mercoledì 23 agosto 2017

Libro: "I Signori delle Balene" di Alen Grana


Titolo: I Signori delle Balene
Autore: Alen Grana
Editore: LaPiccolaVolante, collana Fantasy, 2014 pagine 272
Cartaceo: € 14,00 Versione digitale - Pdf: € 4,00

Pirati, taverne, isole misteriose, sirene, leggende e maledizioni: potessi salpare anch'io sulla Re Balena! Magari al posto di Will, mozzo tuttofare che dà principalmente voce a questa storia, quale narratore interno.

Questo è un libro che porta lontano, che consente al lettore di partecipare all'impresa, di respirare le atmosfere dei luoghi e degli elementi naturali, di provare empatia nei confronti dei personaggi, così speciali eppure profondamente umani, ciascuno a proprio modo. Violenti e brutali con i nemici, leali con i propri compagni di avventura e verso il Capitano, anche quando questi pare perdere la ragione. Ma una squadra non abbandona nessuno, trova sempre forze e motivazioni per continuare nonostante si vada palesemente incontro a morte possibile.

La storia si fa avvincente fin dall'inizio, in una sorta di impasse che sembra essere senza uscita, pretesto per utilizzare l'espediente del flashback.

La narrazione viene infatti condotta su diversi piani: la vicenda principale è intervallata da capitoli che, attraverso l'analessi, permettono di conoscere il passato e ci rivelano via via alcune caratteristiche dei personaggi principali. L'effetto complessivo è buono, dal momento che tutto si integra perfettamente e che nel lettore si genera un bell'effetto di suspense e coinvolgimento!
La scrittura di Grana è assolutamente precisa, vivida e cinematografica: sa come far breccia e catturare l'attenzione del lettore, che non può che proseguire avidamente.
La tecnica utilizzata permette di spostare il punto di vista dalla parte del personaggio chiave del momento, ma non si pensi che in qualche modo si perda il senso unitario della storia. Ciascun carattere è ben curato e ha spessore psicologico, non ci sono soltanto sangue, acqua salata e avventura. C'è molto di più: amore, passioni umane, malie e magia, fratellanza, sadismo...


Sinossi
«Sapete come nascono le leggende?» chiede il vecchio pirata al pubblico di giovani ascoltatori. «Le leggende nascono con le storie! Io ne sto giusto creando una raccontandovi tutto questo, ragazzi. Quando le persone iniziano a parlare di te e di tutto quello che hai fatto, nel bene e nel male, allora inizia la tua leggenda.» 

Questa è la leggenda di Fryg Blue e della Ciurma del Re Balena.

Questo non è un libro: è l'Oceano sconfinato, è la Rotta delle Sirene, è l'infida Baia delle Sabbie. È la storia dei Quattro Cannoni, è la maschera della strega. È l'esperimento del Dottor Sangue e il piccolo dente d'oro di Tramonto, il cacciatore di taglie. È la Giusta Sentenza, il porto di Kartax. È la Taverna del Generale Zoppo e la storia dei Bambini Abbandonati. È la bottiglia vuota di Bart il Pazzo. È un occhio gigantesco di balena.

Buon viaggio, pirati. 
Alen Grana
Dalla pagina Fb della casa editrice:
I Signori delle Balene è la nostra saga fantasy-piratesca scritta da Alen Grana. Nata nel 2013 dall'omonimo gioco di scrittura sul laboratorio online www.lapiccolavolante.com, in cui si doveva inventare un racconto ispirato all'illustrazione "Lords of Whales", sono ora disponibili i primi tre volumi (I Signori delle Balene, La Foglia Nera e Il Canto della Mangrovia) sui cinque previsti per la conclusione della saga.

La cura dell'edizione è notevole, per editing sicuramente, ma mi soffermo sulla questione estetica: la bellissima copertina e la mappa interna sono creazioni di Emiliano Billai, così come le due tavole pubblicate in questo post (qui trovate la sua pagina Fb).

L'autore, Alen Grana, ci suggerisce anche la colonna sonora ideale per accompagnare la ciurma nelle sue scorribande: è assolutamente consigliato l'ascolto *_*

Ancient Bards - Soulless Child
Elvenking - Era
White Skull - Tales from the North
Vision Divine - Destination Set to Nowhere
Nightwish - Dark Passion Play
Rhapsody - Symphony of Enchanted Lands
Dark Tranquillity - Damage Done
Sonata Arctica - Reckoning Night
Domine - Stormbringer Ruler



Per concludere, la ciurma vera, quella che costituisce l'anima de LaPiccolaVolante, è composta da persone giovani e piene di talento. Una realtà editoriale indipendente che coniuga professionalità, qualità e creatività: QUI trovate tutte le informazioni relative!

Vi segnalo anche il progetto La Guerra dei Teschi - Board Gameè un gioco di strategia con carte e dadi ispirato alla saga fantasy – piratesca I Signori delle Balene. Attualmente in fase beta, è alla ricerca di nuovi coraggiosi pirati per poter salpare verso la produzione e la diffusione.

Giudizio finale: ottimo acquisto

la nostra Libreria (Glò)

22 commenti:

  1. Sembra davvero qualcosa di bello... mi è piaciuto anche il trailer. Non so però se in questi casi si può fare un certo augurio che finisce con "balena" ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Ivano, si può e ci sta benissimo XD Visto che nella storia una certa balena mette alla prova molti... ;)

      È davvero qualcosa di bello questo libro: sottolineo ancora la componente "estetica", che fa da pendant alla bravura dell'autore *_* Il trailer è molto d'atmosfera!

      Grazie mille e buona serata ^_^

      Elimina
  2. Mi sembra interessante! :) anhe se il fantasy non rientra nei miei gusti prediletti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Pat! ^_^
      Qui il fantasy si inserisce su una bella storia piratesca: chissà che le avventure sulla Re Balena, con tanta azione e una storia ben condotta e non banale, non possano catturati! *_*

      Grazie mille e buonanotte ^^

      Elimina
  3. Direi che dando un'occhiata veloce alla tracklist suggerita, il libro si spiega già ampiamente da sé. Non comprendo come si amalgamano i Dark Tranquillity con tutto il resto, ma forse è colpa mia. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao TOM! Il ritmo della narrazione è piuttosto il linea con la scaletta musicale proposta, tra avventure, incontri particolari, battaglie e schermaglie varie. Ci sono anche momenti di "respiro" e dolore.
      Non so come risponderti rispetto al brano che citi, personalmente l'ho associato a un momento preciso della storia, durante il quale si deve tentare il tutto per tutto... ma non posso dire molto di più :D

      Grazie e bentornato nella blogosfera ^_^

      Elimina
    2. Ciao! Sono Alen, il mozzo che ha scritto I Signori delle Balene :) La colonna sonora che suggerisco è prettamente power/epic ma, come hai potto vedere, ci sono album "infiltrati". Adoro il death melodico dei Dark Tranquillity e brani come Format C: for Cortex o Damage Done sottolineano benissimo alcuni passaggi del libro. Svelo un piccolo segreto: gli album che ho inserito nella tracklist sono gli stessi che ho ascoltato durante la scrittura e che, ovviamente, hanno influenzato anche parti di trama ;)

      Elimina
    3. Ciao Alen, bentrovato ^_^
      Grazie mille per le delucidazioni! La "corrispondenza" tra OST e storia per me c'è, l'ho avvertita. In particolare, quel brano dei Dark Tranquillity mi pare descrittivo o comunque suggestivo di quella sorta di "carica" navale prima di giungere ad uno snodo fondamentale. C'ho preso?
      Anche se non lo avessi fatto XD per me sta bene a quell'altezza! :D

      Grazie mille e ti rinnovo i complimenti per il libro!

      Elimina
  4. "Pirati, taverne, isole misteriose, sirene, leggende e maledizioni": essendo cresciuta a pane e Salgari, mi piacerebbe senza ombra di dubbio. Sono quei libri che ti fanno tornare bambino. Tra l'altro poco tempo fa ho finito di vedere la serie tv "Black sails" che con i pirati c'entra parecchio. ;) Mi è piaciuto molto anche il trailer dei tre libri e la scelta musicale di effetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina... io adoro immergermi di tanto in tanto in queste avventure *_* I miei trascorsi sono più legati a Verne, da sempre subisco il fascino del mare e dei pirati e delle battaglie!
      Segno la serie, ché mi pare possa piacermi: ma come mai l'ho ignorata finora? :O

      Il trailer a mio parere è veramente ben fatto e suggerisce perfettamente le atmosfere della storia di quella folle ciurma! *_*
      Grazie mille ^_^

      Elimina
    2. La serie l'ho trovata su Netflix, ma l'avevo scoperta anch'io per caso... Non ti dico di che cosa parla nello specifico, così non ti rovino la sorpresa. ;)

      Elimina
    3. Non faccio ricerche allora! *_* Però, se mi scrivi ciò... curiosa! :O

      Elimina
    4. Cara Cristina, anche noi siamo pazzi di Black Sails, che si basa su la vera storia dei pirati contenuti nel saggio storico di Charles Johnson (che si pensa fosse addirittura uno dei tanti pseudonimi di Defoe) "Storia generale dei pirati". Nella nostra saga compare addirittura un personaggio di nome Flint, un chiaro omaggio al pirata leggendario (uno dei pochi che non si capisce se sia realmente esistito o meno).

      Elimina
    5. Grazie infinite per le informazioni. Avevo già intuito che Black Sails fosse un lavoro di alto livello, e ora scopro che si basa su un saggio storico dei pirati. Sono ancora più curiosa sul fatto che nella vostra saga vi sia Flint, un personaggio davvero leggendario. A questo punto dovrei mettere in conto la lettura di ben quattro libri!

      Elimina
    6. Si basa su quella che viene definita "l'epoca d'oro dei pirati", il trentennio dal 1700 al 1730 in cui vissero Long John Silver, Charles Vane, Anne Bonny, Barbanera e tutti gli altri protagonisti del serial tv (tranne appunto Flint, che sempre restò avvolto nella leggenda). Se invece sei interessata alla prima pirateria del XVII secolo c'è una bella trilogia (storica) di Valerio Evangelisti che ricostruisce le vicende di Tortuga-Veracruz-Cartagena :)

      Elimina
    7. Mamma mia, che tentatori siete! ... Di Evangelisti avevo letto la serie di romanzi sull'inquisitore Eymerich, strabilianti e molto molto originali.

      Elimina
    8. @LPV: è sempre un piacere leggere i vostri interventi ^_^

      Occorre dunque recuperare la serie consigliata e il saggio storico, del quale ignoravo l'esistenza :O (Segno anch'io, Cristina XD)

      Circa Flint: mi attendo grandi cose dal secondo volume della saga *_* Non posso scrivere altro per evitare anticipazioni a chi avesse intenzione di salpare con la Re Balena (fatelo se amate il genere, fatelo!!! *_*).

      La trilogia di Evangelisti è un vecchio desiderio di lettura, che ora premerebbe a priorità, ma temo di dover ancora rimandare -_-

      Devo vedere quella serie, arrrrrrgh! XD

      Elimina
  5. Ed eccomi tornata alle mie recensioni preferite!
    Segnato eh...
    Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariella cara, leggerti di nuovo nel mondo blogosferico mi rende felicissima! *_*

      Grazie mille per l'apprezzamento <3

      Un bacio a te!

      Elimina
  6. Dopo una presentazione simile non posso non comprarlo. Peccato che la versione digitale sia solo in PDF... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diego,
      il PDF si può tranquillamente inserire in un software di conversione come Calibre per poter essere trasformato in .epub o .mobi a seconda dell'e-reader :).

      Elimina
    2. Aggiungo che il Pdf è ottimo, e i risultati della conversione sono buoni;)

      E compralo *_* Secondo me è roba per te(noi)!

      Grazie Diego :D

      Elimina