martedì 24 dicembre 2019

Buone Feste


da La bufera, Parte quarta - 'Flashes' e dediche, di Eugenio Montale

Di un Natale metropolitano

Londra

Un vischio, fin dall'infanzia sospeso grappolo
di fede e di pruina sul tuo lavandino
e sullo specchio ovale ch'ora adombrano
i tuoi ricci bergère fra santini e ritratti
di ragazzi infilati un po' alla svelta
nella cornice, una caraffa vuota
bicchierini di cenere e di bucce,
le luci di Mayfair, poi a un crocicchio
le anime, le bottiglie che non seppero aprirsi,
non più guerra né pace, il tardo frullo
di un piccione incapace di seguirti
sui gradini automatici che ti slittano in giù…

La consuetudine è una stanza sicura e accogliente.
I muri che alziamo per proteggere il nostro mondo interiore dalle influenze di una realtà banale oppure ostile alla lunga rischiano di diventare un esilio volontario, una trappola nella quale si finisce senza rendersene conto anche a causa delle esistenze moderne frenetiche e noncuranti. Il momento di pausa dalla guerra del mondo e la ricerca di una pace interiore diventano a volte una negazione del sé, un annullamento dello scambio con l'esterno.  La poesia di Montale parla di uno specchio utilizzato distrattamente, di oggetti abbandonati e cenere stantia; all'uscita nel mondo la persona incontra le luci di una grande città, che non riescono a coinvolgerla nella vivacità di uno scambio d'anime e finisce con lo sprofondare nella discesa di una scala mobile, metafora di un'incapacità di muoversi al di fuori del fondo limaccioso della coscienza imprigionata nell'ottundimento emotivo e intellettivo.

Il mio augurio per le giornate festive è quello di uscire dalla gabbia dell'abitudine e ritrovare il contatto con voi stessi, riscoprire desideri e inclinazioni autentiche, per tornare nel mondo con una rinnovata consapevolezza e capacità di accogliere l'altro da sé senza paure per crescere insieme.
Sakura


Anime come bottiglie, non vuote, peggio ancora. C'è una crudeltà da parte del Poeta nell'esaminare chi non ha saputo conservare la fede (in qualsiasi senso la si possa intendere, religioso, umano...) e ha fatto depositare un velo sulle immagini di "luoghi" dell'infanzia, persone del passato, simboli, senza curarsi neppure degli oggetti quotidiani che diventano mere cose senz'anima.
L'esterno è illuminato, sofisticato, ma pronto a inabissarsi e a inghiottire quelle anime sprecate, che non hanno saputo distribuire la propria Luce interiore.

L'Augurio è di saper far luccicare sempre la nostra anima, di pari passo con l'età che cresce, in ogni momento favorevole o meno della nostra vita.
Glò

Auguri da tutto il team de la nostra Libreria.

[Immagini da Wikipedia:
dipinti di John Atkinson Grimshaw
- Leeds at night

Boar Lane, Leeds, by lamplight]

sabato 19 ottobre 2019

sabato 5 ottobre 2019

venerdì 14 giugno 2019