lunedì 11 marzo 2019

Libro: "I mastini di Muldon - Assalto alla luna ribelle" di Christian Antonini



TitoloI Mastini di Muldon - Assalto alla luna ribelle
AutoreChristian Antonini
Edizione lettadbooks.it, 2015 pagine 234


"Due-Sei-Uno, chi siete?" li incitò il sergente, chiamando il loro numero di unità.
"Mastini!" risposero gli altri all'unisono, le voci amplificate dagli speaker delle corazze.
"Due-Sei-Uno?"
"Mastini!"
"Fatevi sentire!"
E come un sol uomo, i Mastini di Muldon ringhiarono
Chi cerca un racconto di fantascienza sociologica, un racconto che parli di temi sociali traslati nel futuro, può benissimo smettere di leggere questo post, perché Assalto alla luna ribelle è pura space opera militare (se conoscete "Starship Troopers" potete farvi una idea), con sparatorie, assalti, ritirate, bombardamenti, mezzi corazzati, feriti e morti... azione, azione, tanta azione.
Non c'è un preambolo, non c'è una introduzione, nulla. Si parte subito con lo sbarco dei soldati su Lachesis Alfa, capitale della luna ribellatasi alla Egemonia Terrestre.

Protagonisti sono i Mastini di Muldon, soldati dotati di armature potenziate e armi all'avanguardia, la punta di lancia dell'invasione orbitale (la loro descrizione rimanda inequivocabilmente alle miniature di Warhammer 40.000, se non avete idea di cosa stia parlando, Google è vostro amico :P)

Il carattere e la personalità di ogni personaggio sono appena accennati e non c'è trama, o meglio, la storia viene narrata esclusivamente attraverso i combattimenti che i protagonisti affrontano, in una continua azione serrata. Questo modo di narrare può essere fortemente penalizzante, però io volevo un racconto esclusivamente di azione/guerra sci-fi e il libro di Antonini riesce in tale compito, addirittura grazie alla sua bravura stilistica, è riuscito a darmi la sensazione di essere lì su Lachesis Alfa assieme ai Mastini. Per me quindi la mancanza di trama non è un aspetto negativo, poi ognuno ha i propri gusti, prendere o lasciare.

Se fosse una pellicola, non potrebbe mai essere un film, ma sarebbe di certo un ottimo cortometraggio in Computer Grafica, da guardare con occhialini 3D.



Giudizio finaleottimo acquisto


Michele

4 commenti:

  1. Cercavo proprio qualcosa da leggere di fantascienza italiana!
    Grazie!

    RispondiElimina
  2. Arrivo sempre con molto piacere qui, anche se si parla di generi che non amo.
    Buona serata Michele!

    RispondiElimina