mercoledì 6 dicembre 2017

Libro: "Omega. L'armata dei ribelli" di Max Peronti


Titolo: Omega. L'armata dei ribelli
Autore: Max Peronti
Edizione letta: Astro Edizioni, 2017 pagine 329

Prima di tutto lasciatemi ringraziare l'agenzia Saper Scrivere per l'invito a questo Review Party, una simpatica iniziativa che sperimento per la prima volta. L'idea di fare gruppo mi ha entusiasmato tanto quanto la scoperta dell'opera di cui state per leggere la mia personale e modesta opinione.

Sinossi
In pochi anni, il sanguinario imperatore Zorks ha sottomesso con la forza gran parte dei regni liberi di Panteia. Nessuno sembra in grado di fermarlo, finché dall’Alzania emerge un eroe dal volto sfigurato, che accende la fiamma della ribellione. È l’inizio della resistenza.
In un mondo di intrighi di corte e tradimenti, un pugno di eroi partirà alla ricerca di alleati, combattendo epiche e cruente battaglie, ma soprattutto imparando a conoscersi nel profondo. Perché non esiste sacrificio, quando è compiuto per il bene più prezioso: la libertà.


Omega. L'armata dei ribelli ha tutto quello che un lettore appassionato di letteratura fantasy cerca in un romanzo appartenente al genere, e non solo. Nell'opera si possono trovare tutti i canoni dello sword and sorcery dosati con maestria: la componenete magica non rappresenta il fin troppo consueto "deus ex machina" che risolve le situazioni intricate e i personaggi sono assolutamente umani, con i loro limiti fisici. Detto questo, andiamo più nel dettaglio.

All'inizio del libro, come tradizione, troviamo 2 belle mappe del mondo che stiamo per visitare, ma, nel corso della lettura, non si sente il bisogno di consultarle necessariamente, data la bravura descrittiva dell'autore. L'ambientazione è realistica e attraverso gli occhi dei protagonisti si è catapultati al centro dell'azione, sia nei combattimenti, sia durante le situazioni più "statiche": si diventa presenti osservatori con facilità. A questo si aggiungono i dialoghi, ben strutturati, che vanno a dare completezza a questa sensazione di partecipazione.

Punto di forza è senza dubbio la presenza di numerosi personaggi, tutti davvero ben caratterizzati: non si corre il rischio di confonderli o dimenticarsi che ruolo abbiano nella storia. In più, diventiamo testimoni della loro evoluzione psicologica, fatto che molte volte viene tralasciato in altre opere del genere. Un'altra peculiarità che ho sempre invidiato, seppur da non scrittore, è la capacità dell'autore di creare una storia nella storia: anche i protagonisti del romanzo hanno i loro miti e i loro dèi, e chissà che non esista un legame di causa-effetto con quanto stanno vivendo (curiosi, vero? :P).

Ricorda: non è un eroe chi non cade mai, ma chi sa rialzarsi sempre.

La trama, eh, cercherò di evitare gli spoiler, ma mica facile! Specialmente quando ti rendi conto, mentre scrivi, che la tua opinione si sta trasformando in un malcelato invito spassionato alla lettura :D

Come riportato nella sinossi, il nostro eroe è Omega, protagonista spuntato fuori quasi dal nulla e dal passato ignoto ai ribelli che l'hanno eletto capo della rivolta, ma non al suo antagonista, l'imperatore Zorks. È facile supporre che dietro le motivazioni della resistenza ci siano anche motivi personali.
Una storia di vendetta? Probabilmente, ma anche l'espediente per la conquista di un ideale comune molto più nobile. Difatti è il desiderio di liberarsi dal giogo del malvagio dittatore che spinge gli altri personaggi a compiere le proprie scelte. Andando avanti nella lettura non ci si schiera dalla parte dei buoni perché sono buoni e il bene deve trionfare a prescindere, ma si sente forte il sentimento di rivalsa che guida i nostri "eroi", facendolo proprio.

«Sono con te»
«Fino alla fine?»
«Fino alla fine!»

Sorprese inaspettate e colpi di scena non mancano, ma c'è una nota dolente...
È la stessa sensazione che ho provato guardando il film "La bussola d'oro", ero a conoscenza del fatto che fosse un adattamento cinematografico di un romanzo, ma non che fosse il primo di una trilogia, non mi ero informato, errori di gioventù. Quando dopo l'ultima scena sono partiti i titoli di coda ho pensato: "ok, adesso sbuca fuori qualcuno e dice che è uno scherzo", ma non era uno scherzo.
E qui approfitto dell'occasione e mi rivolgo direttamente all'autore.

Caro Max, non si fa così!
Non puoi farci appassionare alle vicende del mondo che hai creato e poi salutarci e rimandare tutto al prossimo (e conclusivo) capitolo di cui non rivelerò il titolo che ho letto nei ringraziamenti.
Pensi sia conosolatorio sapere che è già scritto e presto sarà pubblicato?
Pensi basti quanto si può trovare ne Il mondo di Omega per ingannare l'attesa?
Te lo dico io: no!

Con questo simpatico siparietto, oltre a confermare il mio parere positivo, vorrei sottolineare quanto Omega. L'armata dei ribelli mi sia piaciuto: un romanzo fluido, dinamico, intrigante, che scorre davvero velocemente e ti fa crescere la voglia di saperne di più a ogni pagina. Proprio per questo ritengo forse azzardata la scelta della duologia in questo caso: chi legge questo genere non si spaventa per un numero elevato di pagine, e odia le attese, nonostante tanti autori ci abbiano abituato a subirne nostro malgrado :P


Max Peronti, appassionato di storia militare antica e medioevale, si è laureato in Scienze strategiche nel 2002. Zaino in spalla, ha solcato i deserti dell'Iraq e dell'Afghanistan, le savane africane e le antiche terre dei celti. Chitarra e musica rock sono le sue compagne di viaggio, un dado a venti facce la sua bussola.


Aggiornamento! Ecco i link degli altri partecipanti:



Giudizio finale: ottimo acquisto

la nostra Libreria (PiGreco)

12 commenti:

  1. Bella iniziativa (anche se hai dovuto spiegarmi di cosa si tratta). Non è esattamente il mio genere ma la trama è senz'altro intrigante. Leggo in fondo di avere passioni in comune con Max Peronti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max! (e con un saluto ne becco 2 :P)

      L'iniziativa è stata una novità anche per me, e l'idea di far rete attorno a un'opera è davvero molto bella. Appena ho tempo vado a sbirciare le opinioni degli altri partecipanti, sono proprio curioso di confrontarmi :D

      La trama è sì intrigante, piena di sviluppi e colpi di scena davvero inattesi, anche per i non cultori del genere ;)

      Al Max autore: ti ringrazio per aver dato la possibilità a me e agli altri "party-reviewer" di conoscere la tua opera e, come detto, spero di leggere presto il seguito ;)

      Elimina
  2. Ciao! Anche io ho molto apprezzato la caratterizzazione dei personaggi e soprattutto il loro sviluppo imprevedibile all'interno della storia! Vedremo ora cosa ci riserverà il seguito :) Nessie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nessie e benvenuta sul nostro blog ^_^

      Ti ringrazio perché adesso mi sento meno solo nell'attesa che arrivi il secondo volume (ad aprile, come mi ha segnalato l'autore su FB *_*)

      Elimina
  3. Analisi eccellente! Anche io non vedo l'ora di leggere il seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giada e benvenuta!

      Grazie mille per il complimento che ricambio volentieri ^_^

      Aprile non è lontanissimo, aspettiamo curiosi :P

      Elimina
  4. Io invece con La bussola d'oro, spronato da una mia amica, sono partito dal romanzo. Dopo 100 pagine ho desistito per la noia...

    Comunque, venendo alla recensione, mi pare di capire che siano più blog che recensiscono tutti assieme lo stesso libro? Una bella scorpacciata per l'autore, specie se sono tutte così estremamente positive come la tua!

    Per quella cosa che hai scritto su miti e religioni dovresti vedere (se non l'hai già letta) La ruota del tempo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco!

      Intuisci bene: 5 blog e una pagina FB, per la precisione. Sono andato a leggermi le altre opinioni per confrontarle con la mia e devo dire che sono sì positive, ma alcune non prive di qualche critica posta in modo assolutamente costruttivo. Nel complesso l'autore può ritenersi più che soddisfatto :D

      Se stai parlando della saga di Jordan, la ho in coda nella solita infinita lista di lettura, a far compagnia a quella di Goodkind. Sono davvero immense, mi preoccupa iniziare (o re-iniziare) al momento roba simile, conoscendomi, mi precluderei altre letture. Visti gli arretrati, preferisco farle attendere un pochino :P

      A proposito di scrittori prolifici, non credere che non mi sia accorto (anche prima dell'annuncio) del tuo ultimo nato! Sono proprio contento di aggiungere anche il tuo pargolo alla lista delle prossime letture, nuovamente... Vorrei dare la colpa a te, come a Max, come a Maria Teresa, (e magari mi dimentico qualcuno, non me ne vogliate, è per rendere l'idea), ma sono consapevole che è tutta mia se sono rimasto indietro :P

      Recupererò, promesso. Come dicevano i Litrfiba: "Passerà quest'anno nero, come son passati gli altri" ;)

      Elimina
  5. Risposte
    1. Ciao Firma!

      Intanto ti ringrazio, vedrò cosa posso fare in questi giorni, insomma prima che passi l'anno XD

      Elimina
    2. Vai tranquillo, nessuno ci corre dietro. O forse si? Non ti voltare, fai finta di niente...

      Elimina