di vita.
      Intanto, grazie ai tuoi consigli aumenta la mia wish list del 2017.
      A proposito delle pagine: inizialmente erano in alto sotto il banner del blog ma non riuscivo a tenere in linea gli anni e allora li avevo spostati al lato. Sono convinta che fosse anche un problema di scarsa visibilità dell'intero blog a cui ho ovviato ad inizio anno con una nuova grafica più chiara e più evidente. Sto ancora facendo delle modifiche ( quando ho tempo) e proverò di nuovo a spostarli in alto. Grazie!
      Un abbraccio grande.

      Elimina
    3. Leggerò sicuramente il Franzen che citi, mi ispira moltissimo *__* Anche io ho la lista letture 2017 già ricolma di titoli XD Muahahahahah!

      Per quanto riguarda il blog, devo dire che per le questioni "tecniche" i ragazzi ne sanno, parlo proprio di come impostare la Home e quali "titoli" assegnare a pagine e gadget: il merito va totalmente a loro! Io non son brava in queste cose :P
      Buona domenica e grazie per tutto 2 :D

      Elimina
    4. Ho sistemato le "pagine" come mi avevi consigliato. Grazie!

      Elimina
    5. Visto, secondo me non è affatto male dare visibilità ai tuoi elenchi! E comunque si sperimenta... al limite rimaneggi col tempo.

      Elimina
  18. Lista interessantissima, pure troppo per me che ho le pile accatastate e i libri non letti annidati nella mia biblioteca (ormai ridotta a un'entità che ormai è dotata di parola e richiede vittime umane come il dio Moloch). XD

    Della tua lista ho letto i racconti di Marco Freccero e l'imperdibile Muracoso. Mi attira enormemente La baia di James A. Michener, perché io adoro i mattonazzi, basta che appunto siano dei capolavori. Ho letto libri di trenta pagine che non vedevo l'ora di finire. Mi incuriosisce anche Villette. Beh, a dire il vero mi incuriosiscono un po' tutti! ... Non faccio la lista perché, come Ivano, non ho memoria dei libri che leggo. La recensione è un ottimo aiuto, e hai fatto bene a linkare quelle del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I libri qui da me sono presenze avvolgenti XD Ne vorrei sempre di più, ora col digitale riesco a contenere la proliferazione, però... ne compro anche cartacei :D

      Villette penso ti possa interessare anche per la protagonista, che sfata alcuni canoni femminili dell'epoca... per aspetto, mise e testa. Siamo davvero oltre la Jane che alla fine capitola e si sposa. Ma la bellezza del romanzo sta anche in certe atmosfere tra lirico e gotico, per la bella prosa e perché pieno d'umanità, quella che si acquisisce per i rovesci che la vita riserva a tutti noi. Ti tocca, dunque ^^

      La Baia è imperdibile, ti invito fortemente a leggerlo, perché è interessante su più fronti (storia, società, descrizioni della natura, personaggi, tematiche forti...) e l'autore ha vissuto nei luoghi della narrazione per molti anni, raccogliendo informazioni e quanto gli sarebbe servito per la stesura *_*

      Grazie mille e a presto! ^_^

      Elimina
  19. Non ne ho letto nessuno :( Eppure sono una che legge, legge, legge...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta! ^_^ Troppi libri: nonostante si legga molto, abbiamo a disposizione, e per fortuna, tantissimi titoli interessanti tra i quali scegliere *__*
      Grazie mille e alla prossima!

      Elimina
  20. Di questi non ne ho letto nessuno (e nemmeno degli autori, a parte Fabrizio Borgio), se però ricordo bene dell'ispettore Kajetan, che ho trovato interessante in quel tuo vecchio post, quest'estate ne ho consigliato l'acquisto (assieme a quelli della Frilli editore) alla biblioteca della mia città. Vedremo, sperando sempre di migliorarne gli acquisti, che non sempre sono proprio il massimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco! La serie sull'Ispettore Kajetan spero ti arrivi via biblioteca, perché merita assolutamente *_* Sono pure contenta che il mio post ti abbia convinto a cercare di procurartela ^^ Le acquisizioni fatte dipenderanno anche dalle richieste dell'utenza? Purtroppo credo che Hültner sia misconosciuto (e sottovalutato, sob), stessa cosa per la CE Frilli...
      Grazie mille e a presto ^^

      Elimina
    2. In teoria, in pratica tasto dolente... Io cerco sempre di consigliare l'acquisto di cose interessanti e il tuo blog ne è una fonte che sfrutto spesso, purtroppo chi fa gli acquisti segue le proprie inclinazioni, quindi è difficile venire accontentati. Il risultato è che gli acquisti divengono settorializzati, personalizzati sulla base dei gusti di uno solo.

      Elimina
    3. Uh, gestire una biblioteca pubblica richiederebbe altro rispetto a proprie inclinazioni o.O 'nammo bene...

      Elimina
  21. Ciao
    ottima lista e bellissimi spunti, guai per la mia libreria stracolma... sono rovinato :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Ernest, pare che io sia una spacciatrice di consigli di letture della peggior specie XD Ma a mia volta sono rovinatissima, eh! :D
      Grazie mille e a presto ^_^

      Elimina
  22. Letteratura sudamericana yeee!!! :) Dai una chance a Paco Ignacio Taibo II, il suo detective depresso in un Messico sanguinario è IL personaggio dal quale non vorrai mai più staccarti.
    Letto anch'io Michele e l'aliante scomparso di Cometto e, come dici tu, è una lettura che farà bene ai ragazzi e ai papà. Anzi, è proprio una lettura da racconto della sera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh... sto tallonando Taibo II da qualche tempo, e se tu dici che il detective in depre è imperdibile, mi convinco immantinente e provvederò il prima possibile a leggere :O
      Il romanzo di Cometto per me è stato vero balsamo nel momento in cui l'ho letto *_* E sì, penso sia una lettura preziosa per ribadire che l'immaginario è fondamentale e che sarebbe bene non abbandonarlo mai del tutto, anche da adulti ;)
      Grazie e a presto cara Federica ^^

      Elimina
  23. Ottima la lista e ottima l'iniziativa. Tanti sputi interessanti.
    Ciao Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco, benvenuto! ^_^
      Grazie per aver apprezzato la lunga lista e sono felicissima di fornire spunti per letture: qui preferiamo promuovere i libri che ci piacciono per incentivarne la circolazione ^^
      A rileggerci e grazie ancora!

      Elimina
  24. Alcuni titoli mi ispirano, come "Le volpi vengono di notte", altri invece sono libri abbastanza recenti o sbaglio? :)
    Sono sempre aperta a nuovi generi e letture, ma negli ultimi anni mi sto dedicando a recuperare vecchi classici; di contemporaneo leggo ben poco e quasi esclusivamente perchè mi viene regalato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, contenta di ritrovarti nella blogosfera, spero tu sia riuscita a recuperare del tutto e ti abbraccio!

      Negli ultimi anni sto alternando classici o contemporanei quasi classici a novità del panorama piccole CE ed esordienti, con grande soddisfazione ^^
      Pochi saggi durante il 2016 e questo mi dispiace parecchio, ma il tempo obbliga a selezionare -_-
      Grazie mille!

      Elimina
    2. Ehehhh alla fine sto ritornando per vostra (s)fortuna :) anche se per quanto riguarda la mia salute ho ancora tanto da fare! Oh beh, ne approfitterò per spulciare per bene la blogsfera!

      Mi sembra una buona strategia, non come me che faccio liste di libri e poi mi fisso solo su un autore in particolare xD

      Elimina
    3. Dai che pian piano recuperi! Spero davvero nel più breve tempo possibile.
      La blogosfera sarà un diversivo ;)

      Sai che per molto tempo anche io ho letto "per autore"? Ad esempio V. Woolf, T. Capote, C. Palahniuk e altri. Però poi mi son resa conto che aver esaurito tutto o quasi di scrittori molto amati - nonostante la possibilità di riletture - non mi soddisfaceva più. Ecco che pian piano sono passata a diversificare e anche ad osare molto rispetto alle mie "abitudini".
      Grazie ancora e ci rileggiamo presto da te, ti aspettiamo ^_^

      Elimina