giovedì 11 maggio 2017

Libro: "Xpo Ferens" di Alessandro Forlani


Titolo: Xpo Ferens
Autore: Alessandro Forlani
Edizione letta: Acheron Books, 2017 pagine 110
Edizione digitale: epub € 4,42 Acheron Books e su tutti i soliti e-shop


L'avventura di Cristoforo Colombo da sempre ha fornito occasioni, a semplici appassionati e a storici di professione, per chiacchierare (più o meno seriamente) della sua impresa.
Fino ad oggi mai era stata fatta luce sugli anni precedenti il viaggio, ma a colmare la lacuna ci ha pensato Alessandro Forlani!

Portolani alla mano, il nostro Cristoforo (e qui, per chi è appassionato di paleografia...) con il fratello Bartolomeo già solcava i mari impegnato in traffici commerciali: durante una di queste navigazioni, in prossimità delle coste africane, un assalto da parte di navi saracene costringe al naufragio. I superstiti, Colombo e il fratello, si ritrovano su di un'isola assai particolare, ed entrano in possesso di carte di navigazioni che sembrano aprire nuove rotte...
Planisfero di Nicolò Caveri, cartografo genovese (1502-1504 ca.)
Avventura, accenni ai fatti storici, ripresa di materiale lovecraftiano e suspense, sono le caratteristiche principali del romanzo breve (o racconto lungo, occorrerebbe chiedere all'autore!) Xpo ferens, condotte mediante uno stile originalissimo e una prosa curata e decisamente ricercata. Soluzioni linguistiche affatto banali, riescono a ricostruire le atmosfere storiche del tempo, spezzate ogni tanto da elementi bassi che ci fanno assai sorridere.
L'insieme, a mio parere, è perfetto.

L'elemento chiave dell'avventura, che ci viene raccontata quale antefatto della scoperta delle Indie/Americhe, sta nell'assalto saraceno, guidato da un berbero molto strano nell'aspetto, forse non alla prima impressione, di nome Abdul Alhazred (colui che ha letto tutto, leggendo all'inglese), aka L'Arabo Pazzo.
Immagine da me croppata, perché sì XD
Sinossi
Il giovane Cristoforo Colombo e suo fratello Bartolomeo, mercanti e navigatori, a seguito di un attacco di pirati saraceni raggiungono una strana isola dove rinvengono la mappa di un continente sconosciuto, situato al di là dell'Oceano Atlantico.
I due fratelli decidono quindi di partire alla scoperta del misterioso continente. Braccato dall'Inquisizione, e alla guida di un bizzarro manipolo di marinai provenienti da mezzo mondo, Cristoforo Colombo troverà il sostegno del più pericoloso armatore che si possa immaginare, e che sembra molto interessato alla meta finale: Abdul Alhazred, l'Arabo Pazzo...
Orrende negromanzie, equipaggi zombeschi, relitti di navi impossibili popolati da creature antidiluviane... il genio weird di Alessandro Forlani, premio Urania 2012, ci trasborda in una navigazione da incubo, che mescola e reinventa le suggestioni del fantasy avventuroso, del romanzo storico e dell'horror lovecraftiano!

Dal sito fantascienza.com scopro che:
Per chi ha seguito Forlani nelle sue pubblicazioni con Delos Digital ci sarà anche una sorpresa: nel romanzo infatti si ritrovano i M'Rara, introdotti nell'omonimo ebook uscito in Robotica.it nel 2015. E questa volta si scoprirà chi sono davvero.

Alessandro Forlani (Pesaro, 1972) è docente di sceneggiatura e scrittura creativa presso l'Accademia di Belle Arti di Macerata e vari istituti, editori e associazioni private. Premio Urania 2011 e Premio Kipple 2012 con il romanzo I Senza-Tempo; Premio Urania - Stella Doppia 2013 con il racconto Materia Prima, pubblica saggi, racconti e antologie di fantascienza e narrativa fantastica per i tipi di Delos Digital. Fra i suoi titoli principali: Eleanor Cole delle Galassie Orientali; Clara Horbiger e l'Invasione dei Seleniti; Fronte Alieno; Sonno Verde e Un Tempo Altrove. I suoi prontuari di scrittura creativa Com'è facile scrivere difficile; Com'è facile diventare un eroe e Com'è facile vivere in Atlantide sono ormai dal 2014 fra i più venduti su Amazon.

Mi sono divertita moltissimo, da amante della storia e del romanzo storico, ma anche per la mia innata curiosità verso quello che conosco meno o poco: in questo caso il repertorio dei miti di Cthulhu. È che Forlani scrive dannatamente bene! *_*

Avrei voluto spendere molte più parole, raccontarvi di mondi paralleli, di creature repellenti e striscianti, di soglie che aprono alle stringhe, di colui che porta secondo il nomen omen... ma non è possibile perché equivarrebbe a rovinare il piacere della lettura :P
Talvolta un "sottosopra" è ciò che permette di "andare avanti" ;)

Crediti:
- per la carta geografica si veda il sito Comitato Nazionale Cristoforo Colombo: consiglio di leggere l'articolo!
- per l'Arabo Pazzo si veda H.P. Lovecraft Wiki

Giudizio finale: ottimo acquisto
Glò

20 commenti:

  1. La scoperta dell'America vista da un'altra prospettiva.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una sorta di prequel che apre "nuovi orizzonti" XD
      Grazie Cavaliere, buon week end! ^^

      Elimina
  2. Interessanti i contenuti e assai bella la veste tipografica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono divertita moltissimo durante la lettura *__*
      La copertina è molto bella!!!
      Grazie mille ^^

      Elimina
  3. Nutro un sentimento di sana invidia, nei confronti di chi sa raccontare la storia. E mille altre storie nella Storia.
    Grazie della segnalazione Glò ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale! In effetti a me ha sorpreso ed entusiasmato la capacità di Forlani di riutilizzare un materiale storico simile, così famoso, inserendolo in un contesto "atipico"! Bravo davvero :O
      Grazie a te ;)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ciao Ernest, grazie mille e buona serata ^_^

      Elimina
  5. Risposte
    1. Grazie a te del passaggio ^^
      Buona serata Giulia!

      Elimina
  6. Mi ricorda un po' le idee di fondo di alcuni albi di Martin Mistere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah :D
      Grazie e buona giornata ^^

      Elimina
  7. Mi piacciono da morire i libri che raccontano storie tratte dalla "Storia".
    Grazie per la segnalazione Glò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariella!
      Oggi stavo riflettendo che ho sbagliato a non aggiungere una considerazione decisamente personale sullo scrittore, ovvero che per certe atmosfere e un certo uso della lingua mi ha fatto pensare a Eco (che io adoro). Non l'ho scritto nel post, perché questa considerazione è una mia precisa sensazione, non un parallelismo da critico letterario.
      Però ho deciso di fare outing XD

      Grazie a te e buona serata, un abbraccio ^_^

      Elimina
  8. Mi chiedo se ci sarà anche cthulhu, insieme a vermi giganti e altre blasfemie lovercraftiane.

    Grazie per la segnalazione. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio e bentrovato^_^
      Non sono una grande conoscitrice ed esperta di quei mondi, però posso dire che si tratta di una ripresa funzionale all'impianto di questa bella storia, con una base storicheggiante, fantastica, orrorifica e tendente al weird ;) Nulla di "troppo", tutto magistralmente tessuto *_*

      Grazie a te e buona serata! ^_^

      Elimina
  9. Come faccio, che ho questo e altri centordici libri del desiderio nella wishlist? Come faccio Glò? XD
    La cura della confezione è un altro punto a favore di una storia che già so mi piacerà da matti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai così: lo inizi immantinente ^_^
      Ha troppi pregi, per lo stile, la storia, le belle atmosfere... una lettura rigenerante per me (oso dire "per noi", guarda XD)
      La copertina è spettacolare :3

      Grazie Federica, buona serata :D

      Elimina
  10. Grazie per la recensione e i commenti: alcuni sono davvero lusinghieri, arrossisco! In particolare rispondo a Marco Lazzara che sì, ci ha visto giusto: Martin Mystere è stata una delle letture fondamentali della mia adolescenza, mi appassionò alla cosiddetta "archeologia misteriosa". Antonio Alfiere: non c'è Cthulhu né ci sono vermi giganti (Ctoniani?), ma spero sarai sorpreso di trovare nel romanzo materia lovecraftiana e tuttavia originale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentrovato Alessandro ^_^
      Io ti ringrazio per gli apprezzamenti (trovo che i commenti siano spesso la parte aggiunta che migliora un post) e per essere passato, ancora di più per aver fornito dettagli agli amici Marco e Antonio!
      Io, su Martin Mystere, non sono molto preparata XD
      Per quanto riguarda le bestiole, quel TitanoCoso - per non dire troppo - mi ha turbata (mia fobia) XD
      Rinnovo il mio grande entusiasmo per questo tuo lavoro *_* Credo che recupererò M'rara!
      Buona serata e alla prossima!

      Elimina